Vacanze con animali: le regole per partire con gli amici a 4 zampe

Vacanze con animali: consigli e regole da seguire, in vacanza con il cane al mare, in vacanza con il cane in montagna, viaggi con animali domestici

30 giugno 2020 10:50
Vacanze con animali: le regole per partire con gli amici a 4 zampe

In vacanza con gli amici a quattro zampe: un fenomeno che si osserva già da qualche anno.

Secondo un’indagine realizzata da Doxa nel 2018, il 42% degli italiani con un animale domestico sarebbe partito per le ferie portandolo con sé, dato che viene considerato un membro della famiglia a tutti gli effetti.


Nel 2019 un sondaggio di Booking ha sottolineato come, nel mondo, poco meno della metà dei padroni di animali domestici (42%) avrebbe scelto la meta della prossima vacanza in base alla possibilità o meno di portare con sé il proprio amico a quattro zampe. Una predisposizione del 51% tra gli italiani.


Nell’edizione del 2020 del Rapporto Italia è emerso che 4 italiani su 10 accolgono un animale in casa, quasi la metà un cane: neanche vip e influencer fanno eccezione, con una vita sotto i riflettori che spesso coinvolge anche il loro pet.


Con un’estate 2020 che si preannuncia all’insegna di un turismo di prossimità, con destinazioni prevalentemente nazionali, è facile pensare che in molti decideranno di partire con il proprio animale domestico, anche grazie a un numero maggiore di strutture pet -friendly.

 

Le mete più gettonate? La Sicilia (da visitare con un tour della Sicilia orientale e un tour della Sicilia occidentale), la Sardegna (che accoglie alcune delle spiagge più belle d'Europa) e la Puglia (le sue 10 spiagge più belle).


Ma quali sono le regole da seguire prima di partire e durante il viaggio? Ecco i consigli elaborati dagli esperti.

 

Vacanze con animali: cosa fare prima di partire

Prima della vacanza, è meglio recarsi presso il proprio veterinario di fiducia per un check up generale; in questo modo si è sicuri che il proprio amico a quattro zampe sia nelle condizioni migliori per poter viaggiare.

 

Se tende a essere ansioso o stressarsi durante il viaggio, si può concordare con il veterinario una terapia che possa alleviare eventuali disturbi e anche un piccolo kit di soccorso.


Valigia e documenti sono fondamentali non solo per il padrone, ma anche per l’animale! Quindi è necessario preparare libretto sanitario compilato e aggiornato, passaporto per l’estero, eventuali altri documenti richiesti dal paese che si visita; e una valigia contenente il cibo abituale, i farmaci abituali, il guinzaglio, i giochi preferiti, la museruola, i sacchetti igienici o la lettiera.

 

 

Vacanze con animali: auto, treno, traghetto o aereo?

Oltre a verificare le condizioni di salute del proprio pet e preparare tutto l’occorrente per una vacanza che sia all’insegna della serenità anche per lui, è necessario informarsi preventivamente sulle condizioni di trasporto a seconda che si viaggi in auto, in treno, in traghetto oppure in aereo.


Cosa fare se si viaggia in aereo: Quasi tutte le compagnie aeree e di navigazione consentono l’accesso di animali a bordo, anche se ogni compagnia ha delle proprie regole per il trasporto in cabina di un animale domestico.

 

In aereo, solitamente i cani di media e grossa taglia viaggiano nella stiva pressurizzata, in apposite gabbie rinforzate: quindi l’animale deve essere già abituato al trasportino e preparato adeguatamente.

 

È importante anche verificare che il volo non faccia scalo in paesi di transito con cambio di velivolo, altrimenti l’animale rischia di essere fermato per controlli sanitari.


Cosa fare se si prende il traghetto: Le compagnie di navigazione, proprio come gli aerei, consentono l’accesso degli animali a bordo, ma è consigliabile informarsi prima: molte potrebbero richiedete il certificato di buona salute e un documento d’identità.


Cosa fare se si viaggia in treno: Per quanto riguarda i treni, sia con Trenitalia che con Italo è possibile viaggiare con il proprio cane, gatto o altro piccolo animale domestico in prima e seconda classe.

 

Per maggiori informazioni si possono consultare i siti di riferimento.


Cosa fare se si viaggia in automobile: Il viaggio in automobile necessita di tutta una serie di accortezze.

 

Meglio evitare le ore più calde della giornata e limitare l’uso dell’aria condizionata: devono essere evitati gli sbalzi di temperatura che possono essere pericolosi per padroni e pet.


Se l’animale non è abituato a viaggiare, si può iniziare con tragitti brevi, per poi aumentare la distanza in maniera graduale.


Non devono mai mancare una ciotola con dell’acqua e un asciugamano per rinfrescarlo se necessario: la guida deve essere dolce il più possibile e le soste frequenti specie se il tragitto è piuttosto lungo.

 

Il mal d’auto è frequente soprattutto nei cuccioli. I sintomi tipici sono agitazione, vomito, affanno e salivazione eccessiva.

 

Vacanze con animali: cosa fare durante il viaggio

Per godersi la vacanza già dalla partenza ed evitare situazioni spiacevoli, gli esperti consigliano di tenere l’animale a digiuno da almeno due ore prima di partire,  ma avendo sempre a disposizione dell’acqua fresca.

 

Vanno evitato gli sbalzi di temperatura e l’ambiente in cui si trova il proprio amico a quattro zampe deve essere confortevole, con la giusta areazione e privo di pericoli.

 

Divertimento e relax servono anche a lui, quindi il suggerimento è di abbinare al viaggio un’attività di gioco che possa ridurre lo stress.


Una volta arrivati a destinazione, valgono le stesse regole di quando si è a casa: un’alimentazione equilibrata, esercizio fisico, passeggiate e giochi, per permettere anche al membro della famiglia a quattro zampe di trascorrere una vacanza senza problemi.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA