Decreto Crescita 2019: testo Gazzetta ufficiale cosa prevede e novità

«Decreto Crescita 2019 testo approvato cosa prevede ultime novità DL crescita superammortamento IRES vendite online bonus bebè e detrazione pannolini e latte»

Il decreto Crescita 2019 è il decreto legge su cui il governo gialloverde insieme al ministro Tria sta cercando di trovare una linea comune su quello che ormai sembra essere il DL più importante su cui si gioca la partita per la crescita del nostro Paese.

 

Secondo le ultime novità nel decreto Crescita è stata prevista l’estensione della rottamazione cartelle agli enti locali che non hanno utilizzato per la riscossione la ex Equitalia, pertanto qualora la norma dovesse essere approvata in via definitiva, i Comuni, le Province e le Regioni potranno deliberare la "definizione agevolata", scontando le sanzioni, sulle "entrate, anche tributarie" che non sono state riscosse "a seguito di provvedimenti di ingiunzione fiscale" notificati tra il 2000 e il 2017. 

 

Un'altra misura presente nel Dl Crescita 2019 che ricordiamo torna ridotto sul tavolo del Consiglio dei Ministri del 23 aprile 2019.

 

Decreto Crescita 2019 testo pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 30 aprile:

Il Consiglio dei ministri ha approvato il Decreto Crescita 2019, tra le ultime novità approvate nel decreto legge:

  • la norma su Alitalia;

  • stanziamento di 500 milioni di euro in favore dei comuni per attivare opere pubbliche di efficientamento energetico e di sviluppo sostenibile sul territorio.

  • i 300 milioni per le Zes (Le Zone economiche speciali) al fine di favorire gli investistimenti al Sud Italia.

  • rimborsi ai risparmiatori coinvolti nelle crisi bancarie: sarà inserito nel decreto Crescita ma ne è stata rinviata la discussione.

 

Decreto Crescita 2019 cos'è?

Cos'è il decreto Crescita? Il Dl Crescita 2019 è un decreto legge messo a punto dal ministro Tria e dalla maggioranza gialloverde che serve, insieme al decreto Sblocca Cantieri, a dare nuova linfa vitale alla crescita dell'Italia. 

 

Nel testo decreto Crescita 2019, ultima bozza del 2 aprile 2019, sono presenti moltissime novità per imprese, famiglie e professionisti.

Il Dl è costituito da 32 articoli suddivisi in 4 macro capitoli:

  • Misure fiscali per la crescita economica,

  • Misure per il rilancio degli investimenti privati,

  • Tutela del Made in Italy,

  • Ulteriori misure per la crescita.

Gli interventi previsti nel Decreto Crescita faranno parte del DEF.

Il testo decreto Crescita 2019 pubblicato in Gazzetta Ufficiale sarà sicuramente modificato alla Camera, a partire da primi giorni di giugno, in sede di conversione in legge del decreto. Tra le modifiche quasi sicure, la riapertura dei termini per la rottamazione cartelle 2019 ed il saldo e stralcio, le modifiche alle norme salva Roma su richesta dei Cinque Stelle che spingono anche per l'introduzione delle tutele sui rider.

 

Decreto Crescita 2019 cosa prevede il testo in Gazzetta Ufficiale:

Rispetto a quanto approvato inizialmente nel testo del Decreto Crescita, con il Dl crescita in Gazzetta Ufficiale cambiano alcune misure:

  • sono 100 milioni (e non 200 come previsto all’inizio) nel 2019 per rifinanziare il Fondo di garanzia per l'acquisto della prima casa;

  • L'aliquota IRES non sarà ridotta dal 24 al 20% ma dal 24% al 20,5% in 3 anni, entro il 2022 andando così a tramutarsi in 500milioni di risparmio per le casse dello Stato;

  • la deducibilità dell'Imu sui capannoni sarà non sarà azzerata ma sarà ridotta del 70% in 3 anni.

  • il superammortamento al 130% sarà mantenuto con la limitazione agli investimenti al massimo di 2,5 milioni di euro.

 

Decreto Crescita IRES cosa prevede il testo:

Secondo il testo DL Crescita 2019 ecco cosa prevede per l'IRES:

All'Art. 1-bis del Dl Crescita c'è l'abolizione IRES al 15% e l'introduzione di un taglio progressivo dell'aliquota dal 22,5% del 2020 al 20% nel 2022. In base alle ultime novità, il taglio sarà fino al 20,5% entro il 2022.

 

La riduzione si applica agli utili dell’esercizio accantonati a riserva e nei limiti di incremento del patrimonio netto.

In pratica ecco come funziona la nuova riduzione IRES:

Aliquota IRES 2019: 22,5%;

Aliquota IRES 2020: 21,5%;

Aliquota IRES 2020: 21%;

Aliquota IRES 2022: 20,5% 

Per maggiori informazioni leggi decreto Crescita mini Ires 2019.

 

Decreto Crescita deducibilità IMU:

In base a quanto previsto dall'Art. 1-ter dal 2019 c'è l'aumento della deducibilità IMU che passe dal:

  • dal 40 al 50% nel 2019;

  • dal 50 al 60% dal 2020.

In base alle ultime novità, l'aumento della deducibilità arriverà al 70% in tre anni.

 

Decreto Crescita 2019 Super ammortamento 130%:

Con il Dl Crescita 2019 torna un'importante misura per le imprese e professionisti: il superammortamento al 130%.

 

L'agevolazione parte subito sin dagli acquisti effettuati dal 1° aprile fino al 31 dicembre 2019, sugli investimenti in beni materiali nuovi, fatta eccezione per i veicoli e gli altri mezzi ditrasporto, fino a 2,5 milioni. 

 

Possibilità di utilizzare il super ammortamento 130% fino al 30 giugno 2020 se viene pagato l'acconto del 20% ed accettato l'ordine dal fornitore entro il 31 dicembre 2019.

 

DL Crescita 2019: marchio storico di interesse nazionale 

Dl Crescita 2019 nasce il marchio storico di interesse nazionale ossia la possibilità di iscrivere in un apposito registro persone fisiche o giuridiche che hanno marchi d’impresa vecchi di 50 anni o che ne possono dimostrare l’uso continuativo da almeno cinquanta anni.

 

L'iscrizione consente alle aziende in crisi di poter accedere a degli aiuti Stato, senza ricorrere a svendite estere.

 

Dl Crescita 2019 Legge Sabatini:

Nel Decreto Crescita ci sono importanti novità per le agevolazioni Nuova Sabatini, ossia per chi fruisce dei finanziamenti per l'acquisto di nuovi macchinari strumentali.

 

Nel DL previste le seguenti novità:

  • Gli investimenti saranno ormai senza alcun limite.

  • Erogazione del contributo anche in un'unica soluzione se il finanziamento non è superiore a 100milioni.

  • Contributo imprese aumento a: 5% per le micro imprese e 3,575% per le PMI.

 

DL Crescita: nuova Comunicazione IVA per chi vende tramite piattaforme digitali:

Sulla base di quanto previsto dalla bozza di testo Decreto Crescita art. 12 del Capitolo 1, scatta un nuovo adempimento per la Vendita di beni tramite piattaforme digitali: la Comunicazione IVA vendite online piattaforme elettroniche.

 

La nuova Comunicazione IVA, per il soggetto passivo che facilita le vendite a distanza di beni importati o di beni all'interno dell'Unione europea tramite l'uso di un'interfaccia elettronica, come può essere un mercato virtuale, una piattaforma, un portale o altri mezzi simili, le vendite a distanza deve contenere per ciascun fornitore i seguenti dati:

  • denominazione, la residenza o il domicilio, l’indirizzo di posta elettronica;

  • numero totale delle unità vendute in Italia 

  • a scelta del soggetto passivo, per le unità vendute in Italia l’ammontare totale dei prezzi di vendita o il prezzo medio di vendita.

La comunicazione deve esser trasmessa entro il mese successivo a ciascun trimestre, secondo le modalità previste da un apposito provvedimento Agenzia delle Entrate.

La prima scadenza della nuova Comunicazione vendita beni a distanza è dal mese di luglio 2019.

 

Ecco le altre misure Decreto Crescita:

Ecco le altre misure che fanno parte del Capitolo 1 del Decreto Crescita, alle quali vanno aggiunte quelle presenti negli altri 3 capitoli.

  • Art. 2: Modifiche alla disciplina del Patent box al fine di semplificare la procedura di accesso;

  • Art. 3 proroga fino al 2023 del Credito d’imposta - Bonus Ricerca e lo Sviluppo che diventa al 25% dal 2021;

  • Art. 5 Per il Regime forfettario: obbligo di ritenuta per i datori di lavoro forfettari.

  • Art. 7 semplificazioni per il Sisma bonus;

  • Art. 8 Trattamento fiscale di strumenti finanziari convertibili);

  • Art. 9 Modifiche alla disciplina degli incentivi per gli investimenti in efficienza energetica e rischio sismico.

  • Art. 11: obbligo Fatturazione elettronica Repubblica di San Marino;

  • Art. 12: obbligo nuova Comunicazione IVA perla Vendita di beni tramite piattaforme digitali;

  • Art. 13-bis: Misure per incrementare gli investimenti qualificati di Enti privati di previdenza nell’economia reale;

  • Art. 14: Enti associativi assistenziali;

  • Art. 14-bis: prevista l'estensione della definizione agevolata - rottamazione ter per gli Enti locali;

  • Art. 15: Sostegno allo sviluppo dell’attività dei liberi professionisti;

  • Art. 16 Assunzione di personale in Regioni e Comuni;

  • Art. 17 Piano Grandi investimenti nelle Zone Economiche Speciali.

 

Decreto Crescita 2019 bonus bebè e detrazione pannolini e latte:

In base alle ultimissime novità, sarà inserito nel testo del decreto Crescita 2019 altre 2 nuove misure da parte del ministro della famiglia Fontana, e che riguardano nello specifico:

  • il bonus bebè 2019: con ampliamento dei beneficiari dell'assegno di natalità grazi all'aumento della soglia di reddito ISEE che che passa da 25.000 a 35.000 euro e l'aumento dell'importo che passa da 80 euro al mese a 110 euro al mese.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA