Rete 5g

5G: cos’è e come funziona, copertura e rischi, la guida completa

5G: che cos’è e come funziona, che significa, caratteristiche, velocità e copertura della rete in Italia, cosa cambia e i potenziali rischi per la salute

12 ottobre 2020 09:45
5G: cos’è e come funziona, copertura e rischi, la guida completa

5G cos’è e come funziona, caratteristiche, copertura e rischi

 

Il 5G è la rete di nuova generazione, che potrà assicurare una velocità più elevata di connessione, una minore latenza nell’ordine di millisecondi e prestazioni migliori rispetto all’attuale 4 LTE.

 

Il 5G- che ha il significato di 5th Generation- grazie alla sua tecnologia innovativa, permetterà di connettere nello stesso momento un grande numero di dispositivi, garantendo così un’altissima affidabilità.

Come funziona il 5G

Funzionamento del 5G: la rivoluzione della rete 5G passa attraverso le onde millimetriche, che utilizzano frequenze più alte, fino a 300 GHz, rispetto a quelle usate oggi.

 

Questa caratteristica consente ai dati di viaggiare molto più velocemente, ma la loro portata sulle distanze è però inferiore e più sensibile agli ostacoli fisici, quindi coinvolge aree ristrette. Affinché la rete funzioni in modo capillare, è necessario aggiungere delle antenne “intelligenti” per il 5G in tutto il territorio, con interventi anche rivolti alle attuali infrastrutture.

I vantaggi del 5G

Quali sono i benefici della rete 5G: grazie al 5G sarà possibile l’upload e il download di file in tempi brevissimi, con tempistiche di risposta del server ridotti. Inoltre permetterà la connessione contemporanea di molti device, in numero nettamente superiore a quanto non sia possibile con la rete 4G, che potranno anche dialogare tra loro.


La rete 5G ha anche un ulteriore vantaggio, che avrà forti ripercussioni sulla società: renderà possibile lo sviluppo dell’intero ecosistema dell’IoT, ossia l’Internet of Things, con applicazioni anche in ambito automotive, nelle smart city e nella blockchain, ad esempio. 

La copertura del 5G

Qual è la copertura del 5G in Italia: la copertura in Italia è attualmente limitata ad alcune zone e avrà bisogno di tempo per espandersi nel territorio. I principali operatori italiani (Vodafone, TIM, Wind 3, Iliad, Fastweb) stanno provvedendo a installare le antenne 5G in alcune città.


Al momento, il 5G fornito da Vodafone è presente in determinate aree di Milano, Roma, Bologna, Torino e Napoli. L'obiettivo è di raggiungere presto 100 città.


Il 5G targato TIM è presente sempre in alcune aree di Firenze, Milano, Roma, Genova, Bologna, Sanremo, Brescia, Napoli, Torino e Monza, con il primo autodromo d'Europa connesso in 5G. Ulteriori sperimentazioni stanno coinvolgendo Matera, Bari, Verona e Ferrara.


Nuove destinazioni saranno aggiunte entro il 2021. La velocità della rete 5G di TIM è arrivata a 2Gbps al secondo.


Fastweb, come riportato sul sito, è stata la prima società in Italia a sperimentare l’utilizzo di queste reti per portare connettività a banda ultralarga con prestazioni paragonabili a quelle dell’FTTH (fibra ottica) alle famiglie e agli uffici.

 

Nel mese di febbraio è nata una sperimentazione a Milano di 5G FWA in collaborazione con Samsung, che ha confermato "performance eccezionali", raggiungendo velocità di navigazione pari a 1Gbps.

 

Grazie ai risultati incoraggianti, Fastweb ha annunciato nel mese di maggio l'avvio di un nuovo piano di espansione infrastrutturale, con l'obiettivo di raddoppiare entro il 2024 la copertura della rete a banda ultralarga.

La rete 5G di Wind3, condivisa con Fastweb, dovrebbe partire nei prossimi mesi.

 

La rete 5G condivisa includerà sia macro siti che micro-celle, connessi attraverso la fibra di Fastweb, in grado di coprire il 90% della popolazione entro il 2026.


Iliad non ha ancora fornito date precise in merito.

Come utilizzare la rete 5G?

Come accedere al 5G: per poter utilizzare la copertura del 5G dove presente, è necessario attivare un’offerta specifica su uno smartphone abilitato al 5G come:

  • Samsung Galaxy S20 Ultra;

  • Samsung Galaxy S10 5G;

  • Samsung Galaxy Fold;

  • Xiaomi Mi MIX 3 5G;

  • Oppo Reno 10x;

  • Huawei Mate 20X 5G;

  • LG V50 ThinQ 5G;

  • Huawei Mate X.

Apple sta lavorando al lancio di smartphone con questa tecnologia.
Alcuni di questi dispositivi prevedono anche l’eSIM, ossia la SIM virtuale.

La rete 5G è pericolosa?

I pericoli per la salute: con l’avvento di questa nuova tecnologia si è parlato anche di problemi legati all’elettrosmog. In realtà il tema è piuttosto dibattuto: secondo l'Istituto Superiore di Sanità, per quanto riguarda i possibili rischi per la salute,

i dati disponibili non fanno ipotizzare particolari problemi per la salute della popolazione connessi all’introduzione del 5G. Tuttavia è importante che l’introduzione di questa tecnologia sia affiancata da un attento monitoraggio dei livelli di esposizione (come del restoavviene già attualmente per le attuali tecnologie di telefonia mobile) e che proseguano le ricerche sui possibili effetti a lungo termine.

Non è ancora possibile avere dei dati certi in merito al 5G e all’esposizione ai telefoni cellulari. Secondo gli epidemiologi, meglio utilizzarli con coscienza, usando auricolari e vivavoce il più possibile, evitando di tenerli sul comodino durante la notte o usarli nei luoghi con un segnale basso.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA