Il grande calcio

Ibrahimovic vuole tornare in campo in 7 giorni, ma dovrà aspettare

Maldini favorevole a farlo tornare il prima possibile. Intanto la squadra affronta le gare di qualificazione in Europa con il giovane Colombo e senza Ibra

25 settembre 2020 20:34
Ibrahimovic vuole tornare in campo in 7 giorni, ma dovrà aspettare

Il virus ha colpito il guerriero per eccellenza. Un Dio per molti, che sostengono che per “Il corona ci sarà una lunga quarantena”, dal web. Zlatan Ibrahimovic, l’uomo di acciaio, dovrà lasciare il suo Milan per qualche gara, dopo che al primo accertamento della squadra, mercoledì scorso, sembravano tutti in grado di giocare, il giorno della gara il bomber rossonero ha dichiarato bandiera bianca. 

 

E lo si è potuto notare ieri sera, nella sfida che per Stefano Pioli valeva una finale perchè significava proseguire il proseguire il percorso europeo. Meno idee offensive, anche se il suo temporaneo sostituto, Lorenzo Colombo, classe 2002, con ventuno anni in meno del numero 11, ha portato il Milan al prossimo turno. E dovrà assumersi la responsabilità di saltare pure il prossimo di ostacolo, giovedì prossimo, con il Rio Ave, e probabilmente anche nelle gare con Crotone e Spezia. 

 

Di fatto, Ibra salterà gare alla portata di chi dovrà sostituirlo, ma lui ha già lanciato un messaggio di sfida a chi pensa che si terrà lontano dai campi per un po’: “Zlatan c’è”. 

 

Paolo Maldini sostiene che tra 7 giorni ci sarà già disponibilità di rimetterlo a disposizione, ma è difficile pensare che sia possibile con le procedure sanitarie in atto, ma con Zlatan, il Dio immortale che già con tre gol nelle prime due del Milan, ogni regola può essere messa in discussione. È chissà che intanto non sbocci il giovane Colombo, come ennesima grande scommessa della primavera rossonera. Intanto Ibra ha gestito da parte suo la comunicazione dell’accaduto: ha detto subito sui sociale che il virus aveva avuto una pessima idea a sfidarlo.

 

Ecco il tweet Zlatan Ibrahimovic:

 

 

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA