anti-assembramento covid

Veneto, Emilia Romagna, Friuli Venezia nuove ordinanze “anti-struscio”

Veneto, Emilia Romagna, Friuli Venezia firmate dai governatori le nuove ordinanze anti-assembramento covid cosa prevedono mascherine, chiusure e misure

14 novembre 2020 10:37
Veneto, Emilia Romagna, Friuli Venezia nuove ordinanze “anti-struscio”

Emilia Romagna, Veneto e Friuli Venezia nuove ordinanze anti-assembramento. I rispettivi governatori di queste Regioni hanno appena emanato nuove ordinanze con misure più restrittive anti Covid rispetto a quelle previste dall'ultimo Dpcm 3 novembre.

 

Stefano Bonaccini, presidente dell'Emilia Romagna e della Conferenza delle Regioni, ha spiegato che le ordinanze sono state concordate con i colleghi governatori Luca Zaia (Veneto) e Massimiliano Fedriga (Friuli Venezia Giulia), di concerto con il ministro della Salute, Roberto Speranza con conseguente via libera del governo e la condivisione coi prefetti, in modo da attivare maggiori controlli, e sanzioni, sul territorio.

 

Emilia Romagna, cosa prevede l'ordinanza Bonaccini:

L'ordinanza firmata dal presidente della Regione dell'Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, entra in vigore da sabato 14 novembre fino al 3 dicembre e prevede le seguenti misure:

  • mascherina indossata sempre, sin da quando si esce dall'abitazione; 

  • chiusura di medie e grandi aree di vendita, compresi centri commerciali sia nei giorni prefestivi e festivi;

  • chiuse le attività di vendita, anche gli esercizi di vicinato fatta eccezione di farmacie, parafarmacie, generi alimentari, tabaccherie e edicole;

  • Aperti gli esercizi di ristorazione nei limiti previsti dal Dpcm 3 novembre;

  • nei negozi e in qualsiasi esercizio di vendita potrà entrare un 1 solo componente per nucleo familiare, fatta salva la necessità di accompagnare persone con difficoltà o minori di 14 anni. 

  • L'attività sportiva e motoria dovrà essere svolta preferibilmente nelle aree verdi e periferiche, vietata nei centri storici delle città e nelle aree affollate, lungomare, e sempre distanziati.

 

Veneto nuova ordinanza anti-assembramento covid di Zaia:

Firmata dal presidente di Regione Luca Zaia la nuova ordinanza in Veneto che prevede che dalla mezzanotte di domani fino al 3 dicembre, su tutto il territorio regionale diventa: 

  • Obbligo della mascherina al di fuori dell'abitazione ad eccezione dei bambini o di chi fa attività sportiva intensa; 

  • Sì all'attività sportiva e motoria nei parchi ma solo in aree periferiche e nel rispetto di almeno 2 metri di distanza; 

  • Via libera all'accesso a pubblici esercizi non più di una persona alla volta; 

  • Sì ai mercati che prevedono perimetrazione, sorveglianza e varchi di accesso. 

  • Fortemente raccomandato ove possibile l'accesso agli esercizi commerciali nelle prime due di apertura agli over 65 anni. 

  • Sospensione delle lezioni di educazione fisica e canto nelle scuole primarie e secondarie;

  • Aperti ristoranti e bar dalle 15 alla 18 solo con una consumazione ai tavoli;

  • Chiusi al pubblico il sabato: i grandi esercizi, gli outlet e i centri commerciali;. 

  • Chiusi la domenica tutti i negozi ad esclusione di farmacie, edicole e vendita di alimentari. 

  • Trasporti pubblici al 50% della capienza;

  • Eventi sportivi accesso all'impiantosolo con un test negativo effettuato non prima di 72 ore. 

  • Nessun blocco della mobilità tra i Comuni.

 

Friuli Venezia Giulia nuova ordinanza Fedriga:

L'ordinanza firmata per il Friuli Venezia Giulia da Fedriga è praticamente identica a quella del Veneto. Il governatore ha sottolineato che "come raccomandazione, non come obbligo, abbiamo inserito per la media e grande distribuzione che le prime due ore della giornata siano per gli over 65". 

 

L'ordinanza prevede anche che "l'attività motoria all'aperto è consentita in parchi pubblici e nelle periferie, sempre mantenendo la distanza di 2 metri, e lontano da strade, piazze e centri cittadini". Il presidente Fedriga ha detto "Posso confermare una diminuzione dell'indice Rt nella regione Friuli Venezia Giulia. Siamo in miglioramento, ma non voglio dare ulteriori dati finché non li ho verificati".

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA