Seconda giornata di Europa League

Roma-Cska Sofia 0-0. Male la squadra di Fonseca, Mayoral deludente.

Europa League 2020/2021 Roma-CSKA Sofia 0-0, la squadra di Fonseca stoppa i giallorossi, partita soporifera senza nessuna emozione da entrambe le parti

30 ottobre 2020 07:47
Roma-Cska Sofia 0-0. Male la squadra di Fonseca, Mayoral deludente.

Europa League 2020/2021

 

Ieri sera alle 21 è andata in scena l’Europa League, con i giallorossi pronti a ripetersi dopo la prima vittoria ai danni dello Young Boys. Davanti si sono trovati una squadra che vive un periodo complicato in campionato (che ricordiamo essere la PFG bulgara).  

 

Arrivano da 8 risultati consecutivi senza vittoria e i capitolini devono sfruttare il loro ottimo rendimento per rimanere in fiducia. Fonseca opterà per qualche cambio, con il probabile ritorno di Pau Lopez tra i pali, Smalling in difesa e Mayoral punta per far rifiatare Edin Dzeko. 

 

Roma-Cska Sofia dove vederla:

Roma-CSKA Sofia è stata trasmessa in diretta tv da Sky:

  • Sky Sport Arena (numero 204 del satellite);

  • Sky Sport (numero 253 del satellite).

 

Roma-Cska Sofia, le formazioni:

ROMA (3-4-2-1): 13 Pau Lopez; 3 Ibañez, 6 Smalling, 20 Fazio; 33 Bruno Peres, 14 Villar, 4 Cristante, 37 Spinazzola; 7 Pellegrini, 31 Carles Perez; 16 Borja Mayoral Allenatore: Fonseca

 

CSKA SOFIA (4-2-3-1): 1 Busatto; 15 Vion, 26 Antov, 28 Galabov, 18 Mazikou; 20 Tiago Rodrigues, 21 Youga; 24 Sinclair, 13 Sankharé, 30 Yomov; 22 Sowe Allenatore: Morales

 

 

Primo tempo 

Risultato 0-0:

La Roma scende in campo con le seconde linee, ma una grande voglia di rimanere prima nel girone. Smalling torna a comandare la difesa, in regia si opta per il giovane Villar accompagnato da Cristante. Davanti nuova chance per Borja Mayoral, che non ha convinto nella prima uscita. I giallorossi comandano il gioco. La prima metà di gara palleggiano meglio, mettendo in difficoltà l’impostazione tattica degli avversari.

 

Peccato che la storia da inizio campionato sembra sia sempre la stessa: squadra che predomina con il pallino del gioco, sbagliando però sempre l’ultimo passaggio. Spinazzola avrebbe due volte l’assist vincente, ma sbaglia continuamente la scelta. L’attaccante spagnolo si vede poco, nel gioco di Fonseca è necessario un nove che sia incontrista. Il finale di prima frazione vede ancora il portiere avversario ( che gioca una buona gara anche se fortunata) salvare su altre due grandi occasioni, una delle quali la traversa colpita da Mkhitaryan.

 

Vedremo nel secondo tempo se Fonseca sceglierà di fare entrare di nuovo i titolari per portarsela a casa. 

 

Secondo tempo

La gara riprende con alcune sorprese: il Mister fa uscire Spinazzola, probabilmente per infortunio , con al suo posto Kardrop  e Mkhitaryan per Pedro . La fascia  ha un volto totalmete rinnovato. I primi minuti non sono particolarmente esaltanti, ma il CSKA ha la palla buona dopo 10 minuti, su un colpo di testa respinto da Pau Lopez,  con Antov che a porta sguarnita fallisce clamorosamente il vantaggio. Roma  salva, ma che rischio! I capitolini non sembrano in gara,  ragionano poco con il pallone e di nuovo, i bulgari hanno un’altra grande occasione con Henrique che spedisce fuori dal limite dell’area dopo la parata dello spagnolo.

 

Dentro Dzeko al 70’, forse un po' in ritardo per come si era messa la gara cercando  subito di caricare i suoi. Esce un deludente Carles Perez per Pellgrini, che in un minuto scalda due volte le mani al portiere. Curioso l’ingresso di Beltrame tra le fila avversarie, ex promessa della Juventus.  La gara diviene sempre più nervosa, sino a spegnersi sullo 0-0.

 

Una brutta Roma, che rischia tanto e  non si aggiudica una gara che andava vinta.  Ora Fonseca deve farsi diverse domande sulle sue seconde linee, troppo acerbe per questo tipo di competizione.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA