Coronavirus, come sarà l’estate 2020? Alcune ipotesi sulle vacanze

Coronavirus e vacanze: come sarà l’estate 2020, misure per spiagge e alberghi, spostamenti brevi, turismo di prossimità, si dovrà indossare la mascherina?

13 maggio 2020 15:37
Coronavirus, come sarà l’estate 2020? Alcune ipotesi sulle vacanze

Come sarà l’estate 2020? Potremo partire per le vacanze, prendere il sole in spiaggia, concederci una passeggiata in montagna?

Sono molti gli interrogativi che si susseguono in queste ore.

 

La presidente della Commissione europea Ursula von Der Leyen, nell’intervista rilasciata al quotidiano tedesco Bild am Sonntag, ha consigliato di “aspettare a prenotare le vacanze”, rispondendo a una domanda in merito alle ferie dei cittadini europei.

 

Aggiungendo che “Nessuno può fare previsioni affidabili per luglio e agosto, al momento”.


Una speranza però arriva da Lorenza Bonaccorsi, sottosegretario del Mibact che, in un'intervista a RaiNews24 ha sottolineato: “Andremo al mare quest’estate, stiamo lavorando perché possa essere così”.

 

Il Governo sta quindi studiando delle soluzioni ad hoc per il settore turistico.

 

Anche il Premier Conte, in un'intervista al Corriere della Sera, ha ribadito che "saranno mesi difficili", ma anche che "potremo andare al mare, in montagna e godere delle nostre città, sarebbe bello che gli italiani restassero in Italia."


Di certo ora c’è che dovremo imparare a convivere con il Covid-19: gli esperti infatti non sono concordi nel ritenere che possa sparire con il caldo.


Le ipotesi finora formulate riguardano un “turismo di prossimità” e tutta una serie di provvedimenti per viaggi, spiagge e strutture ricettive.

 

Vi ricordiamo che con il nuovo decreto Maggio 2020 è allo studio del Governo il bonus vacanze 2020 da 500 euro in Italia.

 

 

Estate 2020: le linee guida per spiagge e stabilimenti

L'inail, in collaborazione con l'Istituto Sanitario di Sanità, ha intanto stilato le linee guida per il mare, la spiaggia e gli stabilimenti.

 

Il documento deve ancora essere approvato, ma offre uno scenario di come sarà l'estate 2020 nella fase 2 dell'emergenza coronavirus.

 

Sarà necessario rispettare lo distanziamento sociale di due metri, evitare qualsiasi tipo di assembramento e indossare la mascherina al di fuori del proprio ombrellone.

 

Tra le varie misure previste, anche la possibilità di recarsi presso gli stabilimenti prenotando e pagando in anticipo l'ingresso; dovrà essere garantita la pulizia e l'igienizzazione delle strutture, dei servizi e degli strumenti tra un cliente e l'altro.

 

Chiuse le piscine e vietate le attività ludico-creative a rischio assembramento.

 

 

Estate 2020: la vacanza è in Italia

Per l’estate 2020 dovremo probabilmente scordarci i lunghi spostamenti e i viaggi all’estero, per diversi motivi.

 

Alcuni paesi potrebbero infatti imporre una quarantena oppure blocchi ai turisti, senza contare che traghetti, aerei e treni dovrebbero riorganizzare gli spazi per rispettare le regole di distanziamento.

 

Con molta probabilità si tornerà a un turismo domestico, rivolto alle località del nostro paese, con la macchina come mezzo privilegiato per gli spostamenti.


In questa particolare situazione, risultano più che mai utili le seconde case.

 

Le strutture ricettive, come hotel e villaggi, si stanno attrezzando per organizzarsi in modo da evitare sovraffollamenti nelle aree comuni e rispettare le norme di distanziamento.

 

Federalberghi sta invitando chi ha già prenotato a cambiare le date delle vacanze o a cercare con la struttura delle soluzioni.

Ecco quali sono le procedure previste dal Governo per richiedere il rimborso di biglietti viaggi ed eventi.

 

Estate 2020: le misure previste per aerei e treni

Gli aerei dovranno prevedere di assegnare i posti in maniera diversa, con i sedili al centro lasciati vuoti.

 

Spariranno coperte e cuscini e i pasti dovranno essere portati da casa.

 

Sui treni dovrà esserci una sanificazione più frequente e non sarà accessibile la carrozza bar.

 

Probabilmente diventerà obbligatorio indossare la mascherina.

Ecco quali sono le procedure per richiedere il rimborso di biglietti aerei, bus, treni, soggiorni hotel.

 

Estate 2020: mare o montagna?

Che si scelga un’assolata spiaggia o una verde località circondata dai boschi, la regola principale da seguire sarà sempre quella del distanziamento sociale.

 

Mentre in montagna è più semplice rispettare le distanze, in spiaggia risulta indubbiamente più complicato.

 

Ecco quindi che son già al vaglio alcune soluzioni, alcune contenute nelle linee guida dell'Inail: ad esempio gli ombrelloni assegnati per nucleo familiare e a prenotazione obbligatoria, disposti lontani gli uni dagli altri; aree di gioco non accessibili e fasce orarie per i soggetti più a rischio (come gli anziani).

 

Maggiore pulizia e disinfezione per docce e bagni, ma anche controlli della temperatura (come già avviene in alcuni supermercati) o la richiesta di scaricare l’app con le informazioni sanitarie.


L’idea di box in plexiglass per separare sdraio e ombrelloni, lanciata da un’azienda modenese e circolata su media e social, non piace a molti e ha suscitato forti perplessità.


In alcune regioni italiane (come Liguria, Emilia Romagna, Veneto e Abruzzo) è stata già decisa una riapertura per poter iniziare la manutenzione delle spiagge e per lavorare sulle misure da adottare.


Mentre negli stabilimenti balneari è comunque previsto del personale addetto a verifiche, sulle spiagge libere sarà necessario definire afflusso e controlli.

 

Estate 2020: le mascherine saranno obbligatorie?

In spiaggia probabilmente non sarà necessario indossare la mascherina se si rispetta la distanza, ma servirà nei luoghi chiusi e in quelli dove ci sono più persone (quindi non appena ci si allontana dall’ombrellone).

 

Per la montagna, potrebbe non servire per una passeggiata in solitaria, ma per recarsi in un rifugio o in un’altra struttura sì.


La mascherina diventerà uno strumento di protezione indispensabile, in città così come in vacanza.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA