L'onda rosa

Usa 2020, le 10 donne che hanno «vinto» insieme a Kamala Harris

Le presidenziali americane hanno segnato l’avanzata anche di molte altre donne, giovani, attiviste e afroamericane. Ecco chi sono e dove si sono affermate

17 novembre 2020 19:39
Usa 2020, le 10 donne che hanno «vinto» insieme a Kamala Harris

Se negli Usa del dopo voto regna il caos a causa di ricorsi incrociati tra il presidente uscente, Donald Trump, e quello eletto (salvo sorprese), Joe Biden, un vincitore chiaro c’è: Kamala Harris ha senz’altro conquistato non solo l’elettorato democratico tradizionale, ma molti giovani e soprattutto donne, diventando ispiratrice dell’Empowerment femminile. Eppure non è sola. Le presidenziali statunitensi hanno rappresentato un’occasione di affermazione anche per altre donne, spesso giovani, molte afroamericane, alcune rappresentanti anche dei diritti LBGT, che hanno ottenuto voti e posti di rappresentanza inimmaginabili fino a pochi anni fa. Ecco chi sono.

 

1. Kamala Harris, icona dell’empowerment femminile

«Col vostro voto avete mandato un messaggio chiaro, avete scelto la speranza, l'unità, la decenza, la scienza e la verità» ha dichiarato la vicepresidente eletta nel suo primo discorso in questa veste, anche se il passaggio più acclamato è stato quello relativo all’affermazione in quanto donna e di colore: «Joe ha avuto l'audacia di rompere una delle maggiori barriere nel nostro Paese, ma se sarò la prima donna in questo incarico, non sarò l'ultima» ha promesso, aggiungendo su Twitter: «Spero che ogni bambina che sta guardando la tv oggi sappia che questo è un paese di possibilità». E infatti con Kamala Harris sono state elette altre rappresentanti che mai avrebbero osato ambire a tanto.

 

2. Alexandria Ocasio-Cortez e le 4 «Squad»:

Per la deputata democratica Alexandria Ocasio si tratta di una conferma al Congresso, ma con una valenza nuova. Questa volta la 31enne che vanta un largo seguito sui social e ha ottenuto il 69% di preferenze nel 14esimo distretto di New York, fa parte delle cosiddette «The Squad» (“La squadra»), insieme ad Ayanna Pressley (Massachusetts), Rashida Tlaib (Michigan) e a Ilhan Omar (Minnesota), tutte rielette. E’ stata proprio quest’ultima, prima deputata col velo, a postare sul proprio profilo Twitter una foto di tutte e quattro insieme, scrivendo: «Our sisterwood is resilent.»

 

5. Deb Haaland e il distretto «rosa» in New Mexico

Debra Anne “Deb” Haaland ha ottenuto la rielezione e sarà deputata alla Camera dei Rappresentanti per lo stato del New Mexico. Ma con lei hanno ottenuto un seggio altre due donne (la repubblicana Yvette Herrel e la dem Teresa Leger Fernandez) e insieme costituiscono la più grande delegazione di sole donne al Congresso nella storia degli Usa.

 

6. Sarah McBride, la prima senatrice transgender

Sarah McBride, trent’anni, attivista per i diritti umani e delle persone LGBTQI+ è stata eletta senatrice e rappresenterà lo stato del Delaware. Aveva già collaborato in qualità di stagista con l’amministrazione Obama. E’ diventata così il primo componente del Senato e il più alto funzionario dichiaratamente transgender degli Stati Uniti. Il suo primo messaggio è stato rivolto proprio all’apertura alla comunità transgender: «La mia speranza è che stanotte un giovane ragazzo LGBTQIA+ qui in Delaware, o in qualsiasi altro posto in questo Paese, possa andare a dormire consapevole di un semplice e potente messaggio: la nostra democrazia è abbastanza grande anche per loro».

 

8. Cori Bush, la madre single e infermiera

Single, di colore, infermiera e madre, ma non solo. Cori Bush (che non ha alcuna parentela con gli ex presidenti Usa) è la prima afroamericana ad essere stata eletta deputata nel Missouri. Come ha sottolineato più volte nei suoi discorsi, ha conosciuto la malattia e la precarietà, è attivista nel movimento Black Lives Matter e ha parlato più volte della sua condizione di persona priva di assistenza sanitaria, con un figlio da crescere da sola.

 

9. Marilyn Strickland, la prima coreano-americana al Congresso

Marilyn Strickland, 58enne imprenditrice e politica è la prima donna di origini miste, afroamericane e coreane, ad essere stata eletta per il Congresso, nel 10° distretto di Washington. Nata a Seul, è stata anche sindaco di Tacoma dal 2010 al 2018, per due mandati.

 

10. Danielle Levine Cava, da sindaco di Miami a Washington

Avvocato 65enne, Danielle Levine Cava è stata la prima donna Sindaco di Miami-Dade County. La sua storia però è iniziata a New York, dove è nata nel 1955, per poi viaggiare molto in America Latina durante la gioventù. Dopo la laurea a Yale con un Bachelor of Arts in psicologia, ha studiato alla Columbia University diventando Dottore in Legge, per poi trasferirsi col marito a Miami. Vanta una lunga carriera nel settore del no-profit.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA