Borghi d'Italia

Classifica 10 borghi più belli del Lazio 2020: ecco quali sono

Classifica dei 10 borghi più belli del Lazio 2020 da visitare, ecco dove andare vicino Roma, nella Tuscia, in Ciociaria, in provincia di Rieti e Latina

17 novembre 2020 19:36
Classifica 10 borghi più belli del Lazio 2020: ecco quali sono

Centri antichi che custodiscono piccoli tesori artistici. Bianche casette affacciate sul mare, castelli e panorami mozzafiato. Ma anche natura incontaminata, aree archeologiche e luoghi sacri.

Non solo Roma: il Lazio può vantare tanti borghi incantevoli, tutti da scoprire e visitare in occasione di un weekend in Italia o di una gita fuori porta.


10 borghi del Lazio da noi selezionati sono stati inseriti tra i "borghi più belli d'Italia" o premiati dalla Bandiera Arancione del Touring Club.

 

La classifica dei 10 borghi da visitare nel Lazio 2020

Ecco la classifica dei 10 borghi più belli del Lazio da visitare nel 2020:

  • Boville Ernica, in provincia di Frosinone;

  • Civita di Bagnoregio, la "città che muore";

  • Castel di Tora affacciato sul lago del Turano;

  • Castel Gandolfo, a pochi km da Roma;

  • Greccio, in provincia di Rieti;

  • Sperlonga, sulla Riviera di Ulisse;

  • San Felice Circeo, nel Parco del Circeo;

  • Sutri, affascinante borgo della Tuscia;

  • Calcata, il borgo degli artisti;

  • Subiaco, immerso nel verde.

 

I 10 borghi più belli del Lazio: Boville Ernica

Un centro storico che si snoda da stradine, vicoli e piazzette: Boville Ernica, in Ciociaria, è un borgo dalle radici antiche che si erge su un colle e domina le Valli del Liri, del Cosa e del Sacco.

 

Inserito nel circuito dei borghi più belli d’Italia, è circondato una cinta muraria medievale con 18 torri ancora intatte.

 

Tra le sue attrazioni c'è l’abbazia di San Pietro Ispano che conserva, tra varie opere, anche l’Angelo di Giotto, un prezioso mosaico dell’artista fiorentino.

 

I 10 borghi da visitare nel Lazio: Civita di Bagnoregio

Definita “la città che muore”, dal suo destino che sembra ormai segnato- sorge infatti su un colle tufaceo che si sta lentamente sgretolando- Civita di Bagnoregio è unica nel suo genere.

 

Raggiungibile dopo aver percorso a piedi un ponte di 300 metri, costruito nel 1965, il borgo dai tipici edifici medievali ha ormai pochissimi residenti.

 

Qui il tempo sembra essersi fermato: affascinante e decadente, dal paesaggio quasi irreale, è uno dei luoghi da non perdere nel territorio della Tuscia.

 

I borghi nel Lazio da non perdere: Castel di Tora

Castel di Tora, in provincia di Rieti, si affaccia sulle sponde del lago artificiale del Turano ed è considerato uno dei panorami più belli della regione.

 

Il borgo, circondato dal profumo di ginestre e timo, si trova su una piccola altura ed è dominato da un castello, rimasto intatto.

 

Così come i vicoli, le scalinate, la piazzetta con vista sul lago e le cantine scavate nella roccia.

 

In una piccola penisola sul lago, collegato da un istmo sottile alla terraferma, c’è il piccolo borgo fantasma di Antuni, distrutto per errore durante la seconda guerra mondiale, oggi riscoperto e visitabile.

I borghi più belli del Lazio: Castel Gandolfo

Un altro lago, Albano, e un altro panorama mozzafiato, questa volta a pochi km dalla città di Roma.

 

Castel Gandolfo, conosciuto perché residenza estiva dei papi, è un altro dei borghi più belli d’Italia individuati nel Lazio.

 

Natura, storia, religione e cultura si fondono creando una destinazione molto particolare. Oltre al lago, balneabile e molto frequentato durante il periodo estivo, un'attrazione da non perdere è Piazza della Libertà, con la fontana del Bernini e il Palazzo Apostolico.

 

La residenza pontificia e i suoi splendidi giardini sono visitabili durante il weekend della stagione calda.

 

I 10 borghi più suggestivi del Lazio: Greccio

A Greccio, incastonato tra le rocce a 700 metri d'altezza, San Francesco fece il primo presepe vivente al mondo, nel 1223.

 

La fama di questo piccolo centro in provincia di Rieti, oltre che per motivi religiosi, è dovuta anche al paesaggio circostante.  

 

Una rete di sentieri che permette di visitare il bosco ricco di querce, lecci e piccole sorgenti fino ad arrivare alla “Cappelletta”, il primo rifugio di san Francesco all’arrivo nella località, che si trova a 1200 metri d’altezza.

 

Nel borgo medievale si trovano i resti del castello e, nella sua parte superiore, la chiesa Collegiata di San Michele Arcangelo, con affreschi del ‘500.

 

I 10 borghi del Lazio da scoprire: Sperlonga

Un borgo marinaro affacciato sulla Riviera di Ulisse, in provincia di Latina: casette bianche, vicoli stretti da cui si respira il profumo del mare e un litorale di circa 10 km, con spiagge di sabbia dorata e acque limpide. Il borgo di Sperlonga offre uno splendido panorama sulla costa e una passeggiata tra terra, mare e cielo.

 

Da visitare il Museo Archeologico nazionale e area archeologica di Sperlonga, che include i resti della villa appartenuta all’imperatore romano Tiberio.

 

I 10 borghi più belli del Lazio: San Felice Circeo

Un altro dei borghi più belli d’Italia, affacciato sul mare e sulla Riviera d’Ulisse: San Felice Circeo è un piccolo gioiello tutto da scoprire.

 

La piazza principale del borgo antico, a cui si arriva dalla parte nuova della cittadina attraverso una porta ad arco, ospita la duecentesca Torre dei Templari che custodisce un orologio a sei ore funzionante, risalente al XIX secolo.

 

La passeggiata dalla comunicante Piazza Lanzuisi, lungo il corso principale, porta fino al Parco di Vigna la Corte con un belvedere da cui si può godere di una magnifica vista sulla costa.


D’estate diventa uno dei centri balneari più celebri e frequentati della zona, Bandiera Blu 2020, e fa parte del Parco Nazionale del Circeo.

 

Sutri tra i borghi del Lazio da visitare assolutamente

Nella Tuscia, a circa 50 km da Roma, Sutri è un borgo incantevole e dalle origini molto antiche, che sorge su una roccia di tufo.

 

Scelto tra i borghi più belli d’Italia e premiato con la Bandiera Arancione del Touring Club, offre molto da vedere: un anfiteatro romano scavato nel tufo; una necropoli etrusca, risalente tra il I secolo a.c. e il II secolo d.c., sempre scavata nel tufo; un Duomo di origine romanica e un mitreo, ossia un tempio pagano dedicato al dio Mitra, trasformato nella chiesa rupestre della Madonna del Parto.

 

Classifica dei 10 borghi più belli del Lazio: Calcata

Situato su uno sperone nel Parco Naturale Regionale della Valle del Treja, Calcata è denominato anche “borgo degli artisti”, che l’hanno scelto come dimora negli anni ‘60, dopo essere stata abbandonato dai propri abitanti agli inizi del XX secolo.

 

Caratterizzato da stradine strette chiuse al traffico, oggi ospita gallerie, studi d’arte e spazi espositivi.

 

Calcata, Bandiera Arancione Touring Club, ha un’atmosfera fiabesca e incantata, fuori dal tempo: è stata spesso scelta come location d’eccezione per film e video musicali.

 

I 10 borghi da visitare nel Lazio: Subiaco

Il monastero benedettino di Santa Scolastica, il più antico che si conservi al mondo e sede della stampa in Italia nel 1465, è sicuramente l’attrazione principale di Subiaco.

 

Ma non è l’unico: San Benedetto, patrono d’Europa, trascorse a Subiaco 3 anni da eremita sulla montagna presso il Sacro Speco.

 

In questo luogo venne eretto tempo dopo il Monastero, definito da Petrarca “la soglia del Paradiso”. Il centro storico del borgo, immerso nel verde del Parco Naturale dei Monti Simbruini, tra i boschi e il fiume Aniene, è dominato dalla Rocca dei Borgia.

 

Ma qui è anche possibile visitare la Chiesa e il Convento di San Francesco, risalenti al ‘300, e il vicino Ponte, sempre dedicato al Santo.

 

Ecco la nostra classifica dei 10 borghi più belli da visitare in Italia.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA