Flat tax pensionati 2019 Sud: come funziona requisiti domanda opzione

«Come funziona la flat tax per pensionati nel 2019, requisiti per aderire opzione flat tax Sud pensione estera come fare domanda e versare imposta e quando»

Flat tax Sud 2019 al fine di favorire investimenti e consumi, e lo sviluppo dei Comuni del Mezzogiorno, il governo gialloverde ha provveduto ad approvare con la legge di bilancio 2019 la cd. flat tax per pensionati.

 

In pratica, la flat tax pensionati 2019 è un meccanismo fiscale a favore delle persone fisiche non residenti che percepiscono redditi da pensione estera e che scelgono di venire a vivere nel nostro Paese, in particolare in uno dei comuni di Sicilia, Calabria, Sardegna, Campania, Basilicata, Abruzzo, Molise e Puglia che contano una popolazione inferiore a 20mila abitanti (articolo 1, comma 273, legge 145/2018 che ha inserito nel Tuir l’articolo 24-ter).
 
Ora l’Agenzia delle Entrate con il provvedimento del 31 maggio 2019 ha fissato le regole e le modalità di:

  • applicazione e revoca dell’opzione flat tax Sud;

  • cessazione degli effetti;

  • come versare l’imposta sostitutiva flat tax 7%;

  • il riferimento informativa per individuare i Comuni aventi le caratteristiche previste dall’articolo 24-ter, comma 1, Tuir, e per i quali è possibile quindi applicare e fruire della flat tax Sud.

In attesa di sapere se ci sarà la flat tax 2020 per le famiglie e dipendenti andiamo a vedere la Flat tax pensionati cos’è e come funziona requisiti domanda opzione flat tax Sud 2019.

 

In base alle ultimissime novità per effetto di un emendamento al decreto Crescita, la flat tax pensionati Sud sarà per 9 anni e sarà consentita anche agli italiani all'estero che rientrano in Italia.

 

Flat tax per pensionati cos'è?

Che cos’è la Flat tax Sud 2019?

La flat tax pensionati o la flat tax Sud è una nuova agevolazione fiscale introdotta dalla legge di Bilancio 2019 al fine di promuovere e sviluppare i consumi e gli investimenti nei piccoli comuni del Mezzogiorno attraverso una tassazione molto agevolata per i pensionati esteri che decidono di trasferirsi nel nostro Paese.

 

Come funziona la flat tax per pensionati?

Flat tax pensionati 2019 come funziona:

il beneficio della flat tax introdotto da quest’anno consiste nel poter scegliere una flat tax al 7% su tutti i redditi prodotti all’estero, per cui non solo pensioni, da applicare per 5 anni, in alternativa alla tassazione ordinaria, per cui 7% all'anno per 5 anni.

 

Per fruire dell’opzione occorre però scegliere di trasferirsi in una Regione del Sud e in un paese a bassa densità abitativa con meno di 20mila persone in base ai dati Istat, della Sicilia, Calabria, Sardegna, Campania, Basilicata, Abruzzo, Molise e Puglia, o comunque in un altro Paese della zona “tax free” che abbia meno di 20mila abitanti.
 
I pensionati esteri che decidono di aderire all’opzione sono esonerati dagli obblighi di dichiarazione delle attività detenute all’estero e sono esenti dall'Ivie e dall'Ivafe.


Flat tax per pensionati 2019 al 7% requisiti:

I requisiti per applicare la flat tax pensionati 2019 al 7% sono:

  • essere una persona fisica con redditi da pensione esteri;

  • non aver trasferito la residenza in Italia, prima dei 5 anni rispetto all’opzione;

  • trasferirsi in uno dei Comuni del Mezzogiorno di Sicilia, Calabria, Sardegna, Campania, Basilicata, Abruzzo, Molise e Puglia  con meno di 20.000 abitanti come da rilevazione ISTAT o o comunque in un altro Paese della zona "tax free" che abbia meno di 20mila abitanti.

  • per individuare la popolazione residente nel Comune in cui si decide di trasferire la residenza, si considera il dato risultante dalla “Rilevazione comunale annuale del movimento e calcolo della popolazione” pubblicata sul sito dell'Istituto Nazionale di Statistica (Istat) riferito al 1° gennaio dell'anno antecedente al primo anno di validità dell'opzione.

  • L'opzione rimane efficace, anche qualora a partire dal secondo periodo d’imposta di validità, il contribuente trasferisca la residenza in un altro Comune agevolato.

  • l’opzione flat tax Sud dura 5 anni - estesa a 9 anni come previsto da un emendamento Lega.

  • l’aliquota flat tax pensionati è del 7% e si applica per ciascuno dei 5 anni sui redditi detenuti all’estero.

  • chi aderisce all’opzione, è esonerato dall’obbligo dichiarazione dei redditi, versamento IVAFE e IVIE.

 

Come aderire all'opzione Flat tax pensionati Sud 2019:

I pensionati esteri per aderire all’opzione flat tax 7% per 5 anni devono farlo presentando la dichiarazione dei redditi riferita al periodo d’imposta in cui i pensionati provenienti dall’estero trasferiscono la residenza fiscale in uno dei comuni del Mezzogiorno ed ha effetti a partire da quel momento.

 

Il pensionato estero per aderire alla flat tax pensionati Sud, deve effettuare la dichiarazione dei redditi indicando obbligatoriamente:

  • lo status di non residente in Italia per un tempo almeno pari a 5 periodi d’imposta precedenti l’inizio di validità dell’opzione;

  • la giurisdizione o le giurisdizioni in cui ha avuto l’ultima residenza fiscale prima dell’esercizio di validità dell’opzione tra quelle in cui sono in vigore accordi di cooperazione amministrativa nel settore fiscale.

  • gli Stati o territori esteri per i quali intende esercitare la facoltà di non avvalersi dell’applicazione dell’imposta sostitutiva (comma 8, articolo 24-ter del Tuir).

  • lo Stato di residenza del soggetto estero erogante il reddito di pensione.

  • l’ammontare dei redditi di fonte estera da assoggettare all’imposta sostitutiva del 7%. 

 
Flat tax Sud 2019 per pensionati: cessazione, revoca e decadenza:

Cessazione flat tax pensionati: gli effetti del regime di imposizione sostitutiva dei redditi prodotti all’estero terminano alla fine di 5 anni successivi al periodo d’imposta in cui è stata esercitata l’opzione.


Flat tax pensionati revoca: per revocare l’opzione dopo il primo anno di applicazione, è sufficiente comunicarla attraverso la dichiarazione dei redditi relativa all’ultimo periodo d’imposta di validità dell’opzione.


Flat tax pensionati decadenza dall’opzione: la flat tax Sud si perde se:

  • non ci sono più i requisiti richiesti;

  • vi è l’omesso o parziale versamento dell’imposta sostitutiva entro la data prevista per il pagamento del saldo delle imposte sui redditi;

  • vi è il trasferimento ella residenza fiscale in un Comune italiano diverso da quelli “agevolati;

  • vi è il trasferimento della residenza fiscale all’estero.

  • L’opzione perde efficacia anche nel caso in cui a seguito di controlli, sia accertata la resistenza in Italia, nei 5 anni prima dell’esercizio dell’opzione.

La revoca e la decadenza dal regime precludono l’esercizio di una nuova opzione.

Flat tax Sud pensionati versamento imposta: F24 e scadenza

Flat tax pensionati versamento F24 imposta 7%: per ogni periodo d’imposta della flat tax pensionati, il contribuente deve provvedere al versamento della tassazione agevolata in un’unica soluzione tramite modello F24.

 

Con successiva risoluzione, l’Agenzia delleEntrate, provvederà ad istituire il codice tributo da indicare nel modello di versamento e saranno dettate le istruzioni per la compilazione F24.

 

Flat tax pensionati scadenza versamento imposta: l’imposta sostitutiva dovuta, calcolata in via forfettaria con l’aliquota del 7% sui redditi prodotti all’estero, va pagata entro i termini per il saldo versamenti imposte sui redditi, 30 novembre.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA