Bonus viaggi Italia: cos'è e come funziona sconto vacanze estate 2020

Bonus vacanze 2020 cos'è e come funziona, come utilizzarlo, requisiti e importo, chi può richiederlo, idee di viaggio in Italia, destinazioni estate 2020

4 agosto 2020 16:47
Bonus viaggi Italia: cos'è e come funziona sconto vacanze estate 2020

Il Bonus viaggi Italia 2020 di cui tanto si è discusso nelle ultime settimane, è stato confermato nel Decreto Rilancio.

 

Una misura che, dopo diverse ipotesi e qualche modifica, ha assunto una forma ben definita. Diventando un “tax credit vacanze” che vuole sostenere il settore turistico in Italia, fortemente penalizzato dall’emergenza coronavirus, e può essere utilizzato in moltissime destinazioni del nostro paese.


Il bonus vacanze fa parte di un pacchetto da 4 miliardi di euro dedicato proprio al turismo, che in Italia vale il 13% del PIL.

 

Bonus viaggi Italia 2020: come funziona e a chi spetta

Come funziona il Bonus viaggi Italia 2020? Il bonus vacanze 2020 è utilizzabile da un solo componente del nucleo familiare, a patto che abbia un ISEE in corso di validità non superiore a 40 mila euro.

 

L’importo massimo previsto è di 500 euro: il bonus si riduce a 300 euro per i nuclei familiari di due persone e a 150 euro per una sola persona.

 

Può essere speso per le vacanze in Italia fino al 31 dicembre 2020.


Bonus vacanze: come può essere utilizzato? Il bonus vacanze è fruibile per l’80% come sconto sull’importo dovuto al fornitore dei servizi e per il 20% come detrazione d’imposta in sede di dichiarazione dei redditi per chi ne ha diritto.


La struttura ricettiva, a sua volta, riceve il rimborso sotto forma di credito d'imposta da utilizzare esclusivamente in compensazione, ma può anche decidere per successive cessioni a terzi, compresi istituti di credito oppure intermediari finanziari.

 

Bonus viaggi Italia 2020 altri requisiti

Oltre a requisiti di reddito, il bonus vacanze richiede anche il pagamento in un’unica soluzione dei servizi resi da una singola struttura ricettiva, bed & breakfast oppure agriturismo. Ovviamente documentata da una fattura in cui sia indicato il codice fiscale di chi vuole usufruire del bonus.

 

Ma non solo: il testo del decreto Rilancio contiene anche un ulteriore dettaglio.

 

La prenotazione infatti deve essere effettuata senza l’ausilio o l’intermediazione di soggetti che gestiscono piattaforme oppure portali diversi da agenzie o tour operator.

 

Ossia non è possibile utilizzare il tax credit vacanze su siti come Booking o Airbnb.

 

Bonus viaggi Italia 2020 fino a 500 euro domanda:

Bonus vacanze domanda:

  • l'80% è uno sconto sul corrispettivo dovuto alla struttura per cui dovrà essere richiesto al momento della prenotazione e sarà applicato direttamente dall'albergo, hotel, pensione ecc;

  • il restante 20% sarà fruibile come detrazione dall'imposta sul reddito da detrarre dalla dichiarazione dei redditi.

Il bonus è sotto forma di voucher e va generato con l'app IO.

 

Bonus vacanze: come ottenerlo?

Il bonus vacanza può essere richiesto, dal 1 luglio, tramite l'app IO

 

Dopo aver scaricato l'app, è necessario accedere tramite SPID o CIE 3.0. Ovviamente, prima di iniziare la procedura, bisogna aver richiesto l'ISEE. 

  
Una volta avvenuta l'autenticazione tramite PIN o riconoscimento biometrico, il passaggio successivo è entrare nella voce “pagamenti” per aggiungere un bonus/sconto.

A questo punto basterà scegliere la voce “bonus vacanze” tra quelle disponibili e seguire i vari passaggi, in modo da poter inoltrare la domanda e attivarlo.

Sarà possibile identificare il bonus tramite un codice univoco a cui verrà associato un QR Code, che andrà mostrato alla struttura insieme al codice fiscale per poter usufruire della somma.

 

Bonus vacanze: quali sono le strutture aderenti?

La Federalberghi ha messo a disposizione dei cittadini una lista di strutture ricettive che aderiscono all'iniziativa del bonus vacanza sul portale https://bonusvacanze.italyhotels.it.

 

C'è già stato un boom di domande in meno di tre giorni dal lancio: sono stati attivati ben 225 mila bonus, per un valore complessivo di 100 milioni di euro, secondo quanto dichiarato dalla Ministra dell'Innovazione Pisano su Rai Tre il 3 luglio.

 

Bonus vacanze: quali sono le mete dell’estate 2020?

L’estate è ormai alle porte e il bonus vacanze offre l’opportunità di godere delle bellezze tutte italiane: si applica infatti unicamente alle strutture ricettive situate in Italia.

 

Dal 3 giugno è di nuovo possibile spostarsi da una regione all’altra. 

 

Ma il 3 giugno è anche la stessa data in cui sono state riaperte le frontiere, secondo il Dpcm riaperture.

 

È quindi di nuovo possibile viaggiare in Italia da e per:

  • i paesi dell’Unione europea;

  • gli stati che fanno parte dell'area Schengen;

  • Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del nord;

  • Andorra, Principato di Monaco;

  • Repubblica di San Marino e Stato della Città del Vaticano.

 

Gli spostamenti verso il resto del mondo sono ripresi dal 1 luglio, ma solo verso alcuni paesi. Tra gli esclusi- con un elenco che verrà aggiornato e valutato a seconda delle situazione epidemiologica e con riserve di "reciprocità"- ci sono USA, Brasile e Russia. 

 

Ma quali sono gli stati dove poter fare rotta? Al momento sono diversi i paesi esteri che richiedono ancora la quarantena in entrata o certificati medici attestanti la negatività al Covid-19. Del resto l'Italia è stato uno dei primi ad aver annunciato che da lunedì 3 giugno, la quarantena non sarebbe stata più obbligatoria per chi avesse deciso di visitare il nostro paese.

 

Restare in Italia per le ferie resta così, al momento, l’opzione più facilmente programmabile a breve termine.

 

Dai 10 borghi più belli d’Italia, passando per le migliori spiagge della Liguria e il tour della costiera amalfitana, sono diverse le opportunità per scegliere una vacanza che risponda alle proprie esigenze. Che siano al mare o in montagna: queste le 5 destinazioni in alta quota.

 

C'è anche la possibilità di scegliere tra le più belle spiagge della Toscana, il tour della Sicilia orientale oppure della Sicilia occidentale.

 

Una restrizione per i viaggiatori in Italia è stata imposta dalla Sardegna. Gli ultimi aggiornamenti riguardano l'obbligo di registrazione con un questionario che traccia anche eventuali spostamenti all'interno della regione.

 

In una successiva ordinanza saranno inserite delle misure per incentivare l'esecuzione di specifici test da parte dei passeggeri che arriveranno sull'isola. Chi deciderà di sottoporsi all'esame riceverà dei voucher da spendere sul territorio regionale.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA