Scadenze fiscali agosto 2019: F24 IRPEF IRES IRAP INTRA Esterometro

«Scadenze fiscali agosto 2019 versamenti dichiarazione dei redditi Unico rate F24, IRPEF, IRES, IRAP, modello Intrastat ed Esterometro ecco il calendario»

Scadenze fiscali agosto 2019: F24, IRPEF IRES IRAP IVA, Intrastat e Esterometro, quali sono le date da ricordare?


Nel mese di luglio, sono previste diverse scadenze fiscali 2019 importanti che i contribuenti devono ricordare e tenere d’occhio, a cominciare da quella per i versamenti delle imposte derivate dalla dichiarazione dei redditi 

 

Vediamo quindi quali sono le scadenze fiscali del mese di agosto 2019:

 

Scadenze fiscali agosto 2019: sospensione estiva

Quali sono le scadenze fiscali agosto 2019?

Prima di vedere quali sono le scadenze fiscali di agosto, dobbiamo ricordare che in questo mese è prevista la sospensione feriale dei termini.

 

Controlli e pagamenti F24 – sospesi dal 1º agosto al 20 agosto i termini per inviare documenti e informazioni agli uffici dell’agenzia delle Entrate o ad altri enti impositori.

 

È anche sospeso il termine di 20 giorni per pagare le somme dovute a seguito di controlli automatici, formali e della liquidazione delle imposte sui redditi a tassazione separata. La sospensione non opera per le richieste fatte nel corso delle attività di accesso, ispezione e verifica, nonché delle procedure di rimborso Iva.

 

Con la sospensione estiva dei termini, tutte le scadenze fiscali previste in questo periodo vengono tutte prorogate al 20 agosto, sia per i contribuenti che per tutti I sostituti di imposta.

 

Detto ciò andiamo a vedere il calendario fiscale agosto 2019 che i contribuenti devono tenere d’occhio per le scadenze fiscali del prossimo mese ivi compreso l'F24 agosto 2019.

 

Ecco invece le prossime scadenze fiscali del mese di settembre 2019.

 

Scadenze fiscali 20 agosto 2019: IRPEF con modello F24

A causa della sospensione estiva di agosto, tutte le scadenze fiscali che ricadono tra il 1° ed il 19 agosto, slittano in massa, al 20 agosto 2019.

 

Scadenza 20 agosto 2019 IRPEF:

Titolari di partita iva:

  • 3a rata dell’Irpef risultante dalle dichiarazioni annuali, a titolo di saldo per l’anno 2018 e di primo acconto per l’anno 2019, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,50%.

  • 3a rata dell’acconto d’imposta in misura pari al 20% dei redditi sottoposti a tassazione separata da indicare in dichiarazione e non soggetti a ritenuta alla fonte, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,50%.

  • 2a rata dell’Irpef risultante dalle dichiarazioni annuali, a titolo di saldo per l’anno 2018 e di primo acconto per l’anno 2019, maggiorando preventivamente l’intero importo da rateizzare dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,18%.

  • 2a rata dell’acconto d’imposta in misura pari al 20% dei redditi sottoposti a tassazione separata da indicare in dichiarazione e non soggetti a ritenuta alla fonte, maggiorando preventivamente l’intero importo da rateizzare dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,18%

 

Soggetti ISA che non si avvalgono di proroga, con pagamento imposte a rate con primo versamento entro il 1° luglio 2019:

  • 3a rata dell’Irpef relativa ai maggiori ricavi o compensi indicati nella dichiarazione dei redditi, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,50%.

  • 2a rata dell’Irpef relativa ai maggiori ricavi o compensi indicati nella dichiarazione dei redditi, maggiorando preventivamente l’intero importo da rateizzare dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,18%.

 

Scadenze fiscali 20 agosto 2019 Ires:

Ecco quali sono le scadenze in merito all’imposta sul reddito delle società da effettuare entro il 20 agosto 2019:

Soggetti Ires:

  • 3a rata dell’Ires, a titolo di saldo per l’anno 2018 e di primo acconto per l’anno 2019, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,50%.

  • 2a rata dell’Ires, a titolo di saldo per l’anno 2018 e di primo acconto per l’anno 2019, maggiorando preventivamente l’intero importo da rateizzare dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,18%.

 

Società di comodo:

  • 3a rata della maggiorazione IRES del 10,5%, a titolo di saldo per l’anno 2018 e di primo acconto per l’anno 2019, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,50%.

  • 2° rata della maggiorazione IRES del 10,5%, a titolo di saldo per l’anno 2018 e di primo acconto per l’anno 2019, maggiorando preventivamente l’intero importo da rateizzare dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,18%.

 

Soggetti ISA che non si avvalgono di proroga, con pagamento imposte a rate con primo versamento entro il 1° luglio 2019:

  • 3° rata dell’Ires relativa ai maggiori ricavi indicati nella dichiarazione dei redditi, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,50%.

  • 2° rata dell’Ires relativa ai maggiori ricavi indicati nella dichiarazione dei redditi, maggiorando preventivamente l’intero importo da rateizzare dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,18%.

 

Scadenze fiscali 20 agosto 2019 Irap:

Ecco invece le scadenze in merito all’imposta IRAP da effettuare entro il 20 agosto 2019:

Titolari di partita iva:

  • 3a rata dell’Irap risultante dalle dichiarazioni annuali, a titolo di saldo per l’anno 2018 e di primo acconto per l’anno 2019, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,50%.

  • 2a rata delI’Irap risultante dalle dichiarazioni annuali, a titolo di saldo per l’anno 2018 e di primo acconto per l’anno 2019, maggiorando preventivamente l’intero importo da rateizzare dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,18%.

 

Soggetti ires obbligati a presentare la dichiarazione Irap:

  • 3a rata dell’Irap a titolo di saldo per l’anno 2018 e di primo acconto per l’anno 2019, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,50%.

  • 2a rata dell’Irap a titolo di saldo per l’anno 2018 e di primo acconto per l’anno 2019, maggiorando preventivamente l’intero importo da rateizzare dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,18%.

 

Soggetti ISA che non si avvalgono di proroga, con pagamento imposte a rate con primo versamento entro il 1° luglio 2019:

  • 3a rata dell’Irap relativa ai maggiori ricavi o compensi indicati nella dichiarazione dei redditi, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,50%.

  • 2a rata dell’Irap relativa ai maggiori ricavi o compensi indicati nella dichiarazione dei redditi, maggiorando preventivamente l’intero importo da rateizzare dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,18%.

 

Scadenza 26 luglio 2019: modello Intrastat

Da ricordare poi la data di scadenza del modello Intrastat per i contribuenti operatori intracomunitari con obbligo mensile e trimestrale INTRASTAT.

 

Per cui professionisti ed imprese che effettuano acquisti o cessioni nei confronti di soggetti passivi IVA residenti in altri paesi dell'Unione Europea, sono tenuti alla presentazione degli elenchi riepilogativi Intrastat delle cessione e/o acquisti di beni o servizi intracomunitari effettuati nel mese di giugno.

 

La scadenza fiscale INTRASTAT del 26 agosto  vale sia per i contribuenti mensili che trimestrali.

Come si presenta il modello Intrastat ad agosto? Per via telematica o all'Agenzia delle Dogane, tramite il sistema E.D.I., o tramite i servizi telematici dell'Agenzia delle Entrate.

 

Scadenze fiscali 30 agosto 2019:

Ricordiamo inoltre che:

  • la scadenza modello 770/2019 è il 31 ottobre.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA