I top 2020

I più ricchi del mondo 2020: ecco chi sono. La classifica aggiornata

Nonostante la pandemia da Covid, Jeff Bezos di Amazon e Elon Musk (Tesla) e Bill Gates (Microsoft) dominano sempre la classifica dei “Paperoni” del mondo

1 gennaio 2021 11:29
I più ricchi del mondo 2020: ecco chi sono. La classifica aggiornata

Hanno tutti una caratteristica in comune: si trovano nella lista degli uomini più ricchi del mondo, anche nel 2020 e nonostante le conseguenze economiche della pandemia da Covid19. Ma c’è anche qualcos’altro che li accomuna: il fatto di non essere ereditieri né “figli d’arte”, ma di essersi costruiti la propria fortuna partendo da progetti e idee originali, in alcuni casi persino rivoluzionari.

 

Sono Jeff Bezos, numero 1 di Amazon, colosso dell’e-commerce; Elon Musk, che oltre a credere nell’auto a guida autonoma della Tesla coltiva il sogno di portare i turisti su Marte in un futuro non troppo lontano. E poi c’è Bill Gates, che si conferma ai primi posti nella lista dei milionari. Ecco chi sono gli altri e come hanno raggiunto successo e patrimoni da capogiro. 

 

I ricchi sempre più ricchi, nonostante il Covid

A fare i conti in tasca (e in banca) ai principali imprenditori del globo è stato l’Institute for Policy Studies, che ha preso in esame le consuete classifiche di testate come Forbes e Bloomberg. Dall’analisi sui patrimoni e gli effetti della pandemia, è emerso che la ricchezza dei primi 12 miliardari d’America non solo non ha risentito della crisi globale legata al Covid e ai lockdown, ma è persino cresciuta del 40% da marzo agli ultimi mesi del 2020, pari a oltre 283 miliardi di dollari. Ecco chi guida la classifica mondiale e perché. 

 

La classifica dei Paperoni mondiali

  1. Jeff Bezos

Il patron di Amazon, secondo il Bloomberg Billionaires Index, proprio nell’anno della pandemia è riuscito a superare il record dei 200 miliardi di dollari di patrimonio arrivando alla cifra record di 202 (poi sceso “solo” a 185 miliardi al 1° dicembre). È facile immaginarne il motivo, ossia la crescita dell’e-commerce, complici di lockdown e le chiusure temporanee dei negozi fisici.

  1. Bernard Arnault

È il primo non americano e non self-Made Men, quindi che è partito da una posizione sociale ed economica già di primissimo piano. Secondo Buy Shares, il presidente del gruppo Lvmh, considerato “il re del lusso”, ha visto crescere la sua fortuna del 103,9% dai 69,2 miliardi di dollari di marzo a 141,1 miliardi di dollari dei primi di dicembre. È l’europeo più ricco al mondo: controlla maison come Louis Vuitton e Bulgari, i marchi Moët & Chandon, Dom Perignon, Veuve Clicquot, Ruinart, Krug, i whisky Ardbeg e Glenmorangie, la vodka Belvedere, il cognac Hennesy, così come i brand italiani Emilio PucciBulgariFendiLoro Piana e Cova. La sua attività imprenditoriale era però iniziata nel 1971 nell’azienda di famiglia (Férinel) specializzata nelle costruzioni e nella promozione immobiliare. Del suo impero oggi fanno parte anche i profumi Guerlain e la catena Sephora. Arnault sta inserendo i figli nel colosso del lusso che guida, ma è anche filantropo: durante la pandemia ha avuto la prontezza di riconvertire le aziende di profumi per produrre gel disinfettante per le mani, poi distribuito gratuitamente al sistema sanitario nazionale francese. 

  1. Elon Musk

È considerato il più visionario tra gli imprenditori: il fondatore di Tesla e Space X (con cui progetta di viaggiare su Marte) era balzato al secondo posto della classifica dei 500 uomini più ricchi al mondo lo scorso agosto, per poi perdere una posizione a fine anno, con 128,60 miliardi di dollari. La sua è comunque una scalata record, visto che a gennaio 2019 era al 35esimo posto. Tra le “creature” di Elon Musk c’è anche Neuralink, che crea chip cerebrali.

  1. Bill Gates

Con 118,8 miliardi di dollari, Bill Gates compare al quarto posto della lista degli uomini più ricchi del mondo. Il fondatore di Microsoft conta però anche su una reputazione da filantropo: è presidente della Bill & Melinda Gates, considerata la più grande fondazione privata al mondo (che ha annunciato anche finanziamenti record per un vaccino anti-Covid).

  1. Mark Zuckerberg

Scende in classifica, ma rimane pur sempre nella Top 5 il numero 1 di Facebook, che conta su un patrimonio di oltre 100 miliardi di dollari. E’ l’emblema dell’entrepreneur, l’uomo giovane e intraprendente che si è costruito una fortuna da solo. Di origini ebraiche, figlio di un dentista e di una psichiatra, appassionato di materie umanistiche e letteratura classica (recita poemi epici come l’Iliade a memoria) Zuckerberg scrive e legge correttamente in francese, latino, ebraico, cinese e greco antico, ma soprattutto ha sempre coltivato interesse per l’informatica. Ha ideato il suo primo software ai tempi del liceo (Synapse Media Player) e soprattutto ha intuito il potenziale di un social come Facebook, il cui nome deriva dai libri con i nomi e le foto di tutti gli ospiti del dormitorio al college (Face Books), come raccontato da un suo compagno di stanza. Inizialmente il sito chiedeva di indicare chi fosse il più cool per stilare una classifica, oggi conta 2,60 miliardi di utenti nel mondo.

  1. Warren Buffet

Per il “re della finanza” persino il 2020 si è confermato un buon anno, tanto che il suo patrimonio ammonta a 88 miliardi di dollari. A 90 anni compiuti, è ancora chiamato l’Oracolo di Omaha per il suo fiuto nel prevedere (o predire?) guadagni e perdite. Si dice che il suo primo affare lo abbia realizzato ad appena 6 anni, acquistando dal nonno sei casse di Coca Cola e rivendendole guadagnando 5 centesimi a bottiglietta. Il numero uno del Value Investing ha compilato la sua prima dichiarazione dei redditi a 14 anni vendendo giornali porta-a-porta, mentre al liceo è stato l’unico a poter vantare un guadagno superiore persino a quello dei suoi insegnanti, grazie alle rendite legate all’affitto di una fattoria. Fu in seguito, però, che si affermò fondando la società di investimenti Buffet Partnership. 

  1. Larry Page

Al settimo posto, con un patrimonio di 82,7 miliardi di dollari, si trova uno dei due padri di Google (all’8° l’altro fondatore, Sergey Brin). Classe 1973, è cresciuto in una famiglia di informatici. Dopo il Bachelor of Science presso l'Università del Michigan e la specializzazione a Stanford, dove ottiene prima un Master of Science e poi una borsa di studio per il dottorato, proprio qui incontra Brin. 

  1. Sergey Brin

La sua ricchezza è dal Bloomberg Billionaires Index in 79,2 miliardi. Coetaneo di Page, nato a Mosca, è anch’egli appassionato di matematica fin da bambino, quando fugge con i genitori dall’ex URSS negli Usa. Come Page, ha frequentato la scuola montessoriana, che ha contribuito ad accrescere la sua capacità di ragionamento e risoluzione dei problemi. A inizio dicembre 2019 Brin e Page hanno lasciato i loro ruoli in Alphabet, la controllante di Google, “sostituito” da Sundar Pichai, già Ceo di Google dal 2015.

  1. Steve Ballmer

Anch’egli informatico, Ceo di Microsoft dal 2000 al 2014, è stato colui che ha permesso all’azienda di triplicare vendite e profitti. La sua predilezione e il talento per la matematica lo hanno portato a ottoenere un risultato superiore a quello del suo compagno di studi nonché fondatore di Microsoft, Bill Gates, nella William Lowell Putnam Mathematical Competition, competizione sponsorizzata dalla Mathematical Association of America. Nel 1980 ha abbandonati gli studi su chiamata dello stesso Gates proprio in Microsoft. Oggi, con un patrimonio di 77,5 miliardi di dollari, è proprietario della squadra di NBA dei Los Angeles Clippers. 

  1. Mukesh Ambani

A chiudere la Top 10 c’è l’uomo più ricco d’Asia (anche più di Jack Ma, fondatore di Alibaba) nonché il primo indiano a entrare nella classifica degli uomini con il portafogli più “gonfio” del mondo. Classe 1957 è leader nel settore petrolifero con la sua Reliance Industries Limited, ma ha enormi interessi finanziari anche nel commercio elettronico, nella banda larga e nel mondo dei giocattoli. Il nome di Ambani ha conquistato anche il mondo del gossip quando, per il matrimonio della figlia Isha un paio di anni fa, ha ingaggiato Beyoncé per la festa nuziale alla quale erano presenti come ospiti anche Hilary Clinton e Arianna Huffington. Ingegnere chimico, la sua fortuna ammonta a 75,5 miliardi di dollari. La sua residenza principale a Mumbai è considerata quella privata più costosa al mondo, che tiene testa a Buckingham Palace: è soprannominata Dream House, vale 2 miliardi di dollari, ha una struttura a 27 piani e tre piste di atterraggio per elicotteri sul rooftop, oltre a un parcheggio di 168 posti, un cinema da 50 poltrone, una sala da ballo con lampadari di cristallo, palestra e Spa. 

 

La classifica italiana dei più ricchi

Chi è l'uomo più ricco d'Italia? Sempre secondo il Bloomberg Billionaires Index, il titolo va a Giovanni Ferrero, ad dell’omonimo gruppo con sede ad Alba, in Piemonte, grazie a un patrimonio di 33,1 miliardi di dollari (poco meno di 28 miliardi di euro). A seguire ci sono Leonardo Del Vecchio, fondatore e presidente di Luxottica, con 22,2 miliardi di dollari (18,7 in euro). Ci sono poi i fratelli Paolo e Gianfelice Rocca, che guidano Techint, la più grande produttrice di acciaio in Sud America e tra le più importanti al mondo (patrimonio stimato in 9,32 miliardi di dollari, 7,88 miliardi di €). A chiudere la Top 5 ecco infine Silvio Berlusconi con 7,74 miliardi di dollari (6,54 in euro) e Giorgio Armani con a 6,36 miliardi di dollari (5,38 in euro).

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA