Giorgio Gori: età moglie Cristina Parodi figli biografia del Sindaco

«Chi è Giorgio Gori età moglie Cristina Parodi 3 figli, biografia e curriculum e vita privata dell'attuale Sindaco di Bergamo con il Centrosinistra»

Giorgio Gori è un uomo politico, imprenditore e giornalista italiano attuale Sindaco di Bergamo.

 

Giorgo Gori si è presentato alle elezioni regionali come Presidente della Regione Lombardia uscendo sconfitto da Attilio Fontana, comunque eletto Gori è entrato a far parte del Consiglio Regionale da quale però si è dimesso, perché carica incompatibile con quella da Sindaco.

 

Dal 10 giugno 2014 e ancora oggi, Giorgio Gori è sindaco di Bergamo, a capo di una coalizionedi centro-sinistra.

 

Andiamo a conoscere meglio chi è Giorgio Gori età, la cui moglie è Cristina Parodi figli e la sua biografia.

 

Giorgio Gori età, moglie Cristina Parodi, figli, vita privata

Giorgio Gori età: 59 anni.

 

Giorgio Gori data di nascita: 24 marzo 1960.

 

Giorgio Gori dove è nato: a Bergamo.

 

Giorgio Gori Figli: 3 figli: Benedetta Gori nel 1996, il primo maschi Alessandro Gori nel 1997 e l'ultima, Angelica Gori.

 

Giorgio Gori moglie: è sposato in seconde nozze con la conduttrice televisiva Cristina Parodi di 54 anni. Giorgio Gori infatti si è sposato con la prima moglie quando era molto giovane, il matrimonio è durato 25 anni. Poi durante gli anni Novanta, periodo in cui faceva parte del Gruppo Mediaset, ha conosciuto la conduttrice televisiva Cristina Parodi e sembra che tra i due ci sia stato un vero e proprio colpo di fulmine.

 

Silvio Berlusconi ha anche ironizzato che sia stato lui a far nascere il loro amore, ma Giorgio Gori ha sempre smentito tale affermazione.

Ad ogni modo, dopo aver conosciuto Cristina Parodi, Giorgio Gori decide di lasciare la moglie.

 

Nel 1995 si sposa con Cristina Parodi dalla quale ha avuto 3 figli.

 

Chi è Giorgio Gori biografia 2019:

Chi è Giorgio Gori biografia 2019: Giorgio Gori è un politico, imprenditore e giornalista italiano.

Il suo volto è noto a tanti italiani dato che come ex direttore di Canale 5 e Italia 1 è apparso spesso in televisione, ma andiamo con ordine.

 

Nasce a Bergamo nel 1960 e fin da giovane si interessa di cultura e politica: si iscrive al Liceo Classico di Paolo Sarpi di Bergamo dove prende parte attiva al movimento studentesco Azione e Libertà.

 

Comincia a lavorare fin da molto giovane nella sua città: a 18 anni collabora con Radio Bergamo, allora diretta da Vittorio Feltri.

Subito dopo comincia a lavorare come giornalista a L'Eco di Bergamo (principale quotidiano della città) e successivamente per Bergamo Oggi, un giornale che era diretto da Vittorio Feltri.

 

Dopo questa prima avventura lavorativa come giornalista decide di riprendere gli studi e si laurea in Architettura.

Nel 1984 entra per la prima volta a contatto con la televisione italiana con l'assunzione presso Rete 4 come assistente dell'autore televisivo Carlo Freccero.

La sua scalata in questo campo è molto veloce dato che nel giro di pochi anni passa da responsabile delle tre reti televisive di Silvio Berlusconi (1988), successivamente direttore di Canale 5 (1991) e di Italia 1 (1997).

 

La sua avventura nel mondo Mediaset continua e nel 2001 fonda la casa di produzione televisiva Magnolia: da questo momento comincia anche la sua carriera come imprenditore italiano.

La Magnolia diventa nel giro di qualche anno una società per azioni di cui Giorgio Gori ne è il presidente fino al 2011, quando diventa consigliere, incarico che lascerà il 13 settembre 2012, data in cui annuncia l'inizio della sua carriera politica.

 

Nel 2011 Giorgio Gori dimostra la sua simpatia per il Partito Democratico e si iscrive a questo partito, cominciando a curare la comunicazione di Matteo Renzi.

Nel 2012 fonda InNova Bergamo, un progetto per elaborare e risolvere i problemi della città.

 

Nel dicembre dello stesso anno si candida alle primarie in vista delle elezioni politiche del 2013 ma non riesce ad essere tra i candidati preferiti.

 

Due anni dopo, alle elezioni amministrative del 2014, si candida come Sindaco di Bergamo vincendo al ballottaggio del 9 giugno del 2014.

 

Nel 2018, Giorgo Gori corre alle elezioni regionali come Presidente della Regione Lombardia ma esce sconfitto da Attilio Fontana.

Gori viene comunque ed entra a far parte del Consiglio Regionale da quale però si dimette perché la carica è incompatibile con quella da Sindaco.

 

Nel 2019, Giorgio Gori è ancora sindaco di Bergamo.

 

Giorgio Gori candidato Presidente della Regione Lombardia:

Giorgio Gori si è candidato come Presidente della Regione Lombardia alle elezioni regionali 2018.

Dopo essere stato eletto come Primo Cittadino di Bergamo, Giorgio Gori decide di guardare avanti anche se il suo mandato ancora non è terminato.

 

Così, con largo anticipo, il primo giugno del 2017 Giorgio Gori annuncia di voler diventare Presidente della Regione Lombardia.

 

Una volontà che attira l'attenzione di molti, soprattutto dei suoi rivali politici della Lega Nord, che da tempo sono i favoriti nel territorio lombardo e che in quel momento vedono la giunta regionale presieduta dall'ex Presidente Roberto Maroni.

Nell'ottobre del 2017 il Partito Democratico e la coalizione di Centrosinistra dichiarano che Giorgio Gori è l'uomo giusto per le elezioni regionali 2018, nominandolo il candidato ufficiale della Regione Lombardia del Centrosinistra.

 

Tuttavia si ritrova a dover competere con un Centrodestra molto forte in questa Regione, una coalizione guidata dal suo sfidante Attilio Fontana.

 

Giorgio Gori curriculum:

Il curriculum di Giorgio Gori evidenzia le molteplici professioni che quest'uomo ha portato avanti nella sua carriera.

 

Ha cominciato a lavorare come giornalista, per radio e giornali di Bergamo, entrando in contatto con persone di rilievo come Vittorio Feltri.

 

Dopo essere diventato giornalista ha intrapreso e terminato gli studi in Architettura.

 

Successivamente è stata la volta delle televisione italiana: ha lavorato per le reti Mediaset dagli anni Ottanta fino all'inizio del nuovo millennio, occupando incarichi prestigiosi come Direttore di Italia 1 e Canale 5.

 

Ma Giorgio Gori è anche imprenditore, fondatore della Magnolia, una casa di produzione televisiva italiana che ha fondato con Ilaria Dallatana e Francesca Canetta.

 

Dato il lungo periodo nelle reti televisive Mediaset di Silvio Berlusconi non ci si aspettava la sua adesione al Partito Democratico e la sua successiva volontà di diventarne parte attiva, fino ad essere eletto Sindaco di Bergamo con il Centrosinistra, coalizione che lo sosterrà anche in vista delle prossime elezioni regionali in Lombardia.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Loading...