Coronavirus Sindacati: nuovo elenco attività essenziali arriva decreto

Coronavirus ultime notizie rivisto elenco attività essenziali, Landini segretario CIGL, età moglie e figli, quanto guadagna, biografia del sindacalista

Coronavirus ultime notizie Sindacati: c'è l'accordo tra governo e sindacati, saràò quindi rivisto l'elenco delle attività produttive considerate essenziali e indispensabili, in questa fase, per il Paese.

 

Al termine dell'incontro tra i ministri dell'Economia, Roberto Gualtieri, e dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, ed i segretari generali di Cgil Maurizio Landini, Cisl Annamaria Furlan e Uil Carmelo Barbagallo, i segretari hanno riferito c'è l'intesa dei sindacati con il governo, raggiunta nel corso del confronto conclusivo, già terminato. Il decreto ministeriale potrebbe arrivare già tra poche ore.

 

Coronavirus ultime notizie Scioperi confermati oggi 25 marzo: gli scioperi dei metalmeccanici in Lombardia e nel Lazio proclamati per oggi 25 marzo sono confermati.

 

Lo riferiscono i sindacati spiegando nel nuovo incontro previsto per oggi all 12:00, si va verso l'accordo con il Governo sulle attività da chiudere per l'emergenza Coronavirus.

 

Gli scioperi sono in corso e riguardano tutta l'industria metalmeccanica i cui comparti non sono stati chiusi per effetto del Dpcm 22 marzo 2020 al di fuori delle attività legate a quella ospedaliera e sanitaria e alla produzione di macchine per questa attività.

 

Coronavirus: pronti gli scioperi. Landini: «Prima la salute»: Con una lettera congiunta, I Segretari generali di Cgil, Cisl e Uil ossia Maurizio Landini, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo hanno chiesto al ministro dell’Economia e delle Finanze, Roberto Gualtieri e al ministro dello Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli, un incontro urgente in relazione al Dpcm del 22 marzo.

Secondo quanto dichiarato dai sindacati, non tutte le attività industriali e commerciali del governo sono essenziali; chiedono quindi che l’elenco venga rivisto, in modo da tutelare la sicurezza e la salute di chi lavora.

Intanto sono in programma, sempre per la giornata odierna, i primi scioperi delle aziende metalmeccaniche della Lombardia.

 

Chi è Maurizio Landini segretario CGIL, biografia e carriera:

Maurizio Landini, chi è: Maurizio Landini è un sindacalista, attuale segretario generale della CGIL.


Nato nel 1961 a Castelnovo De’Monti, in provincia di Reggio Emilia, è il quarto di 5 figli: i suoi genitori sono una casalinga e un cantoniere ex partigiano.

 

Cresciuto a San Polo d’Enza con la passione per il calcio, inizia a lavorare a 15 anni come apprendista saldatore in una cooperativa metalmeccanica di Reggio Emilia dopo aver abbandonato le scuole superiori alla fine del secondo anno.


Non si hanno molte notizie sulla sua vita privata: è sposato da diversi anni ma non è noto il nome della moglie.

Maurizio Landini, la carriera:
si iscrive al Partito Comunista e a metà degli Ottanta diventa delegato della Federazione Impiegati Operai Metallurgici- FIOM di Reggio Emilia.


Successivamente viene eletto segretario della FIOM Bologna ed Emilia Romagna; nel 2005 entra a far parte della segreteria nazionale.


Nel 2010 diventa segretario generale della FIOM e inizia le sue battaglie con la FIAT, sia per le sedi di Pomigliano che di Mirafiori.


Nel 2011 pubblica il libro, scritto con Giancarlo Feliziani ed edito da Bompiani, dal titolo “Cambiare la fabbrica per cambiare il mondo - la FIAT, il sindacato, la sinistra assente”.

 

In quest’opera racconta tutta la vicenda FIAT del 2011, quello che è successo prima e dopo il giorno del referendum di Mirafiori, concluso con la vittoria della Fiat di Marchionne e la sconfitta della Fiom; ma anche il rapporto con lo stesso Marchionne, gli altri sindacati e con il mondo della politica.


Nel 2012, arriva la sentenza che condanna la FIAT per discriminazione nei confronti della FIOM, obbligandola ad assumere 145 operai con la tessera del sindacato; mentre nel 2013 la condanna della Consulta, che dichiara illegittimo l'articolo 19 dello Statuto dei lavoratori, per quanto riguarda la rappresentanza sindacale aziendale (Rsa) limitata ai soli sindacati firmatari del contratto applicato nell'unità produttiva.


Sempre nel 2012, sotto la sua direzione, la FIOM si costituisce parte civile nella storica sentenza ThyssenKrupp, che condanna i vertici dell’azienda per la morte di 7 operai nell’incidente alla fabbrica di Torino.

 

Nello stesso anno partecipa, sempre in veste di segretario FIOM, anche alle vicende che coinvolgono il sequestro dell’Ilva di Taranto per reati legati all’inquinamento ambientale.


Nel 2015 lancia la Coalizione Sociale, di stampo politico-sociale, che riceve l’appoggio di diverse personalità di sinistra, ma che non avrà seguito.


Nel luglio del 2017 lascia la FIOM per entrare a far parte della Segreteria Nazionale della CGIL; il 24 gennaio 2019 viene eletto Segretario Generale al XVIII Congresso nazionale a Bari. 

Maurizio Landini: quanto guadagna? In occasione di un’intervista al programma “Otto mezzo” del 2019 con Lilli Gruber, per rispondere a una querelle con Di Maio in merito ai privilegi pensionistici dei sindacalisti, dichiara di guadagnare circa 3.700 euro netti al mese.

 

Maurizio Landini: età, data di nascita, moglie e figli

 

Maurizio Landini età: Maurizio Landini ha 58 anni compiuti il 7 agosto


Maurizio Landini data di nascita: è nato il 7 agosto 1961


Maurizio landini moglie: è sposato da diversi anni con un’impiegata comunale di cui non ha mai voluto rivelare il nome.


Maurizio Landini figli: Maurizio Landini non ha figli.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA