Pensione di cittadinanza 2019: requisiti ISEE, cos'è e come funziona

«Pensione di cittadinanza 2019 cos'è e come funziona, requisiti ISEE e a chi spetta l'aumento pensioni fino a 780 euro di integrazione pagata dallo Stato»

Pensione di cittadinanza 2019: cos'è e come funziona, requisiti ISEE e a chi spetta l'aumento pensioni fino a 780 euro di integrazione pagata dallo Stato? La pensione di cittadinanza è la nuova misura prevista dal 2019 dal governo giallo-verde che farà parte di un disegno di legge ad hoc, staccato quindi dalla Legge di Bilancio 2019, che arriverà in Parlamento entro Natale 2018.

La pensione e reddito di cittadinanza, come tutti ormai saprete, è una delle battaglie che il M5s porta avanti da quando è nato ed ora che è al governo insieme alla Lega, intende avviarla già dal 2019, grazie alla nuova Legge di Bilancio.

Alla luce della riforma pensioni 2019, andiamo a vedere in dettaglio la pensione di cittadinanza 2019.

 

Pensione di cittadinanza cos'è?

Pensione di cittadinanza cos'è? La pensione di cittadinanza, insieme al reddito di cittadinanza, è da sempre una misura chiave del programma politico del M5S e che finalmente, dal 2019, vedrà luce grazie alla legge di bilancio 2019, la prima Manovra targata 5 Stelle-Lega.

Dalla sua nascita ad oggi, il Movimento 5 Stelle ha sempre parlato ed auspicato l'introduzione in Italia del reddito di cittadinanza per chi è senza lavoro ed ha un basso reddito e della pensione di cittadinanza per i pensionati che hanno un reddito di pensione al di sotto della soglia di povertà stabilita dall'ISTAT in 780 euro netti al mese.

Infatti secondo i fondatori del Movimento, Beppe Grillo e il defunto Gianroberto Casaleggio, le società moderne sono impostate sul reddito e senza quest'ultimo un singolo individuo è tagliato fuori da ogni tipo di bene e servizio.

Ed è per questi motivi che lo Stato deve mettere tutti nella condizione di ricevere un reddito minimo garantito per far fronte alle spese di prima necessità ma questo aiuto contro la povertà, non è come pensa la maggior parte degli sciettici, un contributo per stare sul divano senza fare niente ma un incentivo e un sostegno economico per tornare in pista ed uscire dalla situazione di povertà e di esclusione sociale, in cui un cittadino e la sua famiglia, può trovarsi in qualsiasi momento a causa della perdita del posto di lavoro.

Andiamo ora a vedere la pensione di cittadinanza 2019 come funziona.

 

Pensione di cittadinanza 2019 come funziona?

Come funziona la pensione di cittadinanza 2019? La pensione di cittadinanza, in pratica è l'estensione del reddito di cittadinanza ai pensionati a basso reddito.

Ciò significa che a tutti coloro che si trovano sotto la soglia di povertà dichiarata dall'Istat ossia 780 euro netti al mese, spetta un'integrazione dell'importo della pensione fino al raggiungimento della suddetta soglia.

Vediamo due esempi per capire meglio questa riforma:

Pensionato solo che si trova sotto la soglia di povertà: i pensionati che vivono da soli e hanno una pensione che si trova sotto la soglia di povertà, percepiranno dal 2019, una somma in denaro fino a 780 al mese.

Ad esempio, se la pensione è di 500 euro al mese, il pensionato ogni mese riceverà 280 euro di integrazione.

Pensionati coniugi che si trovano sotto la soglia di povertà: le cifre cambiano invece quando si parla di una famiglia e di due coniugi. In questo caso l'ammontare delle pensioni percepite da moglie e marito devono essere sotto i 1170 euro al mese per ricevere la pensione di cittadinanza.

Se ad esempio è solo il marito a ricevere la pensione di cittadinanza di 500 euro (e la moglie non la percepisce) ci sarà un'integrazione mensile di euro 670 in modo che i due coniugi percepiscono 1170 euro al mese.

Volendo fare un altro esempio nella stessa casistica, se il marito guadagna 500 euro di pensione e la moglie anche, ci sarà un'integrazione di euro 170 ogni mese, per arrivare al reddito di 1170 euro mensili.

Devi andare ancora in pensione? Allora forse ti interessa anche conoscere le novità sulle pensioni Quota 100.

 

Pensione di cittadinanza 2019 requisiti ISEE:

Pensione di cittadinanza requisiti ISEE 2019: vediamo ora a chi spetta la pensione di cittadinanza.

La pensione di cittadinanza spetta a tutti i pensionati che hanno un reddito mensile sotto la soglia di povertà.

Essendo questa una misura presente nella nuova legge di bilancio 2019, per avere tutti i dettagli su i requisiti, reddito, ISEE, dobbiamo attendere l'apposito disegno di legge che dovrebbe arrivare entro Natale 2018,

Stando comunque a quanto dichiarato in questi giorni dal vicepremier Luigi Di Maio, ecco i requisiti per avere diritto alla pensione di cittadinanza:

  • essere titolari di una pensione al di sotto della soglia di povertà ISTAT, 780 euro;
  • essere residenti in Italia da almeno 5 anni;
  • avere un reddito ISEE 2019 non superiore a 9360 euro.
  • per chi possiede una casa di proprietà: l'importo scende di circa 280 euro;
  • per chi possiede una seconda casa, un garage, un box ecc: la quota patrimonial non deve superare i 30.000 euro.
COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?