Reddito di emergenza a chi spetta e chi sono i soggetti esclusi

Reddito di emergenza a chi spetta e soggetti esclusi e non cumulabilità con Reddito di cittadinanza, pensioni e bonus colf e badanti, ultime notizie

31 maggio 2020 10:18
Reddito di emergenza a chi spetta e chi sono i soggetti esclusi

Secondo quanto previsto dal decreto Rilancio è stato intodrotto il Reddito di emergenza, misura che prevede un bonus fino a 1.600 euro per due mesi.

 

Per avere diritto al Rem occorre avere un valore Isee non superiore a 15 mila euro e a differenza del reddito di cittadinanza, spetta anche ai cittadini residenti in Italia da meno di dieci anni.

 

Ci sono però dei soggetti esclusi dal reddito di emergenza:

  • i beneficiari del reddito di cittadinanza;

  • i lavoratori domestici.

  •  nuclei con uno dei componenti titolare di trattamenti pensionistici.

Il divieto di cumulare le indennità (reddito di cittadinanza e bonus colf e badanti) è stato introdotto dal governo in extremis. 

 

Reddito di emergenza 2020 soggetti esclusi:

La misura temporanea prevista dal decreto rilancio dal costo di circa 954,6 milioni è stata pensata dal Governo quale tutela per circa 2,5 milioni di persone. 

 

Ed è per questo motivo che all'ultimo ha vinto la linea del Partito Democratico ed è stata vietata la possibilità di cumulare i sussidi vecchi e nuovi in quanto ciò avrebbe consentito in alcuni casi di incrementare di cumulare Rem + Reddito di cittadinanza arrivando così ad avere un aumento superiore al 100 per cento.

 

Dal reddito di emergenza sono pertanto esclusi i beneficiari del reddito di cittadinanza, del nuovo bonus colf e badanti e nuclei con uno dei componenti titolare di trattamenti pensionistici.

 

Ricapitolando, ecco chi sono i soggetti esclusi dal Reddito di emergenza 2020:

  • detenuti o ricoverati in strutture a carico delle Stato;

  • chi all'interno del nucleo familiare ha una persona beneficiaria del reddito di cittadinanza;

  • chi ha un componente beneficiario di una delle indennità Covid previste dal Governo;

  • chi ha nella famiglia una persona destinataria di una pensione, ad esclusione di quella di invalidità;

  • chi ha in famiglia un componente con un contratto di lavoro dipendente e una retribuzione media superiore a quella del reddito di emergenza.

Ricordiamo che i beneficiari a cui spetta il Rem avranno, invece, diritto a 2 mensilità previa apposita domanda all'Inps o tramite patronato ed i primi pagamenti arriveranno tra circa 1 mese.

 

A chi spetta il Reddito di emergenza?

Ecco invece i requisiti Reddito di emergenza che danno diritto al percepimento di un bonus fino a 1.600 euro in caso di famiglie numerose

  • Avere un valore Isee inferiore a 15 mila euro;

  • Avere la residenza in Italia, ma senza il vincolo dei 10 anni;

  • Avere un patrimonio mobiliare inferiore a 10.000 euro che aumenta a 20.000 euro in caso di famiglie numerose.

 

Domanda Reddito di emergenza a chi presentarla:

La domanda Rem deve essere presentata all'Inps attraveso l'apposito modulo che l'Istituto ha reso già disponibile online.

  • WEB - www.inps.it - sezione "Servizi online" > "Servizi per il cittadino" > autenticazione con il PIN dispositivo (oppure SPID, CIE, CSN, PIN semplificato).

  • domanda tramite Caf e Patronato.

     

Per accedere al sito INPS e compilare la domanda Reddito di emergenza online il cittadino deve accedere con una delle seguenti credenzial:

  • PIN dispositivo rilasciato dall’Inps (per alcune attività semplici di consultazione o gestione è sufficiente un PIN ordinario);

     

  • SPID di livello 2 o superiore;

Al momento di presentazione della domanda è necessario aver sottoscritto una dichiarazione ISEE ordinaria, corrente o mini, tuttora in corso di validità.

 

Domanda Rem quando presentarla: la domanda deve essere presentata entro giugno 2020.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA