Le novità in Manovra

Bonus acqua potabile 2021: cos’è a chi quanto spetta, come richiederlo

Bonus acqua potabile 2021 cos’è e come funziona in Legge di Bilancio 2021 credito d’imposta 50% fino a 1000 euro persone fisiche e 5000 a immobile

La Legge di Bilancio 2021 è ormai in vigore da oggi. Dopo il voto finale da parte del Senato, poi la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale il 30 dicembre, le norme contenute nel testo sono in vigore dal 1° gennaio 2021.

 

Tra le ultime novità contenute nella Manovra 2021 c'è ’è anche il bonus acqua potabile 2021, per le spese relative all’acquisto di sistemi di filtraggio dell'acqua potabile allo scopo di razionalizzarne l'uso e ridurre al contempo l’utilizzo dei contenitori di plastica.

 

Legge di Bilancio 2021, Bonus acqua potabile cos'è?

La nuova Legge di Bilancio 2021 prevede un nuovo credito d'imposta del 50% subito ribattezzato bonus acqua potabile è stato approvato in via definitiva e prevede il credito d'imposta sulle spese sostenute per l'acquisto e l'installazione di sistemi di filtraggio, mineralizzazione, raffreddamento e addizione di anidride carbonica alimentare E 290, per il miglioramento qualitativo delle acque destinate al consumo umano erogate da acquedotti.

 

Il limite massimo di spesa di 1.000 euro per le persone fisiche ed esercenti attività economica per ciascuna unità immobiliare e di 5.000 euro per ciascun immobile adibito all'attività commerciale o istituzionale.

 

Bonus acqua potabile 2021 come funziona:

Bonus acqua potabile 2021 come funziona il credito d'imposta 50%: In base a quanto previsto dalla Manovra 2021, dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2022, c'è la possibilità di fruire di un nuovo credito d'imposta nella misura del 50% delle spese sostenute per l'acquisto e l'installazione di sistemi:

  • di filtraggio,

  • mineralizzazione, 

  • raffreddamento.

  • addizione di anidride carbonica alimentare E 290,

  • per il miglioramento qualitativo delle acque destinate al consumo umano erogate da acquedotti.

Ricordiamo che sempre in ambito idrico nella Legge di Bilancio 2021 è previsto anche il bonus idrico 2021 chiamato anche bonus bagno 2021 o bonus rubinetti.

 

 

Bonus acqua potabile: a chi spetta il credito d'imposta 50%:

Il credito d'imposta fino ad una spesa massima di 1000 euro spetta a:

  • alle persone fisiche (fino a un ammontare complessivo delle spese non superiore a 1.000 euro per unità immobiliare)

  • soggetti esercenti attività d'impresa, arti e professioni;

  • enti non commerciali, compresi gli enti del Terzo settore e gli enti religiosi civilmente riconosciuti,

 

Il bonus acqua potabile con credito d'imposta fino ad una spesa massima di 5.000 euro spetta per:

  • ciascun immobile adibito all'attività commerciale o istituzionale.

 

Credito d'imposta acqua potabile: come richiederlo?

Il nuovo credito di imposta acqua potabile 2021/2022 spetta nel limite totale di 5 milioni di euro per ciascuno degli anni 2021 e 2022.

 

Le modalità per richiederlo, i requisiti e i tempi della domanda saranno decisi con apposito provvedimento del Direttore dell'agenzia delle entrate, da adottare entro trenta giorni, dalla data di entrata in vigore della presente legge.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA