Taglio del cuneo fiscale 2020 da luglio, novità in Legge di Bilancio

«Taglio del cuneo fiscale 2020 in busta paga bonus 95 euro per redditi 35mila euro, a chi spetta e cosa cambia lavoratori novità in Legge di Bilancio»

Taglio del cuneo fiscale 2020 in busta paga con un bonus 95 euro redditi fino a 35.000 euro: è questa una delle ultimissime novità di cui presto potranno beneficiari i lavoratori dipendenti con redditi fino a 35.000 euro lordi. 

 

Nella Nota di aggiornamento al DEF e in base alla prima bozza di testo della Legge di Bilancio 2020 approvata in CdM, c'è la chiara intenzione del Governo Conte bis, di confermare il taglio del cuneo fiscale a completo beneficio dei lavoratori.

 

Sebbene manchino ancora tanti dettagli sul nuovo intervento che farà parte del nuovo decreto fiscale collegato alla Legge di Bilancio 2020, ecco quali sono le prime considerazioni e dalle ultime notizie al riguardo.

 

In pratica ecco le ultime novità che riguardanol taglio del cuneo fiscale:

1) Il bonus cuneo fiscale in busta paga da luglio 2020: l'aumento in busta paga de lavoratori grazie al taglio del cuneo fiscale arriverà da luglio.

 

2) Il taglio del cuneo fiscale 2020 porterà ad un aumento in busta paga di circa:

  • 15 euro al mese per chi già prende il bonus da 80 euro pieno e quindi ha un reddito tra gli 8 mila e i 24 mila euro lordi l’anno;

     

  • 33 euro al mese per chi prende un bonus parziale ed ha quindi è tra i 24 mila e i 26.600;

     

  • 95 euro per chi non lo prende affatto e quindi è tra i 26.600 e i 35 mila. 

Il segretario Pd Nicola Zingaretti ha tenuto a ricordare che "l’anno seguente c’è l’impegno a raddoppiare". Il raddoppio è del resto previsto nero su bianco nella Nadef, che prevede uno stanziamento di 2,7 miliardi per il 2020 e 5,4 miliardi per il 2021.

 

Tutti questi aspetti insieme a quelli più tecnici, saranno comunque oggetto di discussione con le parti sociali e saranno dettagliati solo nella legge di Bilancio e nel decreto fiscale.

 

La riduzione delle tasse in busta paga 2020 riguarderà circa 15 milioni di lavoratori. Il bonus consisterà in poco più di mille euro l’anno e potrebbe entrare in vigore già da maggio, riguardando tutti i lavoratori con redditi non superiori ai 35mila euro. In totale si tratta di un investimento da 16 miliardi di euro in tre anni, con 15 milioni di lavoratori che vedranno una riduzione delle tasse in busta paga.

 

Il bonus andrebbe anche a chi non prende gli 80 euro di Renzi, ovvero chi ha redditi tra i 26.600 e i 35mila euro per circa 4,5 milioni di lavoratori.

Obiettivo del taglio del cuneo fiscale è anche quello di superare, come cifra, il bonus Renzi che consiste in 80 euro al mese, ossia 960 annuali, e riguarda 10milioni di persone.

 

Taglio Cuneo fiscale in busta paga da luglio 2020:

Taglio cuneo fiscale da luglio 2020 in busta paga: in base alle ultime novità arrivate con l'approvazione della Nota di aggiornamento al Def, e del testo della Legge di Bilancio in CdM, dal 2020, grazie alla Legge di Bilancio 2020 cuneo fiscale, potrebbe esserci l'avvio di una misura fortemente voluta sia dal Movimento 5 stelle che dal Partito Democratico: il taglio del cuneo fiscale 2020.

 

Dal momento però che le risorse economiche disponibile per la nuova Manovra sono quelle che sono, si pensi ai 23,1 miliardi per la sterilizzazione dell'aumento IVA 2020, il prossimo anno, potrà esserci solo un avvio parziale del taglio del cuneo fiscale per i lavoratori dipendenti che già oggi percepiscono il bonus Renzi, con un limite di reddito però a 26.000 euro lordi l'anno.

 

I beneficiari, secondo quanto emerso nelle ultime ore, saranno i contribuenti con redditi fino a 35.000 euro e chi già beneficia del bonus Renzi.

 

In base alle ultime notizie in tema di Manovra 2020 cuneo fiscale, è l'aumento di risorse da parte del governo al taglio del cuneo fiscale che arriva così a 3 miliardi di euro con effetti da luglio 2020 per i lavoratori. Dal 2021, le risorse dovrebbero arrivare a 6 miliardi con effetti anche sulle imprese.

 

Cuneo fiscale 2020: scaglioni di reddito con aumento in busta paga

Taglio del cuneo fiscale 2020: quanto spetta in più in busta paga? Dettagli sul nuovo intervento di riduzione del cunero fiscale ancora non ci sono ma in base alle ultimissime indiscrezioni del vice ministro all’Economia Antonio Misiani, adesso si può capire quanto vale il taglio in busta dei lavoratori.

 

Il taglio del cuneo fiscale 2020 prevede un aumento in busta paga da luglio di:

  • Bonus cuneo fiscale di 15 euro al mese per chi già prende il bonus da 80 euro pieno e quindi ha un reddito tra gli 8 mila e i 24 mila euro lordi l’anno;

     

  • Bonus cuneo fiscale di 33 euro al mese per chi prende un bonus parziale ed ha quindi è tra i 24 mila e i 26.600;

     

  • bonus cuneo fiscale 2020 pari a 95 euro per chi non lo prende il bonus Renzi ed ha quindi redditi tra i 26.600 e i 35 mila. 

Dal 2021, il taglio sale da 3 miliardi a 6 miliardi e riguarderà anche le imprese.

 

Taglio cuneo fiscale 2020 a chi spetta?

A chi spetta il taglio del cuneo fiscale? Il taglio del cuneo fiscale dal 2020 spetta a 2 categori di lavoratori:

  • lavoratori già beneficiari del bonus Renzi di 80 euro e sarà pari a 15 euro per chi prende intero il bonus e 33 euro per coloro che lo prendono in parte.

  • lavoratori non beneficiari del bonus Renzi con redditi da 26.000 euro a 35.000 euro, per loro bonus di 95 euro al mese in busta paga.

Il segretario Pd Nicola Zingaretti, infatti, ha tenuto a ricordare che "l’anno seguente (2021) c’è l’impegno a raddoppiare". Il raddoppio è del resto previsto nero su bianco nella Nadef, che prevede uno stanziamento di 2,7 miliardi per il 2020 e 5,4 miliardi per il 2021.

 

Sarà con l'approvazione defintiva del testo definitivo della Legge di Bilancio 2020 che si avranno maggiori dettagli, anche per quel che riguarda i contribuenti in no tax area, percettori quindi di redditi inferiori agli 8.000 euro, i cd. incapienti, che sebbene bisognose non possono accedere ai bonus fiscali.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA