Rigetto domanda bonus

Bonus collaboratori sportivi: ecco cosa fare se la domanda è respinta

Bonus collaboratori sportivi ecco la procedura da seguire in caso in cui la domanda del bonus non sia stata accolta, il vademecum Sport e Salute SPA

Bonus collaboratori sportivi ecco la procedura da seguire in caso in cui la domanda del bonus non sia stata accolta. Sport e Salute ha pubblicato online una sorta di vademecum che i collaboratori sportivi devono seguire in caso di rigetto della richiesta da parte della Società.

 

Bonus collaboratori sportivi domanda non accolta, ecco cosa fare:

1. La Società Sport e Salute fa sapere che nelle prossime ore saranno trasmesse a tutti i soggetti, la cui domanda non è stata accolta dalla Società, la relativa comunicazioni di rigetto.

 

2. La comunicazione di rigetto del bonus collaboratori sportivi avviene come sempre tramite una mail all’indirizzo di posta elettronica indicato nella piattaforma informatica. Tale comunicazione, contiene il motivo del rigetto e l'indirizzo elettronico attraverso il quale è possibile prese ntare un’istanza alla Società per chiedere il riesame della domanda in autotutela. L'accesso alla piattaforma è possibile per i soggetti la cui domanda è stata rigettata, anche ove non fosse riuscita la procedura di accesso tramite mail. La Società ricorda che possono accedere solo ai soggetti la cui domanda è stata formalmente rigettata.

 

3. Saranno prese in considerazione esclusivamente le istanze presentate attraverso la suddetta procedura. La Società invita pertanto a coloro che hanno inviato un’istanza con altre formalità a presentarla tramite l'apposita procedura in piattaforma.

 

4. Una volta effettuato l'accesso alla piattaforma si aprirà una pagina con una procedura guidata che consentirà, una sola volta, la compilazione di un campo di testo (massimo 400 caratteri) ai fini dell’inoltro della richiesta di riesame in autotutela. Nel campo dovranno essere indicati i motivi che fanno ritenere il provvedimento di rigetto infondato e, di conseguenza, annullabile in autotutela da parte della Società. Dopo l’invio dell’istanza, la pagina dell’utente continuerà a mostrare il testo e la data di richiesta.

 

5. Qualora la Società dovesse ritenere di poter procedere all'annullamento del provvedimento di rigetto, provvederà ad ammettere la domanda e, conseguentemente, a effettuare il pagamento della relativa indennità e gli ulteriori atti conseguenti.  Essendo scaduto il termine per le integrazioni istruttorie, la decisione verrà assunta sulla base dei documenti già caricati in piattaforma. La Società ricorda che non è consentito l'invio di ulteriore documentazione.

 

6. Inoltre sempre la Società ricorda che autotutela ha carattere discrezionale e non sospende i termini per proporre il ricorso giurisdizionale e che, pertanto, non vi è obbligo per l’Amministrazione di formulare una risposta. La Società risponderà entro 90 giorni dalla data di presentazione dell’istanza.

 

7. Ecco la procedura per accedere alla piattaforma:

  • prenotarsi inviando un SMS con il proprio Codice Fiscale al numero 339.9940875.

  • oppure accedere senza prenotazione tra la mezzanotte e le 7 del mattino, al seguente indirizzo: https://curaitalia.sportesalute.eu/accesso;

 

Per autenticarsi in piattaforma, è necessario inserire il proprio codice fiscale (tutto maiuscolo e tutto attaccato), la password scelta in fase di registrazione e il codice univoco ricevuto via SMS.

Se la password è stata dimenticata accedere a: https://curaitalia.sportesalute.eu/nuovaPassword.

  • inserire il proprio Codice Fiscale in maiuscolo e tutto attaccato;

  • controlli la mail: troverà un messaggio inviato da parte di Cura Italia, contenente il link per impostare una nuova password.

Ottenuto l’accesso alla piattaforma, è sufficiente seguire le indicazioni in home page.  

Ecco invece le novità Bonus collaboratori sportivi 2021 nel Dl Sostegno.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA