Sostegni alle famiglie

Bonus famiglia guida 2021: agevolazioni in attesa dell’assegno unico

Bonus famiglia 2021 la guida, quali sono gli aiuti richiedibili nel 2021 in attesa dell’entrata in vigore dell’assegno unico? Novità Legge di Bilancio 2021

24 gennaio 2021 13:30
Bonus famiglia guida 2021: agevolazioni in attesa dell’assegno unico

Quali sono i bonus famiglia 2021? Come ogni anno la nuova Legge di Bilancio provvede a confermare i sostegni economici per le famiglie con figli che saranno in vigore l’anno successivo. Anche quest’anno la Legge di Bilancio 2021 nel pacchetto famiglie ha previsto proroghe, conferme e delle novità importanti, una fra tutte l’introduzione dell’assegno unico dal 1° luglio 2021. Tale assegno, infatti, segnerà un punto di svolta negli aiuti introducendo un sostegno universale per tutte le famiglie con figli a carico e riordinerà, semplificando, la giungla dei bonus.

 

Tuttavia, dal momento che l’assegno unico non partirà da subito, da gennaio 2021 ma da luglio, il governo ha deciso di mantenere comunque alcuni bonus, proprio per non lasciare scoperte le famiglie. Tra i bonus famiglia richiedibili nel 2021 c’è ad esempio il bonus bebè 2021, il bonus asilo nido 2021 mentre il bonus mamma domani sarà in vigore fino all’entrata in vigore del nuovo assegno unico.

 

Vista la situazione un po’ ingarbugliata abbiamo dunque deciso di scrivere una guida ai bonus famiglia 2021 riassumendo tutti gli aiuti che saranno in vigore ancora nel 2021, con le relative scadenze, e requisiti per richiederli.

 

Bonus famiglia 2021 in Legge di Bilancio:

Bonus famiglia 2021: in attesa che dal 1° luglio 2021 arrivi l'assegno unico figli a carico, ecco quali sono i bonus famiglia 2021 prorogati e riconfermati dalla Legge di Bilancio 2021:

  • Assegno di natalità Inps meglio conosciuto con il nome di bonus bebè 2021 Inps non solo sarà prorogato ma sarà richiedibile anche contemporaneamente all'assegno unico 2021, le due misure andranno pertanto in parallelo.

  • Bonus asilo nido 2021 Inps fino a 3.000 euro per i redditi ISEE fino a 25.000 euro e a 2.500 euro quelli fino a 40mila euro, sarà richiedibile per tutto il 2021 insieme all'assegno unico. Le misure saranno in parallelo.

  • Bonus mamma domani 2021 da 800 euro che spetta alle future mamme che entrano nel 7° mese di gravidanza nel corso dell’anno sarà prorogato fino a quando non partirà il nuovo assegno unico figli a carico.

  • Detrazioni figli disabili 2021: la detrazione è fino a 1.350,00 euro (per ciascun figlio) e fino a 1.550,00 euro (per ciascun figlio) in presenza di più figli. La detrazione rimarrà fino all'entrata in vigore dell'assegno unico. Con il nuovo assegno per le figlie e figli con disabilità non ci saranno limiti di età e l'importo avrà una "maggiorazione tra il 30% ed il 50% e sarà esteso per tutta l'arco della loro vita", sarà dunque per sempre.

  • Congedo di maternità 2021: il nuovo congedo di maternità che consente alle donne, se in buona salute, di lavorare fino al nono mese di gravidanza.

  • Congedo parentale: confermato..

  • Congedo di paternità 2021: in ottemperanza alla direttiva europea sul Congedo di paternità, passa da 7 a 10 giorni.

  • Assegni al nucleo familiare 2021.

 

Bonus famiglia, Bonus bebè 2021:

Bonus bebè 2021 proroga in Legge di Bilancio: sebbene nel testo della Legge di Bilancio 2021 ci sia la conferma dell'introduzione del nuovo assegno unico, si è deciso di confermare la proroga del bonus bebè 2021 che dunque potrà essere fruito contestualmente all'assegno unico quando questo partirà ufficialmente.

Il bonus bebè 2021, è un assegno che verrà riconosciuto per i nuovi nati, adottati o in affido dal 1° gennaio al 31 dicembre 2021.

 

Sia i requisiti di accesso che l'importo come pure la maggiorazione - del 20%, per il secondo figlio in poi, rimangono invariati rispetto a quest'anno. Il bonus bebé è erogato per 12 mensilità ed ha un importo variabile a seconda dell’ISEE:

  • Bonus bebè di 80 euro al mese per chi ha un reddito al di sopra dei 40.000 euro;

  • Bonus bebè di 120 euro al mese: per chi ha redditi tra 7.001 e 40.000 euro;

  • Bonus bebè di 160 euro al mese per i redditi pari o inferiori a 7.000 euro.

 

Bonus bebè secondo figlio 2021, porta ad aumento del 20% dell'importo, ed è pari a:

  • Bonus bebè secondo figlio di 96 euro al mese per chi ha un reddito al di sopra dei 40.000 euro;

  • Bonus bebè secondo figlio da 104 euro al mese per chi ha un reddito tra 39.999 euro e 7.001 euro;

  • Bonus bebè secondo figlio da 192 euro al mese per i redditi pari o inferiori a 7.000 euro.

 

Bonus famiglia 2021, il bonus asilo nido 2021:

La Legge di Bilancio 2021 ha confermato per le famiglie con figli che frequenteranno l'asilo nido nel 2021, il rimborso per le spese di iscrizione e frequenza sia pubblici che privati.

Per quanto riguarda gli importi spettanti con il bonus asilo nido 2021, questi variano in base all’ISEE minorenni 2021:

  • 3.000 euro: famiglie con redditi ISEE fino a 25.000 euro;

  • 2.500 euro: famiglie con redditi tra 25mila euro e 40.000 euro;

  • 1.500 euro: famiglie con redditi oltre i 40.000 euro.

Il premio è erogato mensilmente dall’Inps per massimo 11 mensilità al genitore, previa presentazione della domanda INPS corredata dalla documentazione attestante l’avvenuto pagamento della retta per l'asilo nido.

Inoltre, possono presentare la domanda del bonus, anche i genitori di bambini con meno di 3 anni che non possono frequentare gli asili nido, in questi casi si parla bonus asilo nido bambini malati gravi.

 

Bonus famiglia 2021, bonus mamma domani 2021:

A differenza del bonus bebè e il bonus asilo nido, la proroga del bonus mamme domani 2021 è solo fino all'entrata in vigore dell'assegno unico, in quanto quest'ultimo sarà destinato, come avviene con il premio alle future mamme, a partire dal settimo mese di gravidanza. Il bonus mamme domani 2021 sarà dunque richiedibile fino al 30 giugno 2021 e poi, dal 1° luglio sostuito dal nuovo assegno.

L’assegno di 800,00€, quindi, spetta al compimento del settimo mese di gravidanza.

 

Assegno unico famiglia 2021 dal 1° luglio:

Per effetto della Legge di Bilancio 2021, dal 1° luglio dell'anno prossimo per le famiglie con figlie e figli a carico, ci sarà un nuovo sostegno economico chiamato assegno unico. Per richiedere il nuovo bonus figli 2021, sarà richiesto il possesso di determinati requisiti:

  • essere cittadini italiani, dell’Unione europea e degli extracomunitari con permesso di soggiorno di lungo periodo, di lavoro o di ricerca, purché residenti in Italia da almeno 2 anni (anche non continuativi).

  • avere uno o più figli a carico, dal settimo mese di gravidanza fino ai 21 anni di età

Potranno fare domanda assegno unico 2021 i lavoratori dipendenti, pubblici e privati e la grande novità è che potranno accedervi anche autonomi, liberi professionisti, disoccupati e incapienti. 

 

Alle famiglie beneficiarie spetterà un importo mensile sotto forma di denaro o credito da utilizzare in compensazione dei debiti d’imposta, utilizzabile dunque nella dichiarazione dei redditi. Nella prima ipotesi, l'importo dell’assegno varierà da nucleo a nucleo, in quantoi sarà formato da una quota fissa e da una variabile. Quest’ultima sarà calcolata in base al numero dei figli presenti in famiglia e alla loro età, tenendo anche conto del coefficiente Isee.

L'importo minimo dell’assegno unico per i figli è stabilito per tutti i nuclei familiari con uno o più minori, cui viene aggiunta una quota ulteriore e variabile determinata per scaglioni dell’indicatore della situazione economica equivalente (ISEE);

 

Assegno unico figli disabili 2021 importo più alto e per sempre: per le figlie e figli con disabilità non ci saranno limiti di età e l'importo avrà una "maggiorazione tra il 30% ed il 50% e sarà esteso per tutta l'arco della loro vita".

 

 

Assegno unico 2021 importo: quanto spetta?

L’importo dell'assegno unico 2021 sarà composto da:

  • una quota universale, intorno ai 50-100 euro per ciascun figlio,

  • quota variabile in base al reddito ISEE, fino ad azzerarsi intorno a 50-60mila euro di Isee (soglia sotto la quale si arriva a coprire circa il 90-95% delle famiglie, come scrive Il Sole 24 Ore).

  • maggiorazioni dal terzo figlio in poi,

  • maggiorazioni per i disabili.

     

  • possibile anche maggiorazioni per i nuclei monogenitoriali.

 

Per un totale dell'assegno unico di:

  • circa 200-250 euro al mese a figlio per le fasce di reddito medio-basse. 

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA