Alitalia news, Patuanelli: newco partirà a giugno con oltre 90 aerei

Alitalia nascita e storia della compagnia di bandiera italiana, la privatizzazione, crisi e rilancio, l'emergenza Coronavirus, i progetti per il futuro

27 aprile 2020 12:23
Alitalia news, Patuanelli: newco partirà a giugno con oltre 90 aerei

Alitalia news 27 aprile: la newco partirà a giugno


La newco Alitalia dovrebbe partire a giugno, ma non con una flotta limitata come indicato dalle indiscrezioni circolate in precedenza. Avrà più di 90 aerei sui 113 attuali. Il passaggio al nuovo assetto sarà effettuato con l'affitto dei rami d'azienda dalla "old company"; il prestito di 400 milioni concesso prima dell'emergenza, basterà ad accompagnare l'amministrazione straordinaria fino a maggio.

 

Lo ha annunciato il Ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli, che  ha fatto il punto sul futuro della compagnia di bandiera durante un'audizione alla Camera in videoconferenza.

 

Alitalia sarà 100% pubblica, almeno in una fase iniziale: "Ma poi ritengo che possa essere valutato in un momento successivo l’eventuale mantenimento totale della compagnia in mano pubblica" ha sottolineato.  

 

C'è poi la questione legata agli esuberi, che non potrà essere a zero, come evidenziato dal Ministro; ma "l'accompagnamento che si farà tra la oldco e la newco dovrà garantire la massima tutela occupazionale".

 

 

Alitalia: il calo del fatturato e il nodo allenze

A causa dell'emergenza Coronavirus, che ha creato una profonda crisi in tutto il settore, Alitalia ha subito un calo del fatturato dell'87,6% al 22 aprile. Il mercato è però fermo per tutti.

 

Patuanelli è convinto che, nel momento in cui ci sarà la ripresa del mercato aereo, Alitalia partirà alla pari con tutti gli altri competitor e quindi  "potrà scalare fasce di mercato".

 

Resta l'incognita delle alleanze: infatti Alitalia dovrà decidere se restare in SkyTeam oppure se passare in StarAlliance. Il 21 maggio scade infatti l'antitrust transatlantica, dando inzio al periodo in cui non ci sarà più il codesharing con Delta e le compagnie di SkyTeam. 

 

Un tema che sarà di competenza del Mit e del Mef- azionista di riferimento della newco- insieme all'amministrazione straordinaria e alla newco, ha spiegato il Ministro.

 

Aggiungendo che lo stand alone "è una situazione che può avere un percorso limitato, ma non può essere l'obiettivo della nostra compagnia di bandiera".

 

 

Alitalia: pubblica e con una mini flotta. L'incontro sindacati-governo:

Lunedì il 23 marzo 2020 si è tenuto l’incontro, in videoconferenza, sul tema Alitalia. Hanno partecipato i sindacati, il Ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli, i ministri dei trasporti Paola De Micheli e del Lavoro Nunzia Catalfo e il commissario Leogrande.

 

Come alternativa al fallimento, per una liquidità in cassa che sta terminando, la FILT CGIL riferisce che “è stata comunicata l’idea di arrivare in tempi brevi, poco più di un mese, alla costituzione di una nuova Alitalia a partecipazione statale.”

 

Il progetto su cui si sta lavorando prevede di aprire una board con la partecipazione dei rappresentanti dei lavoratori e di partire con una flotta ridotta di 25-30 aerei, rispetto ai 113 di oggi. 

 

Alitalia, le dichiarazioni dei sindacati:

“Il nostro giudizio rimane sospeso su quanto non si è discusso e che deve necessariamente essere oggetto di confronto sin dai prossimi giorni, sulle modalità di nascita della newco e sul suo perimetro, sull’organico dei lavoratori, sulla dimensione della flotta e sui progetti di crescita che si devono mettere necessariamente in campo in previsione della ripartenza del mercato”  hanno dichiarato il segretario generale della Uil, Carmelo Barbagallo, e il segretario generale della Uiltrasporti, Claudio Tarlazzi.

In merito alla nazionalizzazione, già contenuta del Decreto "Cura Italia" per fronteggiare l'emergenza Coronavirus in vigore dal 17 marzo, Salvatore Pellecchia, Segretario Generale Fit-CISL ha dichiarato: "La nazionalizzazione ha soprattutto un aspetto positivo: consente ad Alitalia di uscire dal regime di commissariamento, che l'ha tenuta immobile per circa tre anni. Questo passo però non è sufficiente se non è accompagnato dal rilancio della compagnia."


Per definire nei dettagli il progetto industriale della Nuova Alitalia saranno organizzati ulteriori incontri con il Mise, il Ministero del Lavoro e Ministero dei Trasporti a partire dalla prossima settimana.

Rimane da definire la CIGS per la quale Alitalia ha avanzato la richiesta di un’ulteriore proroga fino al 31 ottobre e per un numero più elevato di dipendenti: ossia circa 4000 sui 1020 a rotazione scaduta lo scorso 23 marzo.

 

Una cifra già programmata da Alitalia prima dell’emergenza Coronavirus: non si esclude possa essere quindi aumentato.

Alitalia: nascita e storia

Alitalia, la fondazione della compagnia di bandiera italiana il primo volo nazionale della compagnia Alitalia-Aerolinee italiane avviene il 5 maggio 1947 da Roma a Catania con un Fiat G-12 E.


Il primo volo internazionale è un Roma-Oslo con 38 passeggeri a bordo, avvenuto due mesi dopo.


Nel 1950 le hostess indossano le divise disegnate dalle sorelle Fontana, vengono introdotti i quadrimotori DC4 e a bordo iniziano a essere distribuiti pasti caldi.


Alitalia si fonde con Linee Aeree Italiane nel 1957: l’azienda conta così 3000 dipendenti e una flotta di 37 aerei. La compagnia sale al dodicesimo posto, dal ventesimo, nella classifica internazionale degli aerei.

 

Nel 1960 Alitalia diventa la compagnia ufficiale delle Olimpiadi di Roma: entrano in servizio i primi jet e raggiunge un milione di passeggeri.
In questo stesso anno viene inaugurato l'aeroporto Leonardo da Vinci di Fiumicino.

 

Tra il 1969 e il 1970 Alitalia presenta il suo nuovo logo ed entra in flotta il Jumbo Boeing 747.

Nei primi anni Novanta arrivano i nuovi MD11 dall'ampia autonomia di volo: ossia oltre 12.000 chilometri.
Giorgio Armani disegna le nuove divise e collabora anche agli interni dei nuovi aerei.

 

Nel 2001-2002 Alitalia entra a far parte del gruppo SkyTeam, insieme con Air France, Delta Air Lines, Korean Air, Aeromexico e CSA Czech Airlines.

 

Dopo diverse crisi e a rischio bancarotta, Nel 2009 Alitalia diventa compagnia privata, mentre dal 1 gennaio 2015 diventa operativa la nuova Alitalia SAI SpA, compagnia a maggioranza italiana, con il 49% Etihad Airways nel capitale, la compagnia di bandiera degli Emirati Arabi Uniti.

 

Nel maggio 2017 l'Assemblea degli azionisti di Alitalia, data la grave situazione economica, patrimoniale e finanziaria della Società, e il venir meno del supporto dei Soci, decide di presentare l'istanza di ammissione alla procedura di amministrazione straordinaria, come disposto dalla legge. 


Viene concesso un prestito-ponte di 900 milioni di euro; il Ministero dello Sviluppo Economico nomina Luigi Gubitosi, Enrico Laghi e Stefano Paleari amministratori straordinari.


Nel 2019 subentra Giuseppe Leogrande come commissario unico; viene erogato un nuovo finanziamento di 400 milioni di euro.

 

Il 5 marzo 2020 viene pubblicato un nuovo bando di manfestazione d'interesse per l'acquisizione delle attività aziendali facenti capo ad Alitalia SAI SpA e Alitalia Cityliner SpA, entrambe in amministrazione straordinaria, con scadenza 18/03/2020.

 

Sempre nel mese di marzo 2020, a causa dell'emergenza Coronavirus, viene prospettata quindi la nazionalizzazione della compagnia.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA