La situazione nerazzurra

Il virus non dà tregua all’Inter: il super acquisto Hakimi è positivo

Per l’incontro di Champions di stasera probabile esordio di Matteo Darmian, Kolarov “alla romanista” e forse Ranocchia. Conte con le spalle al muro

21 ottobre 2020 18:28
Il virus non dà tregua all’Inter: il super acquisto Hakimi è positivo

Dopo un buon avvio, l’Inter nelle due ultime settimane, aggiunge alle due sconfitte con Lazio e Milan, una lunga lista di positivi al Covid: Bastoni, Young, Skriniar, Gagliardini e Radu, inizia ad essere in una inaspettata difficoltà. L’ultimo della serie è l’acquisto più importante, Hakimi.

 

Se si pensa che i nerazzurri  quest’estate si erano rinforzati soprattutto  per poter allungare la rosa, ora in un momento delicatissimo a poche ore dalla sfida di Champions con il Borussia Mönchengladbach, i problemi per Conte aumentano e non poco. Già perché al di fuori delle tante occasioni sprecate nel derby, il marocchino era uno degli elementi cardine per il gioco del tecnico salentino, la chiave di ogni pallone tagliato dentro. E ora bisogna mettere in pausa la strada appena incominciata. 

 

I piani cambiano, il fiato va tenuto da parte per i giocatori che dovranno giocare un ciclo di partite senza soluzioni alternative in panchina. L’emergenza esterni diviene un’incognita importante, soprattutto perchè il tempo per intervenire è pochissimo: Matteo Darmian quasi sicuramente esordirà sulla sinistra con d’Ambrosio che probabilmente tornerà a tutta fascia dopo le prime partite dietro. Non escludiamo di vedere Kolarov alla “romanista”, con Ranocchia papabile titolare viste le assenze di Skriniar, anche se non si esclude che Conte possa rischiare il rientro anticipato,da titolare di Alessandro Bastoni. 

 

Tante incognite, poche soluzioni soprattutto in mezzo al campo, dove il criticato Eriksen tornerà per l’ennesima volta, oggi ancor di più, a gestire il cervello della squadra, affidandosi dunque meno ad un gioco sulle fasce ma sfruttando di più le linee con i movimenti delle due punte. Conte ha le spalle al muro, ma tempo non ce n’è più tanto.

 

Ecco com'è andata la partita di Champions league dell'Inter.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA