Mercato Milan

Milan, Ibra ancora fuori: ecco chi potrebbe arrivare a gennaio 2021

Brutta tegola per Stefano Pioli che dovrà terminare l'anno senza la sua prima punta di riferimento. Iniziati i primi sondaggi per un possibile sostituto.

19 dicembre 2020 18:00
Milan, Ibra ancora fuori: ecco chi potrebbe arrivare a gennaio 2021

Il campione svedese si ferma ancora, lasciando i suoi in una situazione critica. L’infortunio al bicipite femorale è di nuovo peggiorato, obbligando il campione ad abbandonare l’allenamento di ieri. Le assenze ormai sono tantissime, dalla difesa con Kjaer e Gabbia, all’attacco con Rebic e lo svedese.  Senza di lui il team se l’è cavata per qualche gara, ma inizia ad accusare l’assenza del numero 11 soprattutto nelle occasioni con palla in area in cui non vi è un vero e proprio bomber.

 

Leao è in fase di ripresa, ma non ha mai dimostrato di poter essere un’eccellente prima punta, lasciando diversi dubbi alla società sulle mosse da fare. Zlatan non parteciperà a tre gare fondamentali con Sassuolo, Lazio e probabilmente anche Juventus. Tutti punti fondamentali da fare per alimentare i sogni. Allora ecco che le strategie cambiano, iniziando a fare valutazioni alternative per riportare peso ad un reparto che ne ha assolutamente bisogno visto che continuano a segnare solo terzini ed esterni. 

 

Milan gennaio 2021: mese di nuovi volti

Qualche tempo fa i dirigenti della società avevano dichiarato prima di alcune gare che a gennaio 2021 il team non sarebbe mutato con nuovi arrivi, bensì con le giovani scommesse che si sono aggiunte nella scorsa finestra di mercato. Gli infortuni però sono troppi e pensare di poter reggere questi ritmi è un’utopia. Se si vuole puntare ad essere grandi sino alla fine serve qualcuno in grado di sostituire Ibrahimovic, senza però lamentarsi di future panchine quando torneranno gli assenti, poiché la concorrenza resta molta. I nomi più caldi sono essenzialmente tre: Milik, Giroud e Depay. 


Da campionati diversi con tre caratteristiche diverse, ma una grande duttilità nel portare su la squadra, regalando anche profondità tra gli spazi. Il primo è il più fattibile visto che il Napoli spinge per la cessione, a causa anche del contratto in scadenza. Un giocatore cui da sempre manca quel tocco di coraggio in più per giungere ad un livello alto e coerente con le sue grandi caratteristiche. Non proprio una punta, ma utilizzabile anche come spalla in un ipotetico attacco a due con lo svedese. Attualmente fuori rosa da inizio stagione.

 

Depay invece è un leader in tutto e per tutto. Capace di fare l’esterno, la punta, il trequartista e l’attaccante di spalla. Sicuramente il sogno più ambizioso visto anche la grande concorrenza che lo circonda soprattutto dalla Spagna con il Barcellona che lo tenta da agosto. È in rottura con il Lione e si rivelerebbe un colpaccio da tutti i punti di vista. Infine Giroud, che da una vita è affiliato al campionato italiano e ora più che mai gradirebbe cambiare aria dopo tanti anni a Londra.

 

È sempre stato una seconda scelta per i vari allenatori che ha avuto, ma oggi può sperare in un futuro in cui la costanza e la credibilità possono divenire elementi più comuni. Come profilo è quello che assomiglia di più al ruolo mancante, ma per età e stipendio rimane la terza scelta. Almeno per il momento.

Non è impossibile pensare che alla fine dei giochi verranno date le carte a Leao e Hauge, per lanciarli in contesti importanti. Al momento però se la capolista vuole restare tale è difficilmente immaginabile. 

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA