Pagelle Italia

Le pagelle degli Azzurri: Italia-Polonia 2-0. Goal Jorginho e Berardi

Grande partita a centrocampo, Locatelli che fenomeno! Insigne si rivede, Berardi risponde presente. Evani fa due su due, ora il primo posto è alla portata

16 novembre 2020 10:44
Le pagelle degli Azzurri: Italia-Polonia 2-0. Goal Jorginho e Berardi

L'Italia con di nuovo Evani in panchina si porta a casa una vittoria meritatissima. Troppi però gli errori sotto porta, si palleggia benissimo in mezzo al campo fallendo però occasioni semplici. Donnarumma fa lo spettatore, Bastoni e Acerbi sono certezze, Jorginho lascia il segno con Berardi. Belotti lotta tanto, Insigne e Florenzi leader di questa Nazionale.

 

Le pagelle degli Azzurri:

Gigio Donnarumma voto 6: Una serata tranquilla che non lo vede protagonista di nessun intervento. Da sempre sicurezza nelle uscite alte.

 

Emerson voto 6,5: Si fa vedere molto in fase offensiva, con diversi cross bassi, che nel primo tempo non si rivelano però pericolosi. E bravo a non permettere le incursioni di Linetty, che più volte cerca di eluderlo passandogli dietro la schiena, ma senza risultati. Sfiora il goal in due occcasioni, e si permette qualche tocco di fino. 

 

Alessandro Bastoni voto 6,5: Il futuro della Nazionale è al sicuro. Bastoni gioca come se fosse uno con vent’anni di carriera alle spalle, sicuro nel sovrastare la punta più forte del mondo. Lewandowsky infatti non si rende mai pericoloso e anche quando cerca di abbassarsi per le sponde viene inseguito dall’interessato e anticipato. La personalità di questo ragazzo è una certezza per la squadra.

 

Francesco Acerbi voto 6,5: La solita certezza. Si permette di sbagliare qualche tocco in impostazione, ma complessivamente fa una gara corretta. È stata una serata tranquilla per lui, anche quando gli avversari hanno aggiunto una punta per riempire l’area. Finalmente riesce ad essere premiato tra le prime linee dei titolari, un posto che gli spetta da anni.

 

Alessandro Florenzi voto 6,5: L’avventura al PSG gli sta facendo bene e lo si vede in entrambe le  fasi. Sta assumendo un atteggiamento da leader con più consapevolezza dei suoi mezzi. Averlo in campo, come ha dimostrato stasera nuovamente, permette di avere un giocatore in più in tutti i reparti. Difende, imposta e aiuta in fase offensiva. (dall’88’ Di Lorenzo S.V)

 

Manuel Locatelli voto 7: Titolare da poco, ma quanta personalità! Recupera e smista a non finire, senza timori. Fa delle grandi giocate, tra cui una roulette tra tre giocatori con facilità e disinvoltura. Ormai non è più una sorpresa, la sua presenza da titolare diventerà presto costante. Manda in porta due volte Belotti, tenta il goal della giornata da fuori. Complimenti.

 

Jorginho voto 7,5: Il pilastro di Mancini. Metronomo perfetto, che dà idee alla squadra e che cerca di non essere scontato nelle giocate. Palleggia sempre di prima dando sicurezza al resto del reparto che tende così a salire di più. Dagli 11 metri non sbaglia, regalando il vantaggio agli azzurri. Il numero di passaggi effettuati dalla mediana alla trequarti sono sempre più impressionanti.

 

Niccolò Barella voto 7: Onnipresente. In area avversaria è un attaccante in più, dietro aiuta i compagni a trattenere le offensive avversarie. Un giocatore maturo, che si sta affermando non solo come incontrista, in cui si fa trovare in qualsiasi posizione, ma anche come incursore, non dando punti di riferimento quando offende.

 

Federico Bernardeschi voto 6: Fatica un po’ a puntare l’uomo. Bravo nel farsi trovare sulla fascia, creando spazio per le sovrapposizioni dei compagni. Bella palla per il rigore di Belotti. Deve identificarsi di più se vuole dare un peso alla sua presenza.

 

Andrea Belotti voto 6,5: Il solito guerriero generoso. Talvolta un po’ impreciso e scoordinato, ma un punto di riferimento in mezzo all’area facendosi trovare spesso, oggi in particolare, sui calci piazzati dove riesce ad usare bene il fisico creando pericoli. Si procura un rigore e gliene negano un altro. Porta all’espulsione di Guralsky, mostrando come fisicamente sia imbattibile. (dal 79’ Okaka S.V: Entra alla fine, piacevole rivederlo in azzurro).

 

Lorenzo Insigne voto 7,5: Inizio spavaldo, con giocate pregevoli. Ottimi cambi di gioco, partendo più volte dal basso interpretandosi regista, smarcandosi anche in mezzo al campo. Si vede annullare una rete dubbia, ma continua ad occupare bene l’area cercando di sfruttare più i cross che i suoi soliti tiri da fuori a giro. Se è in palla, si rivela essere un top player, per tecnica e carisma. Certo, il vizio del goal gli manca da tanto…(dal 88'El Sharaawy S.V)

 

Domenico Berardi voto 7: Entra al 70’ e consolida il risultato.Grande giocata nel suo stadio, si ripresenta con una bella prestazione seppur con poco tempo, dimostrando di valere questa casacca. 

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA