Il caso Milano

Milano, cinque cani morti folgorati a causa della neve: ecco il perché

Lombardia, cinque cani morti mentre passeggiavano con i loro padroni sulle strade di Milano e in provincia a causa della neve, tombini e scariche elettriche

2 gennaio 2021 19:18
Milano, cinque cani morti folgorati a causa della neve: ecco il perché

A Milano e in provincia è successo qualcosa di veramente strano e a stento inspiegabile, cinque cani a passeggio per strada con i loro rispettivi padroni, sono rimasti folgorati da una scarica di energia elettrica. Gli eventi si sono verificati, al momento, solo in Lombardia e nel giro di pochi giorni.

 

Ma c’è la spiegazione scientifica, di quanto accaduto e potrebbe avere anche risvolti di denuncia, visto che riguarda la neve caduta in questi giorni e l’inottemperanza del comune nella pulizia delle strade. 

 

Milano, il caso dei 5 cani folgorati

Stavo passeggiando con una mia amica, alle Colonne di San Lorenzo, con Kaos al guinzaglio. A un certo punto lui ha cominciato a guaire in modo straziante. Pensavo si fosse ferito, magari per un coccio di vetro, ma era impossibile calmarlo: per il dolore e la disperazione mi ha perfino morso più volte. Poi si è accasciato e non respirava più. Nonostante l’emergenza, però, il taxi però si è rifiutato di portare il cane, allora in clinica siamo andati di corsa io e un’altra signora. Mentre lo tenevo in braccio, sentivo ancora le scariche di corrente“. Queste le drammatiche parole dello studente di 20 anni che ha rilasciato la sua testimonianza diretta sull’accaduto al Corriere della Sera, denunciando quanto successo nei giorni scorsi e alla tragica morte del suo cucciolo di Lagotto romagnolo di 8 mesi, mentre insieme stavano facendo una passeggiata tra la neve alle Colonne di San Lorenzo, nel centro di Milano. La morte di Kaos non è l'unico caso: questa settimana sono 5 i cani morti folgorati nel Milanese mentre passeggiavano nella neve caduta abbondantemente lo scorso 28 dicembre.

 

La spiegazione scientifica della morte dei 5 cani:

La morte dei 5 cani folgorati ha una spiegazione scientifica: si tratta di un fenomeno fisico che può verificarsi a volte, in seguito alle nevicate: “Neve e ghiaccio finiscono all’interno dei tombini, formando così un ‘effetto ponte’ – ha spiegato il Corriere -. La neve fa da conduttore, l’elettricità esce dal pozzetto. I cani, passando sopra il manto stradale bagnato vicino al tombino, vengono colpiti da una violenta scarica che può provocarne la morte“

 

Il problema è l'incuria.

"Il problema è l'incuria, la scarsa manutenzione - ha confermato all'Agi il veterinario Giorgio Pierini - Non è colpa dei proprietari di cani, almeno per quello che sappiamo, non possono certo tenere i cani in braccio durante una passeggiata o essere a conoscenza della mancata manutenzione di chi di dovere. Oltretutto ai cani piace giocare  quando ci sono la neve e le pozzanghere. A rischiare non sono solo i cani di piccola taglia - avverte - ma anche quelli grandi".

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA