Dopo elezioni 2018: cosa succede dopo voto elezioni politiche 2018?

«Dopo elezioni 2018: cosa succede ora? Guida dopo voto elezioni politiche: chi sarà il nuovo Presidente del Consiglio? Quando ci sarà il nuovo Governo?»

Dopo elezioni 2018: cosa succede? Dopo il voto del 4 marzo ci sono delle tappe che porteranno all'elezione del nuovo Presidente del Consiglio e alla formazione del nuovo Governo.

Il futuro del Paese prenderà una direzione diversa per i prossimi anni in base alle scelte che verranno fatte nei prossimi giorni.

Scopriamo:

cosa succede dopo le elezioni;

quali sono le date importanti;

quando verrà eletto il nuovo Presidente del Consiglio;

chi sarà;

quando verrà formato il nuovo Governo;

che direzione prenderanno i partiti vincitori e quelli vinti.

 

Dopo elezioni 2018

Cosa succede dopo le elezioni politiche? Dopo il voto ci saranno una serie di appuntamenti politici che porteranno all'elezione del nuovo Presidente del Consiglio e alla formazione del nuovo Governo italiano.

Dopo elezioni politiche 2018: il primo è quello del 9 marzo, la data in cui i politici eletti cominceranno a registrarsi in Parlamento.

Il 23 marzo 2018 ci sarà la prima riunione della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica dove verranno scelti i rispettivi Presidenti.

Solitamente ci vuole qualche giorno per l'elezione di queste due figure.

Il 25 marzo i nuovi parlamentari devono dichiarare a quale gruppo vogliono appartenere all'interno del Parlamento.

Il 27 marzo è il giorno in cui i diversi gruppi parlamentari nominano i loro presidenti.

A questo punto Paolo Gentiloni potrà dare le dimissioni da Presidente del Consiglio.

Tra la fine del mese e l'inizio di aprile cominceranno le consultazioni mediante le quali il Presidente delle Repubblica Sergio Mattarella darà l'incarico di formare il Governo ad uno dei vincitori delle elezioni politiche.

La persona indicata scioglierà la riserva davanti al Capo dello Stato e a quel punto dovrà ottenere la fiducia della Camera e del Senato.

Se la nuova squadra di Governo ottiene la fiducia del Parlamento si forma il nuovo Esecutivo.

In caso contrario il Presidente della Repubblica dovrà incaricare una nuova persona.

 

Dopo voto 4 marzo 2018

Dopo il voto del 4 marzo 2018 la situazione politica in Italia è abbastanza divisa.

Il Centrodestra ha vinto le elezioni di poco ma dall'altra parte il Movimento 5 Stelle è il primo partito in Italia, sotto a quest'ultima coalizione di poco.

Sarà quindi difficile capire chi può governare il paese.

Il Centrodestra dichiara di avere tutti i numeri per poterlo fare.

Luigi Di Maio annuncia invece che il Movimento 5 Stelle è il primo partito in Italia e che spetta a loro formare un Governo.

Per il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella non sarà facile prendere una decisione, data l'instabilità politica.

Se la persona incaricata non dovesse trovare i numeri per formare un Governo si potrebbe tornare anche al voto e nel frattempo Paolo Gentiloni continuerebbe a portare avanti l'Esecutivo.

Non è da escludere un Governo di Larghe Intese anche se date le diversità politiche difficilmente riuscirà a formarsi.

Mentre il Movimento 5 Stelle si apre al dialogo il Partito Democratico chiude le porte a quest'ultimo dichiarando che passerà all'opposizione.

Anche i partiti più piccoli come +Europa di Emma Bonino escludono una collaborazione con il M5S.

Difficile, invece, immaginare Matteo Salvini e Luigi Di Maio assieme nello stesso Governo.

Dopo il voto del 4 marzo 2018 si arriva ad una nuova fase del Partito Democratico: Matteo Renzi dopo la sconfitta politica ha deciso di lasciare la segreteria generale del partito e quindi si cercherà una nuova figura.

Nicola Zingaretti e Paolo Gentiloni potrebbero essere i futuri leader di questo partito che ha bisogno di ripartire dalla sconfitta politica.

Ma negli ultimi giorni è spuntato anche il nome di Carlo Calenda che potrebbe fare la differenza dentro il Partito Democratico.

 

Chi sarà il nuovo Presidente del Consiglio?

Chi sarà il nuovo Presidente del Consiglio? Il nuovo Capo di Governo sarà deciso, come abbiamo visto, entro la fine del mese da Sergio Mattarella.

Sono tre i possibili candidati: Matteo Salvini, Luigi Di Maio e Antonio Tajani.

Tuttavia con il passare dei giorni Antonio Tajani sembra sempre più lontano da tale incarico per via del fatto che la Lega Nord di Matteo Salvini ha superato di molto Forza italia di Silvio Berlusconi.

Mentre il Cavaliere continua a dire che sarà lui a dettare la linea dentro il Centrodestra, Matteo Salvini si avvicina giorno dopo giorno alla carica di Presidente del Consiglio.

Infatti Antonio Tajani ha dichiarato che continuerà a portare avanti il suo attuale ruolo di Presidente del Parlamento Europeo.

Quindi il vero rivale di Matteo Salvini rimane Luigi Di Maio del Movimento 5 Stelle che in questi giorni si è aperto agli altri partiti politici per trovare un appoggio per un eventuale Governo, un'apertura che comunque non ha ancora dato risultati.

Da questo punto di vista non rimane che seguire giorno dopo giorno gli sviluppi politici anche perché in qualsiasi momento potrebbero uscire nuovi nomi.

 

Quando ci sarà il nuovo Governo?

Quando ci sarà il nuovo Governo? Come abbiamo visto durante il mese di marzo ci saranno i principali appuntamenti politici.

Se non ci saranno blocchi istituzionali il nuovo Governo potrebbe formarsi già entro i primi giorni di aprile.

Nel caso di un Governo di Centrodestra la fiducia del Parlamento non dovrebbe essere troppo difficile da trovare anche se diventerebbe difficile governare per via dell'instabilità politica.

Nel caso di un Governo del Movimento 5 Stelle la situazione è più complicata dato che Luigi Di Maio potrebbe essere ostacolato da Centrodestra e Centrosinistra e quindi non trovare la fiducia del Parlamento.

Le alternative potrebbero essere un Governo di Larghe intese oppure tornare nuovamente al voto.

Nel caso in cui si realizzi quest'ultima ipotesi si tratterebbe di un elezione politica particolare in quando i cittadini italiani sarebbero portati a scegliere o per un Governo guidato da Matteo Salvini o per un Governo guidato dal Movimento 5 Stelle.

Infatti l'unica certezza che le elezioni politiche hanno portato è che non ci sarà un nuovo Governo di Centrosinistra.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?