Scontrino elettronico soggetti esonerati, esclusi dall'obbligo

Scontrino elettronico soggetti esonerati obbligo corrispettivi telematici decreto Mef esclusi tabaccai, giornalai, tassisti, venditori di prodotti agricoli

Scontrino elettronico soggetti esonerati: In base a quanto previsto da due decreti MEF, sono stati individuati i soggetti esclusi dall'obbligo scontrino elettronico partito ufficialmente per tutti dal 1° gennaio 2020.

 

Tra i soggetti esclusi dallo scontrino elettronico ci sono oltre ai tabaccai, giornalai, tassisti, attività marginali e venditori di prodotti agricoli già individuati dal passato decreto, ora anche tutti i soggetti che, in base alla legislazione vigente, sono esclusi dall'obbligo della certificazione dei corrispettivi.

Sono pertanto esentati dalla nuova modalità di certificazione dei corrispettivi partita 1° gennaio 2020, i soggetti che effettuano prestazioni di trasporto pubblico collettivo di persone e di veicoli e bagagli al seguito, con qualunque mezzo esercitato, per le quali il biglietto di trasporto assolve alla funzione di certificazione fiscale.

 

 

Andiamo a vedere quindi nello specifico, cosa prevedono i due decreti Mef e chi sono i soggetti esclusi dallo scontrino elettronico 2020.

 

Scontrino elettronico, i due decreti Mef:

Scontrino elettronico decreti Mef: in base a quanto previsto dal testo dei due decreti Mef  vi sono delle categorie di esercenti esonerati dal nuovo obbligo di certificazione dei corrispettivi e dunque dal cd. scontrino elettronico.

 

Tra i soggetti esclusi dallo scontrino elettronico che sono stati fissati nel primo decreto Mef ci sono: tabaccai, tassisti, giornalai e attività marginali. Con il secondo decrto Mef, si sono poi aggiunti i soggetti che effettuano prestazioni di trasporto pubblicocollettivo di persone e di veicoli e bagagli al seguito, con qualunque mezzo esercitato, per le quali il biglietto di trasporto assolve alla funzione di certificazione fiscale.

 

In pratica, i decreti del MEF, stabiliscono chi sono gli esoneri dall'obbligo di memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei dati degli incassi giornalieri.

 

Scontrino elettronico soggetti esonerati:

Scontrino elettronico soggetti esonerati: secondo quanto previsto dal primo decreto Mef, i soggetti esonerati dall’obbligo di emissione dello scontrino elettronico sono tutti i soggetti che sono esclusi attualmente dalla normativa sulla certificazione dei corrispettivi.

 

In base a quanto previsto all'articolo 1, alla lettera b del primo comma, del decreto, infatti, viene stabilito che non devono adeguarsi allo scontrino elettronico 2020 e quindi alla nuova modalità di certificazione dei corrispettivi, i seguenti soggetti:

 

Scontrino elettronico soggetti esclusi:

  • tabaccai;

  • giornalai;

  • venditori di prodotti agricoli;

  • chi presta servizi di telecomunicazione, radiodiffusione;

  • chi effettua servizi di trasporto pubblico di persone e veicoli.

 

Sono altresì esclusi dall'obbligo dello scontrino elettronico 2020:

  •  gli esercenti impianti di distribuzione di carburante per le operazioni diverse da quelle di cessioni di benzina e gasolio i cui compensi o ricavi non superino l’1% del volume d’affari dell’anno precedente.

  • soggetti che prestano servizio di gestione delle lampade votive nei cimiteri.

  • soggetti che effettuano prestazioni di trasporto pubblicocollettivo di persone e di veicoli e bagagli al seguito, con qualunque mezzo esercitato, per le quali il biglietto di trasporto assolve alla funzione di certificazione fiscale.

 

Fatture semplificate aumento soglia e alternative allo scontrino digitale

Con il decreto Mef che ha individuato i soggetti esclusi dall'obbligo dello scontrino elettronico, è stato firmato dal ministro Tria anche un secondo decreto Mef che introduce due novità importanti per le fatture semplificate:

  • l'innalzamento da 100 a 400 euro del limite per l'emissione delle fatture semplificate. Tali fatture, hanno il vantaggio di contenere solo alcuni dati;

  • la possibilità per i contribuenti, di scegliere di utilizzare la fattura semplificata emessa in formato elettronico al posto dello scontrino elettronico.

Il ministero dell'Economia ricorda anche come l'introduzione dello scontrino elettronico vada ad aggiungersi alla fatturazione elettronica, facendo così parte del processo di digitalizzazione delle certificazioni fiscali.

 

In arrivo nel 2020 anche un'altra novità che riguarda tutti i cittadini: la lotteria degli scontrini associata proprio al nuovo sistema di pagamento e fatturazione ma anche la sospensione sanzioni scontrino elettronico fino al 30 giugno 2020.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA