Italia sotto controllo

Pasqua in zona rossa: Viminale più controlli 3, 4 e 5 aprile. Le multe

Zona rossa a Pasqua e Pasquetta su tutto il territorio nazionale. Viminale intensifica controlli su misure anti-Covid, specie su spostamenti: 70 mila agenti

Più controlli durante le festività pasquali sul rispetto delle misure di contenimento del contagio, con particolare riguardo a quelle riguardanti i divieti per gli spostamenti. Ad annunciarlo la ministra dell'Interno, Luciana Lamorgese riferendosi alle regole stabilite con il decreto Pasqua, che ha tinto di rosso tutto il territorio nazionale durante le festività pasquali, vale a dire il 3, 4 e 5 aprile 2021.

 

In campo 70 mila unità, attenzione: i divieti sulle seconde case cambiano da regione a regione. Quali sono le sanzioni previste?

 

Pasqua in rosso: Viminale intensifica controlli con 70 mila agenti

Pasqua blindata, con tutta l’Italia in zona rossa. Nei giorni 3, 4 e 5 aprile 2021 sarà consentito una sola volta al giorno, spostarsi verso un'altra abitazione privata abitata della stessa Regione, tra le ore 5.00 e le 22.00, a un massimo di due persone, oltre a quelle già conviventi nell'abitazione di destinazione.

La persona o le due persone che si spostano potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che convivono con loro.

 

Vietato l’accesso alle seconde case in Valle d'Aosta, Alto Adige, Marche, Trentino, Toscana, Sardegna mentre in Sicilia si entra solo con tampone negativo.

 

Come in occasione di tutte le festività più rilevanti, l’attività di vigilanza verrà potenziata in tutte le località in cui sono ubicati obiettivi sensibili, annuncia la ministra Lamorgese specificando che l’attenzione dei dispositivi territoriali di controllo sarà rivolta, come lo scorso anno, alla verifica del rispetto delle vigenti misure di contenimento del contagio, con particolare riguardo a quelle riguardanti i divieti per gli spostamenti.

In particolare, verranno intensificati i controlli nelle aree urbane più esposte al rischio di assembramenti, nei parchi, sui litorali, sulle arterie stradali e autostradali, nelle stazioni, nei porti e negli aeroporti, con 70 mila unità in campo.

 

Pasqua, Lamorgese: controllo rigoroso ma equilibrato. Le sanzioni

La Lamorgese ha parlato di un monitoraggio “rigoroso ma equilibrato per verificare il rispetto delle norme anti-covid che da sabato a lunedì vietano gli spostamenti anche nel proprio comune, se non per andare a trovare parenti o amici in massimo di due persone, con minori di 14 anni conviventi”.

 

Quali sono le sanzioni previste per il mancato rispetto delle regole contenute nel decreto Pasqua? La multa per chi non rispetta le misure anti-Covid sugli spostamenti e sul coprifuoco va dai 400 ai 1000 euro, con uno sconto del 30% in caso di pagamento entro 5 giorni (280 euro).

 

In caso di falsa dichiarazione attraverso l’autocertificazione, invece, si va sul penale: da 1 a 6 anni di carcere.

 

Dall’inizio della pandemia ad oggi, sono state controllate 38 milioni 894 mila 431 persone e 9 milioni 795 mila 830 esercizi commerciali (11 marzo 2020-28 marzo 2021).

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA