Flat tax come funziona? Esempi tassa piatta di Salvini e bonus Renzi

«Come funziona la flat tax dal 2020 tassa piatta di Salvini Lega aliquota 15% per dipendenti, famiglie e imprese, esempio cosa cambia bonus Renzi detrazione »

Flat tax come funziona dal 2020? Pronta la proposta di legge da 30miliardi che Matteo Salvini vicepremier e leader della Lega intende portare al Consiglio dei Ministri e in Parlamento al fine di spingere l'introduzione dell'abbassamento delle tasse con la flat tax 2020 per dipendenti, famiglie e imprese.

 

Salvini, forte quindi del risultato ottenuto alle elezione europee, detta la linea del governo e mette a punto un pacchetto fiscale targato Lega da 50miliardi che vada a beneficio soprattutto del ceto medio italiano, visto che quest'anno il Reddito di cittadinanza ha coinvolto le fasce più disagiate della popolazione, ed è stata introdotta la flat tax partite IVA al 15% per chi ha ricavi fino a 65.000 euro.

 

Dal 2020, invece, per chi guadagna fino a 100.000 applica l'aliquota flat tax al 20% mentre per ricavi maggiori si applica l'aliquota ordinaria del 24%, con l'obiettivo però di portare quest'ultima al 20%, in maniera progressiva e attivare la flat tax imprese.

 

L'obiettivo della flat tax Lega è quindi quello di favorire le condizioni economiche del ceto medio delle famiglie e dei dipendenti introducendo una tassa piatta del 15% sui redditi, la cui progressività sarebbe garantita dal pacchetto deduzioni forfettarie basate sui carichi di famiglia, come il numero dei figli.

 

In pratica, attraverso questo meccanismo che richiama un po' il quoziente familiare, i redditi verrebbero tassati in base al numero dei componenti del nucleo. 


Alla luce di questa importante novità andiamo a vedere in dettaglio cos è la flat tax 2020 Lega come funziona la tassa al 15% e cosa cambia per il bonus Renzi in detrazione fiscale.

 

Flat tax come funziona dal 2020?

Flat tax come funziona dal 2010: il vicepremier Matteo Salvini in una diretta Facebook dal tetto del Viminale, ha annunciato che la Lega è pronta a presentare in Consiglio dei ministri, una proposta di legge che mira alla riduzione delle imposte anche alle famiglie, finora rimaste escluse dagli interventi del governo gialloverde.

 

Alla base della proposta di legge da 50miliardi di euro, c'è la flat tax estesa alle famiglie con redditi fino a 50 mila euro l’anno.

 

Secondo Salvini, introdurre la flat tax famiglie costerebbe circa 30 miliardi di euro a regime, ma si ripagherebbe da sola già a partire dal secondo anno di applicazione grazie al maggior gettito derivato dal fatto che le tasse più basse sono e più vengono pagate da tutti.

 

Ma come funziona la Flat tax 2020 Lega? La flat tax Salvini funziona in modo molto semplice:

  • le famiglie di dipendenti, pubblici o privati, con redditi fino a 50.000 euro pagano il 15% dei redditi prodotti.

  • la flat tax è un'opzione, per cui la famiglia può decidere, in base alla propria convenienza, accettare o meno che il calcolo della tassazione dovuta avvenga applicando la flat tax o i tradizionali scaglioni IRPEF. Nel caso in cui si opti per la flat tax, si deve rinunciare al bonus Renzi.

  • Per garantire la progressività della flat tax di Salvini al 15%, è stato previsto un pacchetto di deduzioni forfettarie da 3mila euro per ogni componente del nucleo familiare fino a 35mila euro di reddito complessivo mentre sono previste deduzioni per i soli familiari a carico per chi ha redditi tra i 35 ed i 50mila. Zero deduzioni invece per chi ha un reddito al di sopra dei 50.000 euro.

  • Con il pacchetto deduzioni a 3.000 euro, sono pertanto cancellate tutte le detrazioni fiscali oggi riconosciute, fatta eccezione della detrazione per i mutui prima casa e bonus ristrutturazioni ed Ecobonus già avviati. 

 

Flat tax 2020 esempi di calcolo tassa piatta di Salvini:

Flat tax 2020 Lega esempio: per capire bene la flat tax cos è e come funziona, dobbiamo fare qualche esempio flat tax.

 

Flat tax Salvini esempio 1:

Prendiamo ad esempio una famiglia composta da 2 persone entrambi dipendenti e con redditi pari a 24.000 euro ciascuno, per un totale di 48mila euro. Vediamo quanto pagherebbero con la flat tax o con l'Irpef:

  • Se rimangano ne sistema attuale di Irpef: la famiglia deve pagare una IRPEF pari a 4.720 euro ciascuno, per un totale di 9.440 euro a cui vanno però sottratti gli 80 euro di bonus Renzi di cui entrambi beneficiano, per cui 9.440 - 1.920 = fa 7520 euro.

  • Se optano per la flat tax Lega: i due versano il 15% di 48mila euro, che fa 7.200 euro, visto che non hanno carichi familiari, per cui niente detrazioni, e non hanno il bonus 80 euro, risparmiano, 320 euro.

 

Flat tax Salvini esempio 2:

Famiglia composta da 2 lavoratori dipendenti, uno guadagna 27 mila euro e l'altro 12 mila, per un totale di 39mila euro.

  • Con Irpef: il primo paga 5.670 euro mentre il secondo 1.060 euro, per un totale di 6.730 euro. Il secondo coniuge ha però diritto al bonus 80 euro, per cui 6.730 euro - 960 euro l'anno, fa 5.770 euro.

  • Con la flat tax Lega di Salvini, invece, i due dovrebbero versare il 15% di 39 mila euro, per cui 5.850 euro ma non avrebbero il bonus Renzi, per cui perderebbero 80 euro l'anno. A questa famiglia, ad esempio, la flat tax non conviene.

 

Flat tax, cosa cambia per il bonus Renzi 2020?

Flat tax Lega 2020 cambia il bonus Renzi: secondo quanto previsto dalla proposta di legge targata Matteo Salvini e Lega, il famoso bonus Renzi da 80 euro cambierà trasformandosi in detrazione fiscale per i dipendenti con redditi fino a 26.600 euro.

 

Oggi il bonus 80 euro funziona attraverso un complicato sistema di calcolo e di attuazione, basti pensare ad esempio che nel bilancio pubblico, il bonus introdotto da Renzi, viene considerato una spesa e non come una minore entrata.

 

In pratica secondo quanto prevede la riforma fiscale Lega, il bonus, che vale 10 miliardi di euro l'anno, sarà trasformato per i beneficiari in una detrazione fiscale, ciò significa che il dipendente non riceverà in soldi contanti le 80 euro in busta paga ma gli verranno sottratte dalle tasse, in modo da garantire comunque la riduzione della pressione fiscale.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA