La red and orange list

Nuove zone rosse Campania e Toscana, le ultimissime notizie

Dati del ministero della Salute Campania e Toscana zone rosse - diventano zone arancioni le Regioni Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia e Marche.

14 novembre 2020 10:26
Nuove zone rosse Campania e Toscana, le ultimissime notizie

Arrivati i nuovi dati del ministero della Salute in base ai quali il governo ha deciso quali sono le nuove Regioni rosse e arancioni in Italia. Intanto l'Emilia Romagna, Veneto e Friuli Venezia Giulia hanno varato delle nuove ordinanze che prevedono ulteriori restrizioni rispetto a quanto stabilito dal Dpcm 3 novembre.

 

La situazione della Campania ormai oggetto di un vero e proprio scontro politico si è finalmente sbloccata. Nel frattempo l'Unità di crisi della Regione guidata da Vincenzo De Luca ha annunciato nuove misure restrittive in arrivo, tra cui l'istituzione di zone rosse in Campania "nelle città dove si registra un alto livello di contagi" e limitazioni per i negozi.

 

Per il caso Campania è sceso in campo anche il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, che in un video ha invocato l'impiego dell'esercito e della Protezione civile a Napoli e in altre aree della Campania. Il ministro è stato attaccato da De Luca che ha chiosato dicendo: 'ci hanno mandato solo sette medici'. Tocca pertanto al ministro Francesco Boccia mediare promettendo sostegno al governatore campano "se adotterà misure più rigorose". 

 

Le quattro regioni Veneto, Emilia e Romagna, Friuli Venezia Giulia e Campania erano fino a ieri a rischio di passaggio dal giallo all'arancione o al rosso, nell'Italia divisa geometricamente in tre dal Covid. Ma poi un colpo di scena, in base ai nuovi dati, entra nella zona rossa: la Toscana e nella zona arancione: Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia e Marche

 

Anche nel Lazio qui Zingaretti è pronta un'ordinanza che adotti in parte le limitazioni delle zone arancioni. 

 

Ecco la nuova ordinanza del ministro della Salute, Roberto Speranza.

 

Nuove zone rosse Campania e Toscana, ultimissime notizie

La Campania e la Toscana sono diventate 'zona rossa'. Il Ministro della Salute Roberto Speranza firmerà stesera una nuova ordinanza che entrerà in vigore a partire da domenica 15 Novembre.

 

Le nuove zone arancione sono invece le regioni Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia e Marche.

 

Zone rosse cosa si può fare e no:

Per le zone rosse, il Dpcm prevede sulla base del nuovo meccanismo, l'attuazione in automatico di:

  • Vietato circolare dalle ore 22 alle ore 5 del mattino, salvo comprovati motivi di lavoro, necessità e salute.

     

  • È vietato ogni spostamento, anche all’interno del proprio Comune, in qualsiasi orario, salvo che per motivi di lavoro, necessità e salute; vietati gli spostamenti da una Regione all’altra e da un Comune all’altro.

     

  • Chiusura di bar e ristoranti, 7 giorni su 7. L’asporto è consentito fino alle ore 22. Per la consegna a domicilio non ci sono restrizioni.

     

  • Chiusura dei negozi, fatta eccezione per supermercati, beni alimentari e di necessità.

     

  • Restano aperte edicole, tabaccherie, farmacie e parafarmacie, lavanderie, parrucchieri e barbieri.

     

  • Chiusi i centri estetici.

     

  • Didattica a distanza per la scuola secondaria di secondo grado, per le classi di seconda e terza media.

     

  • Restano aperte, quindi, solo le scuole dell’infanzia, le scuole elementari e la prima media. Chiuse le università, salvo specifiche eccezioni.

     

  • Sono sospese tutte le competizioni sportive salvo quelle riconosciute di interesse nazionale dal CONI e CIP. Sospese le attività nei centri sportivi. Rimane consentito svolgere attività motoria nei pressi della propria abitazione e attività sportiva solo all’aperto in forma individuale.

 

Nelle zone arancioni:

  • Vietato uscire durante il coprifuoco dalle ore 22 alle ore 5 del mattino;

     

  • Vietati gli spostamenti in entrata ed in uscita da una regione all’altra e da un Comune all’altro;

  • Chiusura dei centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi ad eccezione delle farmacie, parafarmacie, punti vendita di generi alimentari, tabaccherie ed edicole al loro interno.

     

  • Chiusura di musei e mostre.

     

  • Didattica a distanza per le scuole superiori, fatta eccezione per gli studenti con disabilità e in caso di uso di laboratori; didattica in presenza per scuole dell’infanzia, scuole elementari e scuole medie.

     

  • Chiuse le università, salvo alcune attività per le matricole e per i laboratori.

     

  • Riduzione fino al 50% per il trasporto pubblico, ad eccezione dei mezzi di trasporto scolastico.

     

  • Sospensione di attività di sale giochi, sale scommesse, bingo e slot machine anche nei bar e tabaccherie.

     

  • Restano chiuse piscine, palestre, teatri, cinema.

     

  • Restano aperti i centri sportivi.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA