Centeno lascia l'Eurogruppo. Ecco i 3 candidati. Calvino la più forte

Con mandato in scadenza al 13 luglio, il Presidente Centeno non cerca conferme. Chi sarà il successore? Nadia Calvino, 'nomination' di punta. Vediamo chi è.

17 giugno 2020 13:11
Centeno lascia l'Eurogruppo. Ecco i 3 candidati. Calvino la più forte

L’attuale Presidente dell’Eurogruppo, il portoghese Mario Centeno, ha annunciato che lascerà l’incarico di Ministro delle Finanze del Governo portoghese. Con un mandato in scadenza al 13 luglio, non si ricandiderà per restare alla guida degli incontri dei Ministri delle Finanze dell’Eurozona. A conclusione dell’ultima riunione dell’Eurogruppo (11 giugno), trasmessa in videoconferenza, il leader lusitano ha parlato di un “gran finale” con cui lascerà la carica finora rivestita.

 

Intanto, fresco di nomina a nuovo Ministro portoghese delle Finanze è Joao Leao (già Segretario di Stato per il Bilancio): una “stella nascente” di 46 anni, originario di Goa (India), è un economista, politico e professore universitario.

 

E all’Eurogruppo, chi sostituirà Mario Centeno in questa stagione post-covid19 tanto complessa quanto delicata, in piena recessione delle economie dell’Eurozona, in cui l’Unione mira a una pronta risoluzione in merito al piano di ripresa e al fondo NextGenerationEU?

 

Tre sono i ‘nominati’: la spagnola Nadia Calvino, il lussemburghese Pierre Gramegna e l’irlandese Paschal Donohoe. Fonti Ue stimano che la leadership dell’Eurogruppo venga attribuita a uno dei Paesi del Sud Europa per garantire il bilanciamento degli equilibri nella distribuzione delle cariche ai vertici dell’Unione. Centeno ha precisato che il posto vacante può essere assegnato solo a esponenti di un Escutivo in carica. In virtù della sua lunga carriera nell’apparato istituzionale europeo, la candidata del Governo di Pedro Sanchez potrebbe contare sull’appoggio di Parigi e Berlino (e sembra ben vista anche dai Governi del Nord Europa). Nadia Calvino, quindi, resterebbe la figura più idonea. Scopriamo perché.

 

Chi è Nadia Calvino – perché è un candidato forte

Nadia Maria Calvino è nata La Coruña il 3 ottobre del 1968. Figlia di José María Calviño, ex-Direttore generale della Radio Televisión Española. È un’economista e politica spagnola. Ha quattro figli. Parla spagnolo, inglese, francese e tedesco. Ama il cinema e la cucina. Dal 7 giugno 2018, è Ministro dell'Economia e dell'Impresa nel Governo Sanchez (I e II). Dal 2014 al 2018, è stata Direttrice generale del Bilancio della Commissione europea, sotto la guida del Commissario europeo Guenther Oettinger.

Si è laureata in economia (1991) presso l'Università Complutense di Madrid e in giurisprudenza (2001) presso l'UNED. Fa parte del Senior Corps of State Economists and Trade Advisors. Nell'amministrazione spagnola, è stata Direttrice generale della Commissione nazionale per la Concorrenza.

Dopo più di un decennio di lavoro presso il Ministero dell'economia spagnolo, la Calvino si è trasferita alla Commissione europea nel 2006. A Bruxelles, ha ricoperto le funzioni di Vice-Direttore generale presso la Direzione generale della Concorrenza (DG COMP) e Vice-Direttore generale nella Direzione generale Mercato interno, industria, imprenditoria e PMI (DG MARKT), nonché Vice-Direttore generale presso la Direzione generale che si occupa di Stabilità finanziaria, servizi finanziari e Unione dei mercati dei capitali (DG FISMA). La Calvino è ancora funzionaria della Commissione europea, ma formalmente “in congedo” (non retribuito) dalla carica svolta in passato. Ha anche collaborato nell’ambito di docenze presso l’Università Complutense di Madrid.

 

E' stata scelta da Pedro Sanchez per far parte del suo nuovo Governo, a seguito della mozione di censura che il PSOE ha presentato contro il precedente Governo di Mariano Rajoy (PP) e approvata dal Congresso dei deputati il 1 giugno 2018. Ha assunto l’incarico di Ministro dell'economia e degli affari in presenza del Re al Palazzo della Zarzuela. Nel 2019, dopo le dimissioni di Christine Lagarde dal ruolo di Direttore operativo del Fondo Monetario Internazionale (FMI), la Calvino rientra nella rosa dei candidati come potenziale successore della Lagarde; si è ritirata dopo un primo giro di voti tra i rappresentanti dei 28 Stati membri dell'Ue. Il posto è stato infine assegnato alla bulgara Kristalina Georgieva (ex-Commissaria Ue).

Il 13 gennaio 2020, l’economista spagnola ha assunto la carica di Terzo Vice-Presidente del Governo Sanchez, oltre che essere confermata come Ministro degli Affari economici e della trasformazione digitale. All’inizio dell’anno, la pandemia di coronavirus ha raggiunto la Spagna. A marzo, la Calvino ha annunciato un pacchetto da 200 miliardi di euro per combattere gli effetti economici dell’emergenza sanitaria (comprende prestiti e garanzie per i lavoratori autonomi, le piccole e medie e grandi imprese).

 

La sua elezione alla guida dell’Eurogruppo non turberebbe le dinamiche politiche in essere, poiché continuerebbe la linea già tracciata dal socialista Centeno. Gli anni trascorsi a Bruxelles, come insider delle istituzioni dell’Ue, uniti alla conoscenza approfondita dei dossier economico-finanziari, fanno della Calvino uno degli ‘eredi’ meglio accreditati per la sostituzione di Centeno. I negoziati sul prossimo Bilancio dell'Ue verrebbero probabilmente gestiti da Maria Jesus Montero, politica spagnola e attuale Ministro del Tesoro.

 

Centeno ha informato i Ministri sulle modalità della procedura per l'elezione del Presidente. L’invito ufficiale a presentare candidature sarà lanciato a breve dal Consiglio. I ministri hanno tempo fino al 25 giugno per inviare una lettera di motivazione a sostegno delle rispettive proposte. Le elezioni si terranno in sede di Eurogruppo all’inizio di luglio e con maggioranza semplice dei ministri dell’area-Euro. Il mandato dura due anni e mezzo.

 

Rimarrò presidente dell'Eurogruppo fino alla fine del mio mandato, ma non ne cercherò un secondo. Tutte le cose belle finiscono. Mi rivedrete ancora qui per il nostro incontro di luglio. Sarà un gran finale, con un ordine del giorno completo e l'elezione del prossimo presidente.” – ha dichiarato Mario Centeno in merito al suo congedo.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA