Ritratto di un campione

Chi è Francesco Totti: età, carriera biografia, moglie e figli, Covid

Dopo una quarantena a causa della positività, Francesco, sua moglie Ilary e la madre sono guariti risultando negativi. Il Capitano racconta l'incubo vissuto

26 novembre 2020 16:20
Chi è Francesco Totti: età, carriera biografia, moglie e figli, Covid

Un 2020 che non dà pace a nessuno, ma questi ultimi due mesi sono stati indubbiamente i peggiori in assoluto per l’ex numero 10 della Roma

 

A ottobre Francesco Totti aveva dovuto salutare suo padre Enzo, 76 anni, deceduto allo Spallanzani di Roma, proprio a causa del virus. In una lettera scritta sui social dichiarava che il dolore più grande era stato lasciare solo il padre, per proteggere la famiglia dal virus.

Il 2 novembre anche lui e sua moglie Ilary Blasi sono poi risultati positivi, sommersi in un vortice d’incubi che non conosce fine. 

 

Insieme a loro anche la madre di Francesco, che ha avuto diversi sintomi facendo pensare che la situazione potesse essere grave come quella del marito deceduto una settimana prima. Non era improbabile immaginare che anche i figli della coppia fossero in pericolo di contrarlo, ma l’unico che pare averne risentito è stato proprio l’ex giocatore, poiché sua moglie è risultata asintomatica.

 

Francesco ha avuto la febbre per diversi giorni, attraversando una fase di grande stanchezza seppur con qualche successivo miglioramento.

Nella villa nel quartiere di  Torrino i coniugi sono rimasti uniti nell’ennesimo ostacolo di quest’anno molto difficile.

 

Totti, che stava per ottenere anche le prime soddisfazioni nel nuovo mestiere di agente, con alcuni ingaggi nel Sud America e con la possibilità di incontrare a breve il presidente dei capitolini Friedkin per un ruolo in società, ha dovuto rimandare. Consolidare la salute un obbligo per lui e per i suoi familiari.

 

Totti, la guarigione dopo l'inferno:

Francesco Totti ha rilasciato alcune dichiarazioni su Instagram il 20 novembre, raccontando i traumi vissuti per diversi giorni: «Sono guarito dopo quindici giorni, avere il COVID non è stato facile» ha scritto. «La diagnosi è stata un colpo al cuore: POLMONITE BILATERALE per infezione da Sars Cov 2! Vista la tempestività della diagnosi sono riuscito a curarmi da casa, 15 lunghi giorni ma adesso che tutto è passato voglio ringraziare coloro che mi sono stati più vicini e quindi un grazie speciale al Prof. Alberto Zangrillo, alla Prof. Monica Rocco e Silvia Angeletti». 

Una situazione spaventosa per tutta la famiglia, soprattutto dopo la morte del padre Enzo: «Il Covid si può battere con le giuste precauzioni e indicazioni», il messaggio dell'ex capitano della Roma.

 

Chi è Francesco Totti?

Nasce a Roma il 27 settembre 1976  un bambino che sarebbe diventato uno dei simboli della capitale: Francesco Totti. Suo padre Enzo, chiamato da tutti "lo sceriffo" , affermava che il ragazzo avesse imparato a dare i primi calci ad un pallone ancor prima di camminare. Al suo primo compleanno  ne  riceve uno in  regalo fatto  di quoio con inciso lo stemma della Roma.

 

I sogni di Francesco da quel momento sono stati  tutti rivolti a quei colori, desiderando solo la Roma nella sua vita. La  famiglia da subito lo ha supportato nel ambizione del pallone. Nel 1981, a cinque anni,  disputa il suo primo torneo in un campo di calcio a Torvaianica, un luogo nei pressi dalla citta in cui andavano al mare in vacanza. Stupì tutti  gli  allenatori presenti, facendo parlare subito di lui e rivelandosi un vero talento.


Francesco Totti biografia e carriera:

Inizia nel  ruolo di centrocampista,  visto che in campo il giovane campione si rivela essere quello più tecnic e con maggiore padronanza del pallone. La sua prima squadra è la Lodigiani,  che tra le  giovanili della capitale era un club molto ambito. Dopo tre stagioni viene cercato dai club più grandi della città, ma il suo cuore giallorosso non ha dubbi e nel 1989 inizia la sua carriera nella Roma.

 

Giocherà un paio di stagioni tra allievi e primavera, conquistando uno scudetto giovanile e nel 1993, Vujadin Boskov, allenatore di quei tempi nella Roma, lo nota innamorandosene e facendolo esordire nel 1993, in occasione della vittoria contro il Brescia. Da lì la strada verso la gloria con la sua amata squadra è in discesa: segnerà la sua prima rete tra i professionisti, con Mazzone in panchina il 4 settembre 1994 contro il Foggia. Francesco inizia a mutare sempre di più la sua posizione sul campo passando  da centrocampista a tutto campo al ruolo di  trequartista, poi esterno sulla sinistra sino a falso nove in mezzo all’area.  Zeman, che lo allenò per due anni fino al ’99, voleva che segnasse di più e iniziò a renderlo un giocatore più “egoista”,  facendone poi  le fortune della Roma. Totti segna sempre. Ottenuto il suo magico numero “10” ancora in giovane età, nel 2001 fa il miracolo che ogni tifoso sognerebbe di compiere con la  sua squadra: vincere il campionato. Olimpico stracolmo, segna lui al Parma correndo sotto la curva, la conquistando il  paradiso. Pelé lo definì “un poeta del calcio moderno”. Gioca il suo primo Europeo nel 2002 con la Nazionale Italiana, in cui realizzerà un goal storico su calcio di rigore in semifinale contro l'Olanda. Guarda il portiere buttarsi e lo scavalca con un delizioso "cucchiaio", che divenne prestro uno dei suoi marchi di fabbrica. L'Italia perse poi in finale ma quattro anni dopo, nel 2006 a Berlino sotto la guida di Lippi riusci a prendersi la propria vendetta contro les bleus di Zidane, alzando la coppa del Mondo dopo i calci di rigore. Forse il trofeo più importante della carriera del capitano, che però lascerà presto l'ambiente della nazionale.

 

Tante  volte le migliori squadre del mondo hanno tentato di acquistare il teltuoso capitano, ma lui per 25 stagioni di fila ha tenuto fede ad una sola squadra. Ciò gli ha impedito di vincere diversi trofei, tra cui il pallone d’oro che avrebbe meritato in diverse stagioni. Le sue gesta più eclatanti sono arrivate nei derby, di cui è capocannoniere con 11 reti. Uno dei più incredibili fu quello del 11 aprile del ’99, in cui siglo la rete del 3-1 iniziando il suo personalissimo e ancora imbattuto record contro la Lazio. 

Inisme ai capitolini riesce a conquistare, oltre allo scudetto , anche 2 coppe italia (nel 2007 e nel 2008) e 2 Supercoppe italiane (nel 2001 e nel 2007), vincendo forse poco per i numeri che aveva con la “magica”. Parliamo di 784 gare disputate con 306 goal fatti. Numeri che oggi sarebbero da top of the world

 

Chiude la carriera a 40 anni in un Olimpico gremito, il 28 maggio 2017, con molte polemiche sulla gestione di Spaletti, che lo fece giocare pochissimo, lasciando molto amaro in bocca al pupone. Totti in seguito ha iniziato a specializzarsi nel mestiere di agente, seguendo giocatori importanto dell'attuale campionato e molti talenti dal Sud America.

 

Totti vita privata:

Nella sua lunga carriera si è rivelato  ufficialmente tre volte nelle storie d'amore: la prima fu la giocatrice professionista di pallavolo Marzia Silvestri, poi la showgirl Maria Mazza ed infine la sua attuale moglia, la conduttrice Ilary Blasi. I due si sono sposati nel 2007 in mezzo ad una folla di tifosi. In seguito sono nati i loro tre figli Cristian, Chanel e Isabel.

 

Francesco Totti età, altezza e peso, moglie e figli, data di nascita:

Nome completo: Francesco Totti;

Francesco Totti nato a: Roma il 27/09/1976;

Soprannome: Pupone;

Francesco Totti Genitori: Enzo e Fiorella Totti;

Francesco Totti Fratelli: Riccardo Totti;

Francesco Totti Moglie: è Ilary Blasi;

Francesco Totti Figli: Cristian, Chanel e Isabel Totti;

Francesco Totti Altezza: 1,80 m;

Francesco Totti Peso: 80 kg;

Francesco Totti Libri scritti da lui: Le barzelette di Totti;

Francesco Totti Film: anno 2020, Mi chiamo Francesco Totti - Amazon Prime Video;

Francesco Totti Stipendio: 4,5 milioni (ultimi anni alla Roma).

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA