Il fondo salva-stati

MES 2021: cos’è come funziona significato Meccanismo Europeo Stabilità

Mes cos’è come funziona Fondo Salva Stati e a cosa serve, significato Meccanismo Europeo di Stabilità, MES sanitario e la nuova riforma Mes Eurogruppo

Cos’è il MES (Meccanismo Europeo di Stabilità) anche detto fondo salva-Stati? Come funziona e perché è così tanto discusso in Italia?

Oggi in Parlamento è una giornata cruciale perché si vota la riforma Mes approvata dall’Eurogruppo lo scorso 30 novembre 2020 che di fatto ha modificato alcune regole sul funzionamento del fondo salva-Stati. In pratica la rifoma ha cambiato le condizioni di attivazione del meccanismo.

 

Il Mes è stato introdotto nel 2012 al fine di sostenere i Paesi membri in caso di crisi economica evitando un probabile default. Finora il Meccanismo Europeo di Stabilità è stato attivato solo da 3 Paesi: Cipro, Spagna e Grecia.

 

Riforma Mes cosa prevede:

In base a quanto previsto dalla nuova riforma del Mes approvata dall'Eurogruppo in data 30 novembre e dal Parlamento italiano, è stato introdotto il cd. backstop del Fondo Unico di Risoluzione delle banche (fondo salva-banche), ovvero una garanzia di ultima istanza da utilizzare nel caso in cui il Single Resolution Fund (Srf), o Fondo Unico di Risoluzione, si trovi a corto di fondi. La rete di sicurezza entrerà in vigore dal 2022.

 

Oltre alla garanzia, la riforma del Mes prevede anche una semplificazione e un rafforzamento delle linee di credito, nello specifico della Precautionary Conditioned Credit Lines (Pccl) messa a disposizione degli Stati membri dell’area euro con fondamentali economici solidi che vengono colpiti da choc avversi. Con la riforma, l'accesso a questa particolare linea di credito è per chi ha una situazione finanziaria ed economica "robusta" e un debito pubblico "sostenibile".

 

Prevista anche l’eliminazione del Memorandum d’intesa per le riforme, conosciuto per aver imposto in passato condizioni rigidissime alla Grecia, e la sostituzione con una lettera d'intenti che assicura il rispetto delle regole del Patto di stabilità. Ciò significa che le ristrutturazioni richieste al Paese che utilizza il Mes non saranno più automatiche e che la linea di credito in assenza di obiettivi, viene interrotta.

 

I paesi che si ritrovano in questa situazione non verranno lasciati soli ma potranno chiedere un’altra linea di credito, la Eccl - Enhanced Condition Credit Line siglando però un memorandum d’intesa che li vincola al rispetto delle condizioni previste ed alla sorveglianza aumentata della Commissione europea.

Per approfondire: Riforma Mes cos'è e cosa prevede.

 

Mes 2021: cos'è e come funziona il Fondo Salva-Stati

Che cos’è il MES cosa significa? Il MES, Meccanismo Europeo di Stabilità, dall’inglese European Stability Mechanism, è un organismo europeo nato nel 2012 con l’obiettivo primario di garantire la stabilità finanziaria dei Paesi dell’area Euro.

 

Dal momento, infatti, che le vicissitudini di uno Stato Membro, come un eventuale tracollo finanziario, potrebbero trascinare a fondo l’economia anche di tutti gli altri dell’Unione Europea ecco che si rende necessario il MES per la gestione della crisi.

 

Il MES, Meccanismo Europeo di Stabilità è nato dalle modifiche al Trattato Europeo approvate il 23 marzo 2011, andando così a sosttuire il Fondo europeo di stabilità finanziaria (Efsf) al fine di mobilitare le risorse finanziare e dare sostegno alla stabilità ai membri del MES che già si trovano o rischiano di trovarsi in gravi problemi finanziari.

 

Il Mes è quindi un organismo nato per salvaguardare la stabilità finanziaria della zona Euro e quella dei suoi Stati membri, ed è per questo che viene chiamato anche Fondo salva-Stati.

 

MES sanitario cos'è e come funziona:

L'Eurogruppo sta affrontando il tema del Mes e lavora a ridurre al minimo le condizioni di accesso per l'utilizzo del Meccanismo europeo di stabilità chiamato anche fondo salva-Stati.

 

Secondo le ultime notizie si è andati poi verso un Mes sanitario ad una sola condizione:

  • gli aiuti dovranno coprire solo i danni economici legati all'epidemia Coronavirus

Ancora aperta però la discussione su chi dovrà sorvegliare l'utilizzo che gli Stati ne faranno. La linea di credito con il Mes light sarebbe per un massimo di 240 miliardi di euro, da cui tutti gli Stati Membri potrebbero attingere fino al 2% del proprio Pil.


 

MES, Meccanismo Europeo di Stabilità come funziona il fondo salva stati:

Avendo visto finora cos’è il MES e da chi viene gestito il Fondo salva Stati andiamo a vedere come funziona il MES

  • Il Fondo salva Stati è una società sita a Lussemburgo a cui partecipano tutti gli Stati membri portando capitali in rapporto al proprio peso economico nell'area Euro.

  • Il Fondo del MES è di circa 700 miliardi di euro, ad esempio la Germania detiene la quota più importante pari al 27%, la Francia al 20% e l'Italia a quasi il 18%.

  • Gli Stati Membri che richiedono l'aiuto al MES per ottonere risorse finanziare devono accettare condizioni stringenti sui propri conti, come ad esempio tagli sulla spesa pubblica e riforme strutturali. Finora hanno avuto accesso al Fondo salva Stati la Grecia con 61,9 miliardi, la Spagna con 41,3 miliardi e Cipro con 6,3 miliardi.

Pertanto ecco come funziona la procedura di attivazione del Mes

  • 1) uno Stato Membro in difficoltà deve avanzare la richiesta di assistenza al Presidente del Consiglio dei governatori del fondo salva-Stati;

  • 2) Il MES chiede alla Commissione UE di valutare lo stato di salute del Paese che ha chiesto aiuto e di definire il suo fabbisogno finanziario.

  • 3) Dopo la valutazione, l’organo plenario del MES decide di agire e aiutare il Paese in difficoltà con prestiti. 

 

Da chi è gestito il Mes, Fondo salva Stati?

Il MES, Meccanismo Europeo di Stabilità è un organismo che ha sede in Lussemburgo ed è gestito da:

  • un Board of Governors costituito dai ministri finanziari dell'area euro ed il cui presidente è il portoghese Mario Centeno, Presidente dell'Eurogruppo;

  • un Board of Directors, i cui membri vengono scelti dai ministri dell'economia e finanze;

  • un direttore generale, il tedesco Klaus Regling, che gestisce gli affari correnti del MES seguendo le indicazioni del Board of Directors. Il direttore partecipa anche alle riunioni del Board of Directors e Governors.

Partecipano come osservatori anche il Presidente della Bce, Cristine Lagarde e il Commissario europeo agli Affari Economici,  Paolo Gentiloni.

 

Coronavirus, aiuti Ue: Mes, BEI, SURE e Recovery fund

Il Consiglio Europeo al fine di aiutare i Paesi Membri durante la pandemia è intervento ad introdurre diversi strumenti: MES, BEI, SURE, approvati in base all'accordo all'Eurogruppo.

 

La Commissione europea ha poi messo a punto anche il cd.Recovery fund (Fondo per la ripresa) alimentato dall'emissione di obbligazioni.

 

Sure commissione europea:

L'altro intervento è il SURE, il nuovo meccanismo presentato dalla presidente della Commissione europea von der Leyen.

 

Il Sure è quindi uno strumento a sostegno all'economia garantito da tutti gli Stati membri che serve a tutelare l'occupazione in Paesi come Italia e Spagna, tra i più colpiti dall'emergenza coronavirus.

 

Il Sure muoverà fino a 100 miliardi, partendo da 25 miliardi di euro di garanzie comuni grazie alle quali la Commissione emetterà bond. L'Eurogruppo dovrà decidere se i 25 miliardi verranno da capitali nazionali o dal bilancio Ue.

Ecco il piano di aiuti Ue CRII+.

 

BEI liquidità imprese e investimenti:

I ministri all'Eurogruppo hanno dato l'ok alla creazione di un fondo di garanzia da 25 miliardi per offrire alle imprese europee liquidità per investimenti fino a 200 miliardi.

 

Il fondo potrebbe essere costituito dai contributi provenienti dagli Stati membri e aperto alla partecipazione di altre istituzioni dell’Ue.

 

Lo stanziamento di fondi attraverso la Bei consentirebbe a ciascun Stato membro di beneficiare del rating Tripla A della Banca europea.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA