Le misure anti Covid

Feste private, calcetto, gite, cene massimo 6: le restrizioni Covid-19

Tutte le misure del Dpcm 13 ottobre: niente feste private, stop a sport di contatto, locali chiusi alle ore 24, raccomandate cene in casa con max 6 persone

14 ottobre 2020 08:06
Feste private, calcetto, gite, cene massimo 6: le restrizioni Covid-19

Nuovo Dpcm ottobre, ultime notizie:

 

*** Nuovo Dpcm ottobre ultime notizie: firmato il nuovo Dpcm 13 ottobre della validità di 30 giorni. Tra le misure inserite:

  • vietate feste private all'aperto e al chiuso;

  • stop a sport di contatto amatoriali come calcetto e basket;

  • banchetti per cerimonie (matrimoni, battesimi) con non più di 30 invitati;

  • sospese gite scolastiche e viaggi d'istruzione;

  • attività di ristorazione permesse fino alle ore 24 con servizio al tavolo e alle 21 senza servizio al tavolo. Non si può sostare di fronte ai locali;

  • negli stadi la presenza del pubblico è consentita con una percentuale massima di riempimento fino al 15% della capienza totale e comunque non oltre il numero di 1000 spettatori all'aperto e 200 al chiuso.

Confermato l'utilizzo della mascherina al chiuso e all'aperto su tutto il territorio nazionale.

 

Per le cene in casa, c'è la "forte raccomandazione" di un massimo di 6 ospiti tra familiari e amici non conviventi.

 

***Nuovo Dpcm ottobre ultime notizie 8 ottobre 2020: approvato dal Consiglio dei Ministri il Dpcm ottobre con nuove misure urgenti connesse con la proroga della dichiarazione dello stato di emergenza epidemiologica da Covid-19 e per la continuità operativa del sistema di allerta Covid. Il testo proroga, al 31 gennaio 2021, le disposizioni già in vigore che prevedono la possibilità per il governo di adottare misure volte a contenere e contrastare i rischi sanitari derivanti dalla diffusione del virus.

 

Introdotto l’obbligo di avere sempre con sé la mascherina all'aperto, con l'ampliamento delle circostanze che prevedono l’obbligo di indossarla. I dispositivi di protezione individuale dovranno essere indossati non solo nei luoghi chiusi accessibili al pubblico, come già in passato, ma più in generale nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private e anche in tutti i luoghi all’aperto. Si fa eccezione a tali obblighi, sia in luogo chiuso che all’aperto, nei casi in cui, per le caratteristiche del luogo o per le circostanze di fatto, sia garantita in modo continuativo la condizione di isolamento rispetto a persone non conviventi.

 

Sono inoltre fatti salvi i protocolli e linee-guida anti-contagio previsti per le attività economiche, produttive, amministrative e sociali. Ciò significa che nei luoghi di lavoro continuano ad applicarsi le vigenti regole di sicurezza. Al contempo, sono fatte salve le linee guida per il consumo di cibi e bevande.

 

Da tali obblighi restano esclusi:

 

  • i bambini di età inferiore ai sei anni;

  • i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina e coloro che per interagire con questi ultimi versino nella stessa incompatibilità;

  • i soggetti che svolgono attività sportiva.

 

Il testo del Dpcm non contiene né il coprifuoco per la movida né la chiusura anticipata dei locali come bar e ristoranti. Nessuna novità sul fronte trasporti, con la capienza di autobus e treni fissata a non oltre l'80%.

 

Esercito, mini lockdown, sanzioni: cosa prevede nuovo Dpcm ottobre

Il nemico non è stato ancora sconfitto e non possiamo disperdere tutti i sacrifici fatti, così il premier Giuseppe Conte ha comunicato agli italiani nuove misure restrittive per arginare una seconda ondata di contagi da Coronavirus e la proroga dello stato di emergenza fino al 31 gennaio 2021.

 

Con l’arrivo dell’autunno sono aumentati i contagi, come previsto da molti virologi: superati i 2.500 nuovi casi, 300 i ricoverati in terapia intensiva e 18 i morti. Questi i numeri, giornalmente in rialzo, dei contagi da Covid-19 in Italia, con le Regioni Campania, Veneto, Lombardia e Lazio tra le più colpite.

 

Vediamo insieme quali sono tutte le misure restrittive del nuovo Dpcm ottobre, con l’approvazione definitiva che dovrebbe arrivare mercoledì 7 ottobre: esercito in strada, obbligo di mascherine all’aperto insu tutto il territorio nazionale, chiusura anticipata dei locali, limitazioni per gli eventi al chiuso e regole per eventi sportivi.

 

Conte: proroga dello stato di emergenza fino al 31 gennaio

La situazione contagi peggiora di giorno in giorno rendendo necessarie nuove misure per contenere la diffusione del virus. Si tratta di un “soft lockdown” per evitare il peggio, anche perché l’Italia questa volta non può davvero permettersi a livello economico una seconda chiusura forzata di tutte le attività economiche.  

 

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, si appresta a varare una proroga dello Stato di emergenza fino al 31 gennaio 2021, a fronte della scadenza precedentemente fissata al 15 ottobre 2020.  

 

"Siamo in stato di emergenza ma non significa che stiamo vivendo un lockdown o che qualcuno sta abusando dei pieni poteri – ha spiegato il premier Conte in conferenza stampa a Bruxelles -. Semplicemente lo stato di emergenza ci consente di tenere una serie di poteri e facoltà necessari, tenere in piedi la macchina della protezione civile, del commissario straordinario Arcuri, dei soggetti attuatori, la struttura temporanea per i malati, reclutare la task force di personale medico. Questo è il senso della richiesta di una proroga di uno stato di emergenza".

 

La situazione contagi, seppur in peggioramento, è sotto controllo, assicura il presidente Conte, sottolineando che i numeri devono spingerci a tenere molto alta la soglia di attenzione e che sono necessarie “nuove misure precauzionali di base che ci consentono di affrontare anche questa fase".

 

Conte si riferisce al nuovo Dpcm la cui approvazione dovrebbe arrivare mercoledì 7 ottobre. Vediamo insieme tutte le misure contenute nella bozza.

 

Preoccupato il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella: "Non posso tacere la preoccupazione per l'aumento del ritmo del contagio della pandemia e per vittime che giorno per giorno continuiamo a registrare". 

 

Dpcm: esercito in strada e obbligo mascherine all’aperto

Il governo ha deciso di far scendere in campo l’esercito per far rispettare il divieto di assembramento e l’obbligo delle mascherine nelle strade italiane.

 

Con l’approvazione del nuovo Dpcm l’utilizzo della mascherina diventerà obbligatorio all’aperto su tutto il territorio nazionale, mentre in alcune Regioni la disposizione è stata già varata a fronte dell’aumento dei contagi, vedi Regione Lazio.

 

Le forze dell’ordine verranno aiutate dall’esercito per controllare quei luoghi urbani che in determinate fasce orarie presentano un maggiore affollamento, la cosiddetta movida, al fine di far rispettare le regole anti-contagio.

 

Multe salate per i trasgressori che vanno da 500 a 3.000 euro.

 

Dpcm ottobre: chiusura anticipata locali e limitazioni feste private

*** Aggiornamento In base alle ultime notizie coronavirus, fonti di Palazzo Chigi hanno escluso coprifuoco e chisure anticipate.

 

Ciò non toglie che un allarme crescente dei contagi potrebbe far scattare una chiusura anticipata dei locali, ristoranti, bar e pub, una sorta di coprifuoco per ridurre assembramenti e contagi.

Il mini lockdown potrebbe scattare dalle ore 18:00 alle ore 6:00 della mattina del giorno dopo, con sospensione per alcune attività tipo parrucchieri e barbieri in alcuni territori.

Restano valide le regole degli accessi contingentati nei negozi, sempre con obbligo di mascherina e rispetto del distanziamento sociale nei ristoranti.

 

Confermata la chiusura delle discoteche.

 

In arrivo nuove misure per i commercianti, come la possibilità di concedere maggior tempo per lo smaltimento della merce rimasta invenduta in magazzino. I nuovi saldi potranno durare 6 settimane e dovranno partire al massimo entro 60 giorni dalla fine dello stato di emergenza.

 

Le scuole non chiuderanno assicura la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, sostenendo che i contagi registrati a scuola sono “molto bassi, si parla dello zero virgola”, e che il primo bilancio serio arriverà a metà ottobre.

 

Nuove limitazioni per feste private: fissato a 200 il numero massimo di partecipanti ai matrimoni mentre il limite massimo per le feste private potrebbe essere fissato a 6 persone, come avviene già in molti altri Paesi europei tipo la Gran Bretagna.

 

Eventi all’aperto e al chiuso

Le regole per gli eventi sportivi al chiuso e all’aperto non dovrebbero cambiare con l’arrivo del nuovo Dpcm. Confermata la presenza massima di 1.000 spettatori per i grandi eventi sportivi all’aperto, come negli stadi e per le partite di calcio di serie A.  

 

Partite a porte chiuse invece per gli eventi sportivi minori come la serie B e tutte le altre categorie di calcio.

 

Per gli eventi al chiuso, palazzetti, cinema, teatri, la presenza massima resta fissata a 200 persone.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA