Paolo Savona biografia 2018: nuovo ministro delle politiche europee

«Paolo Savona biografia 2018 del nuovo ministro delle politiche europee nel Governo del Cambiamento: storia, curriculum politico, vita privata e curiosità»

Paolo Savona biografia 2018: chi è Paolo Savona, ministro delle politiche europee nel Governo del Cambiamento? Il ministro Savona è salito all'onere della cronoca politica italiana, per il secco NO ricevuto dal Presidente Mattarella alla sua nomina come capo del Tesoro.

E come dimenticare poi, le successive accuse sempre per la mancata nomina di Savona, mosse da Luigi Di Maio e del M5s nei confronti del Presidente che arrivarono addirittura ad invocare l'impeachment di Mattarella? Fortunatamente quei tempi sono passati ed il ministro Tria è stato eletto ministro dell'Economia mentre Paolo Savona è stato nominato ministro delle politiche europee.

A questo punto andiamo a conoscere meglio Paolo Savona biografia e curriculum come ministro ma anche come economista.

 

Paolo Savona biografia 2018

Paolo Savona biografia 2018 chi è? Paolo Savona è un economista e politico italiano.

Nasce a Cagliari il 6 ottobre del 1936.

Nel 1961 si laurea in Economia con 110 e lode.

Dopo la laurea inizia sin da subito la carriera in ambito economico. Paolo Savona, infatti, è un uomo che ha speso tutta la sua vita in onore dell'economia e non per niente, è un economista apprezzato in tutto il mondo.

Paolo Savona biografia 2018: Paolo Savona nel 2018 è nominato nuovo ministro delle politiche europee dal Governo Lega M5S.

Per molti aspetti può apparire come un uomo che ha poco a che vedere con il politico Luigi Di Maio e Matteo Salvini ma scoprendo il suo curriculum si capiscono le ragioni per cui è stato indicato prima come ministro dell'economia e poi come ministro delle politiche europee.

 

Paolo Savona curriculum vitae 2018:

Paolo Savona curriculum vitae 2018: Il curriculum di Paolo Savona è ricco di incarichi prestigiosi. 

Dopo la laurea si è specializzato al Mit di Boston, in Economia Monetaria.

In questa esperienza ha avuto modo di collaborare con grandi figure, una fra tutti l'economista Franco Modigliani.

Successivamente è entrato alla Banca d'Italia presso l'ufficio studi.

Quella nella Banca d'Italia, è stata una lunga carriera che lo ha portato al ruolo di direttore nel giro di qualche anno.

Nel 1976 lascia l'istituto di credito italiano dopo aver vinto il concorso che lo vede come Professore di Economia all'Università di Cagliari.

Diventa successivamente direttore generale di Confindustria e ci rimane fino al 1980.

E' stato tra i fondatori dell'Università romana Luiss.

Il suo lungo curriculum è legato alla sua professione di economista.

Infatti ha rivestito grandi incarichi come Presidente del Fondo Interbancario di tutea dei depositi.

Ha insegnato anche presso altre università, quali:

  • Università di Perugia;
  • Università Tor Vergata di Roma;
  • Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione;
  • Università degli Studi Guglielmo Marconi. 

Paolo Savona ha fatto parte anche di molteplici progetti di ricerca nel suo campo.

Durante gli anni Novanta entra a far parte della vita politica del paese.

Tra il 1993 e il 1994 è stato Ministro dell'Industria, dentro il Governo di Carlo Azeglio Ciampi.

Dopo questo primo incarico è tornato alla sua vita da economista.

Dopo più di 10 anni è diventato Capo del Dipartimento per le Politiche Comunitarie.

Ha rivestito questo incarico tra il 2005 e il 2006.

Nello stesso periodo è anche stato Coordinatore del Comitato Tecnico per la Strategia di Lisbona, compito che ha preso all'interno del Governo di Silvio Berlusconi.

Paolo Savona curriculum: questi sono i punti principali del curriculum di Paolo Savona che lo hanno portato dentro il nuovo Governo.

 

Paolo Savona nuovo ministro delle politiche europee:

Paolo Savona nuovo ministro delle politiche europee nel Governo Lega Movimento 5 Stelle. 

Inizialmente indicato dal Governo Salvini Di Maio come nuovo ministro dell'economia, Savona è stato poi, come sappiamo, nominato ministro delle politiche europee, dopo il secco NO di Mattarella alla sua nomina come capo del Tesoro.

Questa scelta del Capo dello Stato è stata molto discussa e criticata specialmente da Luigi Di Maio, Alessando Di Battista e dall'intero Movimento 5 stelle.

Alla fine però il buon senso ed il bene del Paese hanno prevalso e c'è stato il passo indietro di Matteo Salvini e Luigi Di Maio, con la nomina di Savona a ministro delle politiche europee.

Il no di Mattarella a Savona è stato per lo più per le posizioni a volte critiche di Savona nei confronti dell'Unione Europea e di alcuni aspetti del Trattato di Maastricht.

Secondo Paolo Savona l'Unione Europea, infatti, è fortemente vincolata dalle politiche tedesche e questo la mette nella condizione di non poter durare a lungo.

Questa tesi, unita alla sua carriera e al suo pensiero riguardo l'economia, fa capire che si tratta di un uomo libero.

Ed è anche così che Paolo Savona si definisce, un uomo libero di dire la sua, soprattutto nel suo pensiero economico, che si può ritrovare in diverse delle opere che ha pubblicato.

 

Paolo Savona vita privata:

La vita privata di Paolo Savona ci racconta la vita di un uomo che è praticamente innamorato della sua materia: l'economia.

Incarichi di prestigio.

Ricercatore.

Professore universitario.

Politico nell'ambito di incarichi economici.

Questi sono i motivi che confermano questa tesi.

Ma non solo.

Paolo Savona è uno di quegli uomini che si è sempre ritenuto libero di dire quello che pensa, soprattutto nelle materie che gli competono.

Infatti Paolo Savona non ha mai nascosto le sue ideologie sia nelle sue opere che nelle sue dichiarazioni.

Paolo Savona moglie: Paolo Savona è sposato con la signora Savona.

Figli: Paolo Savona ha due figli.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?