Messenger Rooms: cos’è e come funziona, videochiamate Facebook

Messenger Rooms: cos’è e come funziona, come creare una stanza virtuale su Facebook, quanti utenti possono partecipare alla videochiamata, caratteristiche

24 giugno 2020 15:42
Messenger Rooms: cos’è e come funziona, videochiamate Facebook

Messenger Rooms è il nuovo servizio Facebook, lanciato ad aprile 2020, creato con l’obiettivo di “rendere più semplice trascorrere del tempo di qualità con amici, familiari e persone con cui si condividono determinati interessi”.


Messenger Rooms ha infatti un enorme vantaggio: permette di videochiamare fino a 50 utenti senza limiti di tempo e gratuitamente. Non è necessario avere un profilo Facebook: diventa ancora più semplice organizzare una call, non solo per piacere ma anche per lavoro.

 

Messenger Rooms: come funziona

Come funziona Messenger Rooms? Per avviare una videochiamata tramite Messenger Rooms è necessario creare “una stanza virtuale” dopo aver verificato che il video e l’audio siano attivati; è possibile avviarla sia da desktop che da mobile.

 

Una stanza può quindi ospitare fino a 50 persone contemporaneamente, anche se alcune di loro non hanno Facebook o non sono amici sul social network: basta infatti che abbiano ricevuto il link con l’invito a unirsi alla chiamata.


I contatti aggiunti alla stanza possono scegliere se entrare e anche quando uscire: la libertà è massima.

 

Messenger Rooms: le videochiamate su smartphone
Quando viene creata una stanza virtuale su smartphone utilizzando messenger, c’è anche la possibilità di usufruire di tutte le risorse della realtà aumentata come giochi, effetti speciali, filtri ma anche sfondi immersivi.

 

Dettagli che rendono le videochiamate ancora più divertenti.

 

Messenger Rooms: come creare una stanza su Facebook

L’opzione per creare una stanza virtuale con Messenger Rooms su Facebook è in cima al feed delle notizie: basta cliccare il tasto che raffigura una videocamera con il simbolo “+” all’interno.

 

A questo punto si aprirà una finestra per scegliere:

  • il tipo di attività della stanza (ad esempio ci sono “chiacchierata”, “si balla”, quasi “weekend” tra le scelte disponibili, ma è personalizzabile a piacimento);

  • chi può partecipare;

  • l’orario di inizio.

Una volta creata la stanza virtuale, è possibile decidere se pubblicare il link sul proprio profilo, all'interno di un gruppo o di un evento. Oppure se renderlo visibile unicamente a chi viene invitato a partecipare.


Cliccando sul link del collegamento alla stanza da desktop si apre una finestra sul browser; mentre da smartphone viene avviata l’app di Messenger o il browser predefinito. Durante la videochiamata c’è l’opportunità di scrivere in chat.


Chi crea la stanza deve essere al suo interno per consentire alle persone invitate di accedere. Inoltre può anche scegliere di chiuderla o di rimuovere uno o più utenti.

 

Un modo per evitare problemi di privacy che invece hanno colpito Zoom, la piattaforma per le videochiamate molto utilizzata nell’ultimo periodo, insieme a Skype.

Messenger Rooms, presto disponibile anche per Instagram e WhatsApp: Facebook ha annunciato che renderà possibile creare delle stanze virtuali anche sui messaggi privati di Instagram, suWhatsApp (che ha di recente aggiunto l'opzione per effettuare una videochiamata fino a 8 partecipanti) e su Portal, un dispositivo un po’ cornice digitale e un po’ tablet, pensato per le videochiamate, realizzato sempre dall’azienda di Menlo Park.

 

Facebook: tutte le prossime novità 

Oltre alla funzione Messenger Rooms, Facebook ha annunciato anche altre novità per la piattaforma.


Per il live streaming, è ora possibile sia usare la funzione “live with”-per aggiungere altre persone alla diretta-  che inserire il pulsante “Donate” per raccogliere fondi.


Per quanto riguarda i video live, in caso di scarsa connessione si potrà scegliere di ascoltare solo l’audio.


Inoltre il colosso statunitense ha comunicato il lancio di Facebook Gaming, l’app dedicata ai giochi, per ora disponibile su Google Play; l’estensione di Messenger Kids, l’app di messaggistica pensata per i più piccoli con il controllo dei genitori, ad altri 70 paesi (ma non in Italia); e la possibilità di avviare una videochat per Facebook Dating, una funzione per scovare l'anima gemella attraverso il social network più famoso del mondo.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA