Legge di Bilancio 2020: Super bonus befana, carcere evasori, contante

«Legge di Bilancio 2020 evasione fiscale Superbonus Befana idraulico ristorante parrucchiere carta credito bancomat, limite contanti e carcere grandi evasori»

Legge di Bilancio 2020 Superbonus Befana, limite contante, lotteria scontrini: quali sono le nuove misure anti-evasione fiscale e uso contante a cui il governo Conte bis, sta mettendo a punto con il nuovo decreto fiscale 2020 collegato alla Manovra, in modo da recuperare importanti coperture?

 

In arrivo il super bonus ad inizio 2021 con il cd. Bonus Befana con detrazione fiscale pari al 19% per chi paga con la carta di credito o bancomat in settori con molta evasione fiscale come l'idraulico, il parrucchiere, il ristorante, la nuova Carta Unica e la lotteria degli scontrini ed il ritorno ad un più basso limite contante 2020.

 

Con la Manovra 2020 il governo giallorosso si appresta, a detta del Premier Giuseppe Conte, ad introdurre una vera e propria rivoluzione in tema di lotta all'evasione fiscale e all'uso del contante, con una serie di interventi mirati ad aumentare la tracciabilità nei pagamenti, senza tasse e balzelli.

 

Ma entriamo più nello specifico e andiamo a vedere cosa prevede la Legge di Bilancio 2020 Evasione fiscalebonus e sconti fiscali per chi paga con la carta e la nuova Carta Unica

 

Legge di Bilancio 2020 evasione fiscale, misure e carcere evasori

Cosa prevede la Legge di Bilancio 2020 misure Evasione fiscale: Al fine di reperire le risorse necessarie a coprire le misure da introdurre con la nuova legge di Bilancio 2020, in primis i 23,1 miliardi di euro che servono per scongiurare lo scatto delle clausole di salvaguardia e di conseguenza l'aumento IVA 2020, il governo Conte bis, sta ponendo l'accento sul rafforzamento della lotta all’evasione

 

In base a quanto spiegato dal nuovo viceministro all’Economia Antonio Misiani, l'evasione fiscale "è un grande problema del paese perché ogni anno 110 miliardi di euro vengono sottratti a fisco e all’Inps", per cui "occorre proseguire sulla strada della tracciabilità con una serie di misure tra cui l’introduzione di incentivi per l’uso delle carte elettroniche. Può essere "una strada fruttuosa per recuperare un ammontare di risorse significativo e cruciale per finanziare gli impegni rilevantissimi che attendono il paese nella prospettiva della legge Bilancio 2020" a partire dalla sterilizzazione dell’Iva per 23,1 miliardi di euro.

 

Dunque, per la Manovra 2020, il reperimento di risorse anche e soprattutto tramite la lotta all’evasione fiscale e al ridimensionamento dell'uso del contante attraverso incentivi, aumento della tracciabilità, aumento dei controlli contro le false compensazioni e l'arrivo della nuova Carta Unica, è il punto più importante ma anche il carcere per i grandi evasori.

 

Il ministro Alfonso Bonafede ha annunciato che il carcere evasori passa a partire da Natale "da un minimo di 4 anni ad un massimo di 8 anni" per chi evade somme pari o superiori a 100mila euro.

La stretta è entrata subito nel testo del decreto fiscale 2020 ma con la postilla che le nuove norme entreranno in vigore non subito, ma solo dopo il via libera finale al decreto in modo da dare al Parlamento la possibilità di approfondire tutti gli effetti e le conseguenze.

 

Anche perché queste, sono tutte iniziative che hanno come unico obiettivo quello di ridurre notevolmente le attività dell'economia sommersa e il lavoro nero, e di conseguenza le entrate dello Stato senza applicare nuove tasse, vedi ad esempio la fantomatica tassa sui contanti, o balzelli.


Per maggiori informazioni leggi anche come cambiano le sanzioni penali tributarie per effetto del decreto fiscale 2020.

 

Legge di Bilancio 2020 Super bonus befana:

Entriamo ora nello specifico delle misure inserite nella nuova Legge di Bilancio 2020 o meglio nel nuovo testo pdf del decreto fiscale 2020 quale intervento contro l'evasione fiscale: ecco i bonus e sconti fiscali per chi paga con la carta e la nuova Carta Unica.

 

Che cos'è il Bonus Befana 2020?

Al fine di incentivare i pagamenti con carta di credito e bancomat, in modo da contrastare l’evasione fiscale, il governo giallorosso sta riflettendo sul cosiddetto bonus Befana: ossia un superbonus da riconoscere nei primi giorni del 2021 per chi da luglio 2020, effettuerà pagamenti elettronici per una soglia minima nei settori che sono a più alto rischio nero, come ad esempio i ristoranti o gli idraulici, bar, ecc.

 

Bonus befana 2020 come funziona il Superbonus: in pratica si tratta di:

  • detrazione fiscale pari al 19% su una spesa massima riconosciuta pari a 2500 euro annui. 

  • l'importo totale detraibili è massimo di 475 euro;

  • l'importo spettante è "pagato" nei primi giorni dell'anno, ecco perché il nome bonus befana.

  • per ottenere il bonus befana, occorre pagare le spese con carta elettronica o bancomat;

  • il bonus befana è riconosciuto per le spese effettuare nei settori a più alto rischio evasione come ristoranti, bar, lavori di manutenzione ecc.

 

Legge di Bilancio 2020 Bonus idraulico, ristorante, parrucchiere:

Legge di bilancio 2020 bonus idraulico, ristorante o parrucchiere: cos'è, come funziona e significato:

Secondo le ultimisisime notizie, il bonus della Befana, potrebbe accompagnarsi al cd. cashback. da utilizzare non sull'IVA.

 

Il cashback, pensato dal governo giallorosso, è un meccanismo che prevede per chi chi paga con la carta di credito o il bancomat la possibilità di ottenere un rimborso.

 

Come funziona il cashbak: al momento di pagare il conto sia chi paga con carta che i contanti paga la stessa somma, ma poi per chi paga con la carta o bancomat si troverà nell'estratto conto del mese successivo o quello dello stesso mese, un rimborso di una parte dell'Iva versata. 

 

In pratica con il cashback si andrebbe ad applicare, quello che in vari paesi è già previsto da svariati anni, un rimborso fiscale pari a una percentuale del pagamento effettuato con strumenti alternativi al contante.

 

Legge di Bilancio 2020 limite contante, Pos, Lotteria scontrini

Nuovo limite contante 2020:

Previsto nella nuova Legge di Bilancio, il nuovo limite contanti 2020 a 2.000 euro.

Dal 1° luglio 2020 e per tutto il 2021 la nuova soglia passa da 3.000 euro a 2.000 euro mentre dal 2022 torna a 1.000 euro. Stessa soglia anche per prestiti e regali anche tra parenti stretti.

 

Sconto IVA per chi paga con moneta elettronica:

Un'altra ipotesi è far scattare gli sconti IVA per chi paga con carte di credito e bancomat senza però applicare rincari per chi preferisce il contante. Questa ipotesi è stata alla fine scartata.

 

Deduzioni e detrazioni Carta di credito - pagamenti elettronici:

Al fine di aumentare la tracciabilità dei pagamenti ed evitare così operazioni in nero senza fattura o scontrino, il governo è a lavoro su una riforma delle deduzioni e delle detrazioni fiscali che vada a premiare i contribuenti che utilizzano i pagamenti elettronici.


Per cui la volontà del governo è:

  • da una parte, introdurre agevolazioni fiscali per chi paga in modo tracciabile, ad esempio attraverso carta di credito, bancomat o bonifico, e dall'altra la possibilità di estendere il pagamento tracciabile anche ad altre spese aventi diritto alla detrazione o deduzione.

  • ciò significa che il contribuente, per continuare e vedersi riconosciuti bonus e sconti fiscali, come ad esempio canoni di locazione, spese mediche, spese d'istruzione, ecc.,  potrebbe dover effettuare la spesa attraverso metodi tracciabili o pagamento con moneta elettronica.

 

Esenzione commissioni POS:

Al fine di favorire l'aumento dei pagamenti tracciabili, il governo sta anche pensando di introdurre per i commercianti l'esenzione dal pagamento delle commissioni POS per i micro-pagamenti, con un tetto che potrebbe essere fissato intorno ai 30 euro. 

 

Ciò andrebbe a coprire una quota molto consistente delle transazioni, visto che l’importo medio dei pagamenti in contanti è di 13,57 euro.

Dal 1° luglio 2020 entrano in vigore di conseguenza anche le sanzioni POS 2020 obbligatorio.

 

Lotteria scontrini 2020:

Potrebbe arrivare finalmente nel 2020 anche la famosa lotteria degli scontrini 2020. Ovvero una lotteria nazionale basata sull’estrazione di premi, utilizzando il codice associato allo scontrino fiscale emesso dal negoziante.

 

Legge di Bilancio 2020 la Carta Unica cos'è e come funziona:

Arriva la Carta Unica in Legge di Bilancio 2020: l'idea del governo di introdurre una Carta Unica stata spiegata al Sole 24 Ore dal sottosegretario all’Economia del Movimento 5 Stelle, Alessio Villarosa.

 

In pratica, l'iniziativa della Carta unica è stata pensata per andare in aiuto alle persone più anziane che hanno poca dimestichezza con i pagamenti elettronici e le carte di credito.

 

L'idea, come spiegato da Villarosa, si basa sulla possibilità di introdurre un'unica card elettronica che svolga più funzioni, la Carta Unica sarebbe quindi al contempo:

  • documento d'identità personale;

  • tessera sanitaria;

  • Identità digitale;

  • di strumento per effettuare i pagamenti elettronici.

"Sarà una vera rivoluzione - ha sottolineato Villarosa – la Carta unica avrà carta d’identità, tessera sanitaria, identità digitale e possibilità di attivare un conto di pagamento presso qualsiasi sportello bancario o postale".

 

L’obiettivo della Carta unica è quindi quello di raggiungere il maggior numero possibile di cittadini mediante l'utilizzo di un unico strumento che raccolga in sé una serie di funzioni: dalle visite sanitarie ai farmaci, dall’accesso ai servizi della PA ai pagamenti.

Una carta, dunque, che come fine ultimo abbia quello di incentivare l’uso della moneta elettronica.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA