Targa personale: cos’è come funziona, nuove regole, costo e vantaggi

«Targa auto personalizzata cos’è come funziona per auto moto veicoli, regole portabilità targhe, costi e vantaggi, cosa prevede nuova norma targa personale»

Targa personale e portabile, è questa la novità proposta e riscritta dal ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli, riprendendo una norma del 2010 ma poi mai attuata.

 

In pratica, secondo lo schema di regolamento fatto riscrivere dal ministro, potrebbe arrivare in Italia, la targa personale che non vada di pari passo con vita del veicolo, cioè dall’immatricolazione alla demolizione ma con quella del proprietario del veicolo.

 

Si badi bene però che la norma non parla di targa auto personalizzata con propri nomi, numeri e sigle ma di targa personale da portare con sé nei successivi 15 anni, dopo i quali, alla prima pratica burocratica che dovesse coinvolgere la carta di circolazione, si dovrebbe richiedere il rinnovo in modo tale da ristampare la stessa targa ed eventualmente passata su un nuovo o vecchio veicolo purché appartenente alla stesa categoria del precedente.

 

Ma entriamo più nello specifico e andiamo a vedere la Targa auto personale cos’è e come funziona, regole, costo e vantaggi.

 

Targa personale cos’è?

Che cos’è la targa personale? La targa personale non è una novità di oggi ma è una novità introdotta con la mini riforma del Codice della strada decreto legge 120/2010 che fino ad oggi non è mai stata attuata.

Ora però, il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, ha deciso di riproporla riscrivendo lo schema di regolamento che prevede appunto la targa personale e portabile.

 

Secondo quindi quanto previsto dallo schema di regolamento scritto dal ministro Toninelli, qualora approvato in modo definitivo e senza modifiche, arriverebbe anche in Italia, ai sensi del comma 3-bis dell’articolo 10, la targa personale per chiunque acquisti un nuovo veicolo: autoveicolo, motoveicolo o rimorchio.

 

In quanto, la targa del nuovo veicolo diventerebbe per il proprietario dell'auto, la propria targa personale per i successivi 15 anni, dopo i quali, alla prima pratica burocratica che coinvolga la carta di circolazione, la targa personale andrebbe rinnovata e ristampata sempre uguale ed eventualmente passata su un altro veicolo, qualora ne fosse acquistato uno nuovo.

 

Targa personale come funziona:

Targa personale come funziona: secondo il nuovo schema di regolamento ecco come funziona la Targa personale:

 

- Targa personale non significa targa auto personalizzata o personalizzabile: la norma prevista al comma 3 dell'articolo 10 del decreto 120/2010 riscritto dal ministero, specifica infatti che si tratta di una targa personale che segue il proprietario, proprio come già accade oggi per i ciclomotori. 

Per cui niente nomi, numeri personali o sigle ma solo numeri normali di targa attribuiti ai sensi di legge al momento dell'immatricolazione, che seguiranno il proprietario anche in caso di cambio veicolo.

 

- La targa personale segue solo i veicoli appartenenti alla stessa categoria, auto con auto, moto con moto, rimorchio con rimorchio. 

 

- La targa personale non può essere la stessa per tutti i veicoli di proprietà, per cui per chi possiede due auto avrà due targhe personali, e così via.

La targa personale auto, moto, rimorchi è soggetta al rinnovo e ristampa ogni 15 anni.

 

Targa auto personale portabile in caso di acquisto di un nuovo veicolo:

Cosa succede alla targa auto personale in caso di nuovo acquisto? In caso di acquisto di una nuova auto, moto o rimorchio, anche in leasing, si verifica la cd. portabilità della targa auto.

Ecco i casi di targa auto portabile:

  • chi acquista il veicolo non dispone di una targa personale, in questo caso va segnalato al concessionario che in sede di immatricolazione della nuova auto farà assegnare la targa personale al neo proprietario. 

  • chi acquista ha già una targa personale, in questo caso la targa segue il nuovo veicolo.

Nel momento in cui il titolare di una targa auto personale procede all’acquisto di una nuova auto, è tenuto a comunicare al concessionario di esserne in possesso in modo che al mezzo nuovo non venga assegnata una targa. Tale operazione di "passaggio" comporta un risparmio di 41,78 euro.

 

Targa personale in caso di passaggio di proprietà veicolo usato:

Cosa succede alla targa auto personale in caso di auto usata:

Nel caso di acquisto di una auto usata e quindi di passaggio di proprietà, ecco cosa può succedere:

  • chi vende l'auto trattiene la sua targa personale;

  • chi compra passa la sua targa personale alla nuova auto usata o compra una nuova targa;

  • chi vende senza acquisto, riconsegna la targa alla Motorizzazione entro un 1 anno.

 

Targa personale auto Casi particolari:

Ecco alcuni casi particolari della targa personale auto:

  • auto provvisoria per più di 30 giorni: in questo caso è necessario applicare la targa dell'utilizzatore, fatta eccezione per le concessioni in comodato dei veicoli ed il noleggio senza conducente;

  • chi ha più veicoli deve avere più targhe personali, in quanto non è possibile utilizzare la stessa targa più auto, moto o rimorchi.

  • in caso di dismissione del veicolo e in assenza di acquisto di un altro veicolo, la targa va staccata e riconsegnata alla motorizzazione entro 12 mesi.

  • auto storiche sono escluse dalle regole della targa personale. In pratica per i veicoli d'interesse storico e collezionistico (quindi con le caratteristiche previste dall’articolo 60, comma 4, del Codice della strada) la targa seguirà il mezzo e non il proprietario.

 

Targa personale costo e vantaggi:

Targa personale costo e vantaggi: qualora la norma della targa personale fosse approvata ecco i costi e i benefici ne deriverebbero:

  • risparmio di 41,78 euro in caso di acquisto di una nuova auto;

  • gestione della targa personale complicata per le PA e noleggiatori con grandi flotte.

  • 4 i paesi che in Europa hanno già adottato questo tipo di targa:  Austria, Belgio, Slovacchia e Svizzera.

  • Lo Stato però non ci guadagna perché a parità di minori stampe di targa ci sarebbe meno guadagno per il Poligrafico.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA