Scadenze fiscali settembre 2019: Lipe, imposte ISA, Esterometro, bollo

«Scadenze fiscali settembre 2019 date calendario scadenzario fiscale Agenzia delle Entrate imposte Unico ISA, Lipe, Superbollo, Esterometro, INTRA, bollo»

Scadenze fiscali settembre 2019: il mese di settembre è da sempre contraddistinto da diverse ed importanti scadenze fiscali che riguardano tasse, imposte, dichiarazioni, adempimenti per contribuenti, società, imprese, professionisti e sostituti di imposta.

 

Vi ricordiamo che le scadenze possono subire comunque delle proroghe, anticipazioni o modifiche da parte dell'Agenzia delle Entrate, per questo motivo è consigliato verificarle sul calendario fiscale 2019 - scadenzario fiscale ufficiale presente sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

 

Andiamo quindi a vedere nello specifico tutte le date principali del calendario che cadono nel mese di settembre 2019.

 

Ecco invece le nuove scadenze fiscali ottobre 2019.

 

Scadenze fiscali settembre 2019:

Vediamo ora l’elenco delle scadenze fiscali settembre 2019 che i contribuenti, società, imprese, professionisti e sostituti di imposta, devono tenere a mente per non incorrere nelle sanzioni di omesso, ritardato o insufficiente versamento o di mancata o tardiva comunicazione o dichiarazione entro una determinata scadenza.

 

Davvero tantissime sono le scadenze di settembre 2019 da tenere a mente nel nuovo calendario fiscale 2019, infatti c'è il bollo virtuale, l'imposta di registro, la liquidazione IVA, il versamento delle imposte da Unico sia per i soggetti ISA 2019 che non ISA, c'è la scadenza per la tobin tax, comunicazione liquidazione IVA periodica, bonus premi di produzione ai dipendenti del settore privato, il versamento dello split payment PA, Esterometro e tanti altri adempimenti che vediamo nel dettaglio ora nel nostro scadenzario fiscale settembre 2019:

 

Scadenze fiscali 2 settembre 2019: 

Ecco le scadenze fiscali previste per il 2 settembre 2019:

  • Bollo virtuale: i contribuenti autorizzati ad assolvere l’imposta di bollo in modo virtuale devono provvedere al versamento della quarta rata bimestrale dell'imposta relativa alla dichiarazione presentata entro il 31 gennaio 2019. Il pagamento del bollo virtuale deve avvenire per via telematica tramite modello F24 indicando il codice tributo 2505.

  • Contratti di affitto - Imposta registro: i titolari di contratti di locazione e affitto che hanno stipulato un nuovo contratto o un rinnovo a partire dal 1° agosto 2019, devono versare l'imposta di registro tramite modello F24 Elide indicando il relativo codice tributo.

  • Elenchi Intra-12: Enti non commerciali e agricoltori esonerati devono inviare gli elenchi Intra-12 relativi agli acquisti intracomunitari di beni registrati nel mese di luglio.

  • Liquidazione e versamento IVA mese precedente: I soggetti passivi Iva, che facilitano tramite l'uso di una interfaccia elettronica, le vendite a distanza di telefoni cellulari, console da gioco, tablet Pc e laptop, residenti o stabiliti in Italia sono tenuti a trasmettere per via telematica la comunicazione delle cessioni di beni e delle prestazioni di servizi effettuate e ricevute verso e da soggetti non stabiliti nei territorio dello Stato relative al mese di luglio.

  • Versamento imposte sui premi per le Imprese assicurative: entro detta scadenza fiscale di settembre, le suddette imprese devono versare l'imposta su premi e accessori incassati a luglio e i conguagli di imposta.

  • Versamento Iva intracomunitaria: Enti non commerciali e agricoltori esonerati devono liquidare e versare l'IVA relativa agli acquisti intracomunitari registrati nel mese di luglio, tramite modello F24.

  • Invio dati per gli Operatori finanziari: banche, Poste italiane, intermediari finanziari, imprese di investimento, organismi di investimento collettivo del risparmio, società di gestione del risparmio sono tenute a comunicare all’Anagrafe tributaria i dati riferiti al mese di luglio dei soggetti con i quali si sono avuti rapporti di natura finanziaria.

  • Versamenti Redditi 2019 Persone fisiche: le persone fisiche non titolari di partita Iva, che hanno scelto il pagamento rateale effettuando il primo versamento entro il 1° luglio 2019, entro questa data devono provvedere al versamento della terza rata delle imposte dovute dichiarazione dei redditi tramite Unico 2019, applicando gli interessi pari allo 0,65%. Trattasi invece della scadenza seconda rata per chi ha fruito della maggiorazione 0,40%. In questo caso si applicano interessi pari allo 0,33%.

 

Scadenze fiscali 16 settembre 2019: date da ricordare

Ecco le date da ricordare per le scadenze fiscali 16 settembre 2019:

  • Associazioni in regime forfettario: le ASD, le associazioni senza scopo di lucro o pro loco nel regime forfettario 2019 devono provvedere entro la suddetta scadenza ad effettuare l'annotazione in un'unica registrazione, l'ammontare dei corrispettivi e proventi relativi al mese di agosto.

  • Imposta attività intrattenimenti: devono effettuare il versamento dell'imposta relativa alle attività svolte in via di continuità nel mese di agosto.

  • Ritenute bonifici Banche e Poste: entro la suddetta scadenza devono essere effettuate le ritenute sui bonfici di agosto fatti dai contribuenti per beneficiare delle detrazioni fiscali Ecobonus, Sismabonus, Bonus ristrutturazioni, bonus verde ecc.

  • Comunicazioni canone Tv: Acquirente Unico Spa è tenuto ad inviare una comunicazione all’Agenzia delle entrate dei dati di dettaglio relativi al canone RAI addebitabile e accreditabile nelle fatture emesse dalle imprese elettriche nel mese di agosto

  • Adempimenti Contribuenti Iva: versamento della 7a rata del 2018 derivata dalla dichiarazione IVA con maggiorazione dell'1,98%.

  • Versamenti Dichiarazioni 2019 Persone fisiche: le persone fisiche, titolari di partita Iva, che esercitano attività economiche non ISA, che pagano le imposte dovute derivate dalla dichiarazione dei redditi, dichiarazione IRAP e IVA attraverso la rateizzazione ed hanno quindi effettuato il primo versamento entro 1° luglio, entro il 16 settembre 2019 devono provvedere al pagamento della 4a rata applicando interessi per 0,83%. Trattasi invece di 3a rata per chi ha effettuato il primo versamento entro il 31 luglio con maggiorazione 0,40% con applicazione degli interessi pari allo 0,51%.

  • Versamenti Dichiarazioni 2019 Soggetti Ires: soggetti non ISA, devono versare la 4a rata delle imposte risultanti dal modello Redditi Sc e IRAP 2019 con interessi pari allo 0,83% e del saldo IVA maggiorato dello 0,40% e interessi per 0,83%. Trattasi della 3a rata per chi ha fruito della maggiorazione 0,40%. In questo caso si applicano interessi allo 0,51%.

  • Versamenti Enti pensionistici: relativi al canone RAI pensionati.

  • Versamenti da parte degli Enti pubblici: ritenute alla fonte sui redditi di lavoro dipendente e assimilati e sui redditi di lavoro autonomo corrisposti nel mese di agosto; le addizionali regionale e comunale trattenute ai lavoratori dipendenti e pensionati a seguito della cessazione del rapporto di lavoro; l'Iva mensile.

  • Enti pubblici – Conguaglio assistenza fiscale: devono effettuare il versamento, tramite il modello F24Ep telematico delle somme a saldo e in acconto trattenute sugli emolumenti o sulle rate di pensione relative al mese di agosto. 

  • Intermediari finanziari - Sostitutiva: Banche, Sim e altri intermediari autorizzati devono versare, tramite modello F24 telematico, l’imposta sostitutiva applicata nel mese di luglio sulle plusvalenze regime del risparmio amministrato, del regime del risparmio gestito e sul risultato maturato delle gestioni individuali di portafoglio.

  • Versamenti ISA 2019: i soggetti che si adeguano agli ISA 2019 nella dichiarazione dei redditi, Irap e nella dichiarazione Iva, che hanno scelto il pagamento rateale ed hanno effettuato il primo versamento entro il 1° luglio 2019, devono versare la 4a rata dell'Iva relativa ai maggiori ricavi o compensi indicati nella dichiarazione dei redditi, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,83%. Trattasi invece di 3a rata per chi ha fruito della maggiorazione 0,40% con interessi dello 0,51%.

  • Iva Fatturazione differita: I contribuenti Iva devono provvedere all’emissione e alla registrazione delle fatture differite relative a beni consegnati o spediti nel mese di agosto.

  • Iva Registrazione corrispettivi: I commercianti al minuto e assimilati, nonché gli operatori della grande distribuzione che optano per la trasmissione dei corrispettivi, devono procedere alla registrazione, anche cumulativa, delle operazioni effettuate nel mese di agosto per le quali è stato rilasciato lo scontrino o la ricevuta fiscale.

  • Locazioni brevi - Versamento: i soggetti che esercitano attività di intermediazione immobiliare e quelli che gestiscono portali telematici mettendo in contatto persone in ricerca di un immobile con persone, devono provvedere al versamento della cedolare secca al 21% ovvero versare la ritenuta del 21% operata sui canoni o corrispettivi incassati o pagati nel mese di agosto relativi a contratti di locazione breve.

  • Sostituti d'imposta Premi di produzione: i sostituti d'imposta devono versare l’imposta sostitutiva dell’Irpef e delle addizionali regionali e comunali, nella misura del 10%, sulle somme erogate, nel mese di agosto ai dipendenti del settore privato in relazione al bonus premio di produzione, redditività, qualità, efficienza e innovazione.

  • Versamenti Sostituti d'imposta: devono versare le ritenute operate nel mese di agosto sui redditi di lavoro dipendente e assimilati, redditi di lavoro autonomo, provvigioni, redditi di capitale e redditi diversi.

  • Sostituti d’imposta Conguaglio assistenza fiscale: devono effettuare il versamento delle somme a saldo e in acconto trattenute sugli emolumenti o sulle rate di pensione corrisposte nel mese di agosto.

  • Split payment PA Versamento dell'Iva: le PA devono versare, con modalità telematiche, l'Iva dovuta a seguito di scissione dei pagamenti, cd. split payment tramite modello F24.

  • Tobin Tax: versamento tobin tax ossia dell'imposta relativa ai trasferimenti della proprietà di azioni e di altri strumenti finanziari partecipativi, nonché di titoli rappresentativi dei predetti strumenti effettuati nel mese di agosto.

 

Scadenze fiscali 19, 20 e 25 settembre 2019:

Ecco le date da ricordare per le scadenze fiscali 19 settembre 2019:

  • Enti pubblici - Ravvedimento breve: ultimo giorno per rimediare ai versamenti di imposte o ritenute omessi o insufficienti alla data 20 agosto 2019.

  • Ravvedimento breve Versamenti: ultimo giorno per i contribuenti per mettersi in regola con i mancati o insufficienti versamenti di imposte e ritenute da effettuare entro il 20 agosto.

 

Scadenze fiscali 20 settembre 2019:

  • Comunicazione canone Tv: le imprese elettriche devono comunicare all’Agenzia delle entrate i dati di dettaglio relativi al canone Tv addebitato, accreditato, riscosso e riversato nel mese di agosto.

 

Scadenze fiscali 25 settembre 2019:

  • Intrastat: gli operatori intracomunitari con obbligo mensile devono presentare in via telematica il modello Intrastat - elenchi riepilogativi delle cessioni e/o acquisti di beni e delle prestazioni di servizi intracomunitari effettuati nel mese di agosto.

 

Calendario Scadenze fiscali 30 settembre 2019:

Ecco il calendario con tutte le scadenze fiscali 30 settembre 2019:

  • 5 per mille – Regolarizzazione iscrizioni per gli enti do volontariato.

  • Versamento addizionale bollo auto: ultimo giorno per pagare il Superbollo auto 2019, ossia l'addizionale erariale alla tassa automobilistica, pari a 20 euro per ogni kilowatt di potenza del veicolo superiore a 185 kw con bollo scadente ad agosto 2019.

  • Affrancamento partecipazioni – Imposta sostitutiva: gli esercenti attività d’impresa - che esercitano attività economiche per le quali sono stati approvati gli indici sintetici di affidabilità (Isa) devono versare in un’unica soluzione l’imposta sostitutiva di Irpef/Ires e Irap, con aliquota del 16%, senza alcuna maggiorazione.

  • Assicurazioni estere – Imposta sostitutiva: gli intermediari che esercitano attività economiche per le quali sono stati approvati gli indici sintetici di affidabilità (Isa), devono versare l'imposta sul valore dei contratti assicurativi.

  • Bollo auto: I proprietari di autoveicoli con oltre 35 Kw con bollo scadente ad agosto 2019, residenti nelle regioni che non hanno stabilito termini diversi, devono effettuare il pagamento bollo auto utilizzando una delle seguenti modalità:  bollettino di conto corrente postale, uffici dell’Aci, tabaccherie autorizzate, ACI.

  • Conferimenti o cessioni in favore dei Caf – Sostitutiva: devono versare, in l'imposta sostitutiva delle imposte sui redditi con aliquota del 19% sulle plusvalenze realizzate, senza maggiorazione.

  • Versamenti imposte da Dichiarazioni 2019 Soggetti Ires: se ISA, ultimo giorno per effettuare il versamento, a titolo di saldo 2018 o come prima rata dell'anno 2019, delle imposte risultanti dalle dichiarazioni Redditi Sc 2019, Enc 2019 e Irap 2019, senza interessi, e del saldo Iva 2018, in unica soluzione o come prima rata, risultante dalla dichiarazione annuale, maggiorato dello 0,40%.

  • Elenchi Intra-12: enti non commerciali e agricoltori esonerati devono inviare gli elenchi Intra-12 relativi agli acquisti intracomunitari di beni registrati nel mese di agosto.

  • Dichiarazione Gruppo Iva: per coloro che intendono esercitare l’opzione (o la revoca) per il Gruppo Iva con effetto a decorrere dal 1° gennaio dell'anno successivo.

  • Versamento imprese assicurative: dell’imposta sui premi e accessori incassati nel mese di agosto, nonchè degli eventuali conguagli.

  • Imprese di assicurazione - Riserve matematiche: per le quali sonostati approvati gli ISA, devono effettuare il versamento delle imposte sulle riserve matematiche dei rami vita iscritte nel bilancio d’esercizio.

  • Versamento Iva intracomunitaria: enti non commerciali e agricoltori esonerati devono liquidare e versare l’Iva relativa agli acquisti intracomunitari registrati nel mese di agosto, tramite modello F24 e relativo codice tributo.

  • Noleggio occasionale: i titolari, persone fisiche o società che esercitano attività economiche di noleggio di imbarcazioni e navi da diporto per le quali sono stati approvati gli indici sintetici di affidabilità (Isa), devono versare, in un'unica soluzione, l’imposta sostitutiva delle imposte sui redditi e di eventuali addizionali, pari al 20% sui proventi derivanti da quell’attività, senza nessuna maggiorazione.

  • Invio dati Operatori finanziari: banche, Poste italiane, intermediari finanziari, imprese di investimento, organismi di investimento collettivo del risparmio, società di gestione del risparmi devono comunicare all’Anagrafe tributaria i dati riferiti al mese di agosto relativi ai soggetti con i quali sono stati intrattenuti rapporti di natura finanziaria.

  • Versamenti Redditi 2019 Persone fisiche: le persone fisiche non titolari di partita Iva, che esercitano attività economiche NO ISA, devono versare la 4a rata delle imposte risultanti dal modello Redditi Pf 2019, con interessi pari allo 0,98%. Trattasi della 3a rata per chi ha scelto la reteizzazione e la maggiorazione allo 0,40%. In questo caso gli interessi sono pari allo 0,66%.

  • Redditi Pf 2019 cartaceo - Presentazione tardiva: ultimo giorno per sanare l'omessa presentazione del modello Unico cartaceo.

  • Riallineamento - Imposta sostitutiva: devono effettuare il versamento della rata dell'imposta sostitutiva dell'Irpef, dell'Ires e dell'Irap sulle deduzioni extracontabili.

  • Rivalutazione beni d'impresa - Sostitutiva: devono versare, in un'unica soluzione, l’imposta sostitutiva sul maggior valore attribuito ai beni in sede di rivalutazione, pari al 16% per i beni ammortizzabili e del 12% per i beni non ammortizzabili.

  • SIIQ - Imposta sostitutiva: devono effettuare il versamento della rata dell'imposta sostitutiva dell'Ires e dell'Irap sulle plusvalenze realizzate su immobili destinati a locazione.

  • Sostituti minimi – Versamento ritenute: devono versare le ritenute operate nel 2018 sui redditi di lavoro autonomo, ivi comprese quelle su indennità di cessazione del rapporto di agenzia e quelle alla fonte su provvigioni.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA