La terza Enciclica

“Fratelli tutti”, l'Enciclica di Papa Francesco: cos’è e cosa prevede

Papa Francesco firmerà la sua terza Enciclica sulla fraternità ad Assisi, ma la cerimonia sarà in forma privata a causa dell'emergenza coronavirus

3 ottobre 2020 18:07
“Fratelli tutti”, l'Enciclica di Papa Francesco: cos’è e cosa prevede

Papa Francesco ha firmato oggi 3 ottobre la sua terza Enciclica. Lo farà sabato 3 ottobre 2020 ad Assisi, al termine della Messa che si terrà nella Basilica di San Francesco.

"Fratelli tutti" è il titolo del documento, che ha come sottotitolo "Sulla fraternità e l'amicizia sociale". Trae spunto proprio dagli scritti del Santo umbro patrono d'Italia, di cui il Papa ha scelto di portare il nome, e in particolare dal "Le Ammonizioni": «Guardiamo, fratelli tutti, il buon pastore che per salvare le sue pecore sostenne la passione dela croce.»

 

Questa Enciclica arriva dopo "La Lumen fidei" del 2013 e la "Laudato si’" del 2015, che nello stesso titolo rievoca l’incipit del Cantico delle Creature.

 

La cerimonia ha avuto luogo senza la presenza dei fedeli, in forma privata come richiesto proprio dal pontefice, a causa dell'attuale situazione sanitaria.

 

"Fratelli tutti": la terza Enciclica incentrata sulla fratellanza umana

Al centro della terza Enciclica c'è un valore fondamentale per il Pontefice che, la sera della sua elezione- avvenuta il 13 marzo 2013- si è rivolto ai fedeli usando la parola "fratelli". Così come fratelli sono anche gli immigrati di Lampedusa: uomini e donne invisibili che Papa Francesco abbraccia in occasione della sua prima uscita pubblica. 

 

Un altro esempio di fraternità che ha come obiettivo la pace è anche la stretta di mano tra Papa Francesco, Shimon Peres e Abu Mazen del 2014 fino alla Dichiarazione di Abu Dhabi del 2019: anche questo un documento sulla “fratellanza umana” che, come sottolineato da Francesco, «nasce dalla fede in Dio che è Padre di tutti e Padre della pace.»

 

Il viaggio ad Assisi del 3 ottobre è  il quarto per il Pontefice, dopo le tappe del 4 ottobre 2013- all'indomani di una delle più grandi tragedie del Mediterraneo a Lampedusa con 368 morti accertati, per lo più eritrei- e del 4 agosto e 20 settembre 2016. 

 

Papa Francesco: biografia e studi

Jorge Mario Bergoglio è definito il “Papa giunto dalle Americhe”. Nato nel 1936 a Buenos Aires, ha in realtà origini italiane, più precisamente piemontesi e liguri.

 

Suo padre, Mario José Bergoglio, è un ragioniere impiegato nelle ferrovie, mentre sua madre, Regina Sivori, è una casalinga. Primo di 5 figli, si diploma come tecnico chimico, per poi scegliere di diventare sacerdote entrando nel seminario diocesano.

 

Nel 1958 passa quindi al noviziato nella compagnia di Gesù. Completa i suoi studi umanistici in Cile e, rientrato in Argentina, nel 1963 si laurea in filosofia e nel 1970 in teologia presso il collegio San Giuseppe a San Miguel.

 

Nel frattempo insegna letteratura e psicologia nel collegio dell’Immacolata di Santa Fé tra il 1964 e il 1965; nel 1966 è professore nelle stesse materie presso il collegio del Salvatore a Buenos Aires.


Viene ordinato sacerdote il 13 dicembre 1969 e nel 1973 emette la professione perpetua nei gesuiti.


Dal 1980 al 1986 è di nuovo rettore del collegio di San Giuseppe, incarico ricoperto anche alcuni anni prima.

 

Nel 1986 si reca in Germania per la tesi del suo dottorato, per poi rientrare prima nella capitale argentina e successivamente diventare direttore spirituale e confessore a Cordoba.


Nel 1992 Papa Giovanni Paolo II lo nomina vescovo titolare di Auca e ausiliare di Buenos Aires.

 

Ed è proprio nella capitale argentina che continua la sua carriera ecclesiastica diventando, alla morte del cardinale Quarracino nel 1998, arcivescovo, primate di Argentina, ordinario per i fedeli di rito orientale residenti nel paese e gran cancelliere dell’Università Cattolica.


Nel 2001 Giovanni Paolo II lo crea cardinale: la sua figura diventa sempre più conosciuta in tutta l’America Latina.

 

Dal 2005 fino al 2011 ricopre inoltre la carica di capo della Conferenza Episcopale argentina.

 

Durante il suo vescovato si è distinto per la sua vita semplice, girando con i mezzi pubblici e rinunciando a vivere presso l’episcopato, ma scegliendo un normale appartamento, in cui si preparava i pasti da solo.

 

Papa Francesco, l’elezione a Sommo Pontefice

Jose Maria Bergoglio viene eletto Papa con il nome di Francesco il 13 marzo 2013. Il primo proveniente dal continente americano e dalla Compagnia di Gesù.

Fratelli e sorelle, buonasera! Voi sapete che il dovere del conclave era di dare un vescovo a Roma. Sembra che i miei fratelli cardinali sono andati a prenderlo quasi alla fine del mondo, ma siamo qui.

Sono queste le prime parole rivolge ai fedeli, radunati in piazza San Pietro.

Francesco d’Assisi è per me l’uomo della povertà, l’uomo della pace, l’uomo che custodisce il creato. [...] Come vorrei una chiesa povera e per i poveri!

ha spiegato riferendosi alla scelta di chiamarsi Francesco.

 

Papa Francesco, età, altezza, curiosità

Papa Francesco età: ha 83 anni, compiuti il 17 dicembre.

 

Papa Francesco altezza: è alto 176 cm


Papa Francesco data di nascita: Jorge Mario Bergoglio è nato il 17 dicembre 1936.


Papa Francesco fratelli: ha 4 fratelli: Oscar Adrian; Alberto Horacio; Maria Regina; Maria Elena. Maria Elena è l’unica ancora in vita.


Papa Francesco curiosità: all’età di 21 anni ha subito l'asportazione di una parte del polmone destro a causa delle complicanze di un’infezione, ma ha sempre condotto una vita assolutamente normale.

 

Il santo padre è un grande tifoso e socio del San Lorenzo de Almagro, una dei 5 club calcistici più importanti di Buenos Aires.

 

Ha superato i 48 milioni di follower con il suo account Twitter @Pontifex, disponibile in 9 lingue: italiano, inglese, spagnolo, polacco, francese, tedesco, portoghese, latino e arabo.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA