EditorialiOpinioniAnalisiInchiesteIntervisteScenariFirme
a tu per tu con Gilles

Gilles Rocca: intervista all'attore nel cast di Ballando con le Stelle

Gilles Rocca, concorrente di Ballando con le Stelle 2020, ci parla del programma e della giuria. E sui voti dice: «L'importante è che ci sia onestà»

26 settembre 2020 18:43
Gilles Rocca: intervista all'attore nel cast di Ballando con le Stelle

Attore di fiction e cinema, regista di cortometraggi, docufilm video musicali, ex calciatore e ora concorrente di Ballando con le stelle.

Gilles Rocca ha esordito come attore nella famosa serie TV “Carabinieri”: era il 2005 e da allora non si è più fermato.

 

Ha visto crescere la sua fama di recente, in seguito a una brevissima apparizione in diretta durante il Festival di Sanremo 2020, dove stava lavorando dietro le quinte. Il suo fascino non è passato inosservato: i suoi follower su Instagram sono così aumentati in maniera esponenziale in poche ore, passando da 4000 a 11 mila. Il profilo è stato poi hackerato e Gilles ha dovuto aprirne uno del tutto nuovo lo scorso 15 settembre. 


Ma chi è davvero Gilles Rocca? Lo abbiamo chiesto proprio a lui, nell’intervista che ci ha rilasciato tra una prova e l’altra di Ballando con le Stelle.

Hai alle spalle una lunga carriera come attore e regista, ma sei stato anche un calciatore. La tua popolarità è scoppiata sui social grazie al Festival di Sanremo, quando sei stato inquadrato per pochi secondi durante l’ormai famosa lite tra Morgan e Bugo. Ti trovavi sul palco dell’Ariston per dare una mano all’azienda di famiglia e ora sei un concorrente di Ballando con le Stelle, in coppia con Lucrezia Lando. Quante vite ha Gilles Rocca?

Gilles Rocca: Ho scelto di fare l'attore proprio per vivere più vite in una vita sola: un giorno un killer, un prete, un ragazzo gay, un latin lover e in questo caso la sfida con "Ballando con le Stelle" è meravigliosa perché posso sentirmi addirittura un ballerino.

Hai ricevuto dei premi sia come attore che come regista. Sei stato premiato con il Tulipano di Seta Nera per il cortometraggio “Duchenne”, che racconta il dramma della distrofia muscolare. Come mai hai scelto questo tema?

Gilles Rocca: Duchenne è un docu-film che ho scritto dopo aver incontrato Simone Gaito, un ragazzo con la distrofia muscolare di Duchenne. Mi sono appassionato alla sua storia e a quella di sua madre: un'eroina dei nostri giorni. Una donna che con i pochi soldi ricevuti dallo Stato, e non potendo lavorare dovendo occuparsi di suo figlio disabile al 100% dalla mattina alla sera, riesce a mandare avanti la sua vita con il sorriso. Li ho seguiti per quattro mesi e abbiamo girato questo docu-film che ci ha dato tante soddisfazioni. Vedere in prima persona le difficoltà di questa famiglia e soprattutto la forza che hanno per andare avanti nonostante tutto è davvero una lezione di vita.

Di recente il tuo profilo Instagram è stato hackerato: hai scoperto cos’è successo?

Gilles Rocca: Non ho scoperto né il motivo né il perché sia stato hackerato. Ci sono persone che non hanno niente da fare nella vita e cercano forse di provare a distruggere quella degli altri ma la mia vita è oltre i social e oltre il mio profilo Instagram per fortuna! Ad ogni modo il danno c'è stato perchè "Ballando con le Stelle" quest'anno considera il voto tramite social e forse partire avendo 30mila followers avrebbe potuto darmi qualcosa in più. Ad ogni modo lascio la cattiveria alle persone cattive e vado avanti.

Tornando a Ballando con le Stelle, come hai vissuto le vicissitudini legate al Covid-19?

Gilles Rocca: È stato un momento difficile per tutti, dovevamo iniziare a marzo, poi a fine maggio c'è stata anche l'ipotesi estiva. Quando sono stati trovati i positivi ed era tutto pronto per iniziare è stato come vivere un incubo per un'altra volta. È capitato di fare un giorno di lavoro e poi 5/6 giorni di pausa per capire chi di noi fosse positivo e credo che al di là di noi concorrenti sia stato difficile per tutti quelli che ci ruotano intorno in particolare per gli addetti ai lavori, davvero tante famiglie.

Che ne pensi dei giudizi di Selvaggia Lucarelli? Che voto daresti tu alla giuria del programma?

Gilles Rocca: Con Selvaggia non ho avuto ancora un vero confronto, mi ha dato il voto della prima serata però non ha avuto il tempo di argomentare. Io non sono uno che giudica le persone per partito preso in base al rapporto che hanno con gli altri, aspetto di avere un rapporto personale prima di poterle giudicare. Il voto che darei alla giuria? È ancora troppo presto per darne uno, ho bisogno ancora di un po' più di tempo per valutarli. Bisognerà capire anche come vengo valutato, se vengo valutato con onestà e i voti sono negativi li accetto: l'importante che ci sia onestà nei voti. 

Secondo te chi potrebbe vincere questa edizione di Ballando?

Gilles Rocca: Non ne ho la più pallida idea, ci sono tante persone che hanno le carte in regola sia nella crescita del ballo sia sotto il punto di vista della propria storia personale: potrebbe vincere chiunque, credo sia ancora presto.

Conosciamo il tuo volto pubblico, ma come sei nella vita privata?

Gilles Rocca: È il mio rifugio, non mi piace parlarne in pubblico, è il posto dove amo stare quando si chiudono i riflettori: ne sono molto geloso.

Potresti darci qualche anticipazione sui tuoi progetti futuri? Hai un sogno nel cassetto da realizzare?

Gilles Rocca: Prima di iniziare "Ballando con le Stelle" ho girato una fiction che si chiama "La Fuggitiva" insieme a Vittoria Puccini per la regia di Carlo Carlei. Il mio sogno più grande è realizzare la mia opera prima "Metamorfosi", un film che ho scritto insieme a Miriam Galanti sul femminicidio, tratto dal mio omonimo cortometraggio vincitore di tanti premi e divenuto documento ufficiale del Ministero degli Interni. Avevamo già iniziato la ricerca a livello produttivo, avute le lettere d'intenti di molti attori prima del Covid ma poi ci siamo dovuti fermare.

 

Chi è Gilles Rocca? Biografia e carriera

Gilles Rocca nasce a Roma nel 1983. Coltiva il sogno di diventare calciatore: nel 2004 partecipa al reality “Campioni” ma a 21 anni, a causa di un infortunio, lascia il mondo del calcio per dedicarsi a quello dello spettacolo.


Nel 2005 esordisce nella celebre serie TV “Carabinieri”, mentre nel 2006 recita in “Distretto di Polizia 6”. Nel 2008 vince il premio miglior attore “Volami nel cuore”.


Tra il 2009 e il 2019 interpreta diversi ruoli in altre fiction di successo come "Ris", "I Cesaroni", "Don Matteo", "Sangue caldo", "Rimbocchiamoci le maniche", "Le tre rose di Eva", "L’Aquila- grandi speranze" e "Nero a metà".


Il suo esordio sul grande schermo avviene nel 2014: ottiene infatti il ruolo di protagonista nel film “I tre tocchi” di Marco Risi. La sua carriera cinematografica continua partecipando al film “Natale a Londra” nel 2016 e “Come si fa a vivere così” nel 2017.

Gilles Rocca però non è solo un attore: infatti si appassiona presto anche alla regia. Inizia a dirigere videoclip musicali, cortometraggi e docufilm.

 

Il suo corto “Metamorfosi”, che affronta il tema del femminicidio, diventa documento ufficiale del Ministero degli Interni e arriva a rappresentare l’Italia in Europa al Consiglio Europeo dei Ministri nella lotta contro la violenza di genere.


Nel 2018 il suo docu-film "Duchenne" ottiene il premio “Tulipani di seta nera”, Festival internazionale dedicato al film corto a tema.

 

Nello stesso anno si aggiudica il “Premio Massimo Troisi” per il miglior cortometraggio “Casting die- rector”.

 

Nel 2020 è uno dei concorrenti del programma "Ballando con le stelle", in coppia con Lucrezia Lando.

Gilles Rocca: età, data di nascita, altezza, fidanzata, curiosità 

Gilles Rocca età: ha 37 anni.

 

Gilles Rocca altezza: è alto 180 cm.


Gilles Rocca peso: circa 80 kg.


Gilles Rocca data di nascita: 12 gennaio 1983.


Gilles Rocca luogo di nascita: è nato a Roma.


Gilles Rocca fidanzata: Gilles Rocca è fidanzato da molti anni con l’attrice Miriam Galanti.


Gilles Rocca curiosità: pratica diversi sport, come calcio, nuoto e boxe e ama andare in moto.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA