Lo scadenzario di aprile

Scadenze fiscali aprile 2021: calendario scadenzario Agenzia Entrate

Calendario scadenze aprile 2021 ecco lo scadenzario Agenzia delle Entrate IVA, Intrastat, canone Rai, IRPEF, bollo virtuale e bollo libri, dichiarazione IVA

Giunti al mese di aprile, si aggiorna oltre che il calendario dei pagamenti Inps anche il calendario con le scadenze fiscali aprile 2021. In questo mese sono tante le date da ricordare a partire dal dal versamento dei contributi Inps per i lavoratori domestici entro il giorno 10 per passare alla dichiarazione Iva annuale, il secondo acconto delle imposte IRPEF, IRES e IRAP per i soggetti Isa e i forfettari colpiti dall’emergenza sanitaria. Ricordiamo anche altre importanti scadenze che riguardano le misure del decreto Sostegni come la domanda Reddito di emergenza 2021 che va presentata dal 7 al 30 aprile, il bonus stagionali 2021 con scadenza 30 aprile e la domanda dei contributi a fondo perduto fino al 28 maggio. Sul versante proroghe ricordiamo invece lo slittamento per l’invio dei dati dei corrispettivi giornalieri che passa dal primo aprile al 1°ottobre 2021, i termini per la dichiarazione precompilata il cui accesso online passa dal 10 aprile al 10 maggio.

Vediamo quindi nel dettaglio il calendario fiscale aprile 2021.

 

Calendario scadenze fiscali 10 Aprile 2021

Contributi lavori domestici: il 10 aprile 2021 è il termine entro il quale scade il pagamento dei contributi Inps relativi al primo trimestre 2021. 

 

Scadenze fiscali 12 aprile 2021:

5 per mille scadenza domanda enti della ricerca scientifica e dell'università, che intendono partecipare alla ripartizione della quota del 5 per mille dell’Irpef destinata al finanziamento delle ricerca scientifica e dell’Università, devono presentare al Miur, esclusivamente per via telematica.

5 per mille scadenza domanda enti della ricerca sanitaria: stessa scadenza per la presentazione della domanda.

Leggi anche calendario pagamenti INPS aprile 2021.

 

Scadenze fiscali 15 Aprile 2021

Comunicazione superbonus 110%:

I contribuenti che hanno effettuato spese agevolate con il superbonus 110% nell’anno 2020 e che intendono fruire dello sconto in fattura o della cessione del credito hanno tempo fino al 15 aprile per procedere alla comunicazione telematica per segnalare l’opzione prescelta.

 

Comunicazione canone tv:

Entro questa data l’Acquirente Unico Spa deve inviare la comunicazione all’Agenzia delle entrate dei dati di dettaglio relativi al canone Tv addebitabile e accreditabile nelle fatture emesse dalle imprese elettriche riferite al mese di marzo. L’invio deve avvenire online tramite Sid (Sistema di interscambio dati).

 

Regime forfettario ASD:

Le associazioni sportive dilettantistiche, le associazioni senza scopo di lucro e le associazioni pro loco che hanno optato per il regime forfetario devono effettuare le previste annotazioni con un'unica registrazione, l’ammontare dei corrispettivi e di qualsiasi provento conseguito nell’esercizio di attività commerciali, riferiti al mese di marzo.

 

Iva - Fatturazione differita:

I contribuenti Iva devono provvedere all’emissione e alla registrazione delle fatture differite relative a beni consegnati o spediti nel mese di marzo, risultanti da documento di trasporto o da altro documento idoneo a identificare i soggetti contraenti. 

 

Iva - Registrazione corrispettivi:

I commercianti al minuto e assimilati e gli operatori della grande distribuzione che già possono adottare, in via opzionale, la trasmissione telematica dei corrispettivi, devono procedere alla registrazione, anche cumulativa, delle operazioni effettuate nel mese di marzo per le quali è stato rilasciato lo scontrino o la ricevuta fiscale.

 

Scadenze fiscali 16 Aprile 2021

Imposta attività Intrattenimenti

I soggetti che esercitano attività di intrattenimento devono versare l’imposta relativa alle attività svolte con carattere di continuità nel mese di marzo. Il versamento va effettuato tramite il modello F24 con modalità telematiche.

 

Ritenute su bonifici Banche e Poste:

Le banche e Poste italiane Spa devono versare le ritenute sui bonifici effettuati nel mese di marzo dai contribuenti che intendono beneficiare di oneri deducibili o per i quali spetta la detrazione d'imposta. Il versamento è  tramite F24 con codice tributo 1039.

 

Bollo virtuale - Versamento acconto:

Banche, Poste italiane Spa e altri enti e società finanziari e le imprese di assicurazioni, autorizzati a corrispondere l’imposta di bollo virtuale, devono provvedere al pagamento, a titolo di acconto, di una somma pari al 100% dell’imposta di bollo provvisoriamente liquidata per il 2021. Il versamento va effettuato tramite modello F24 con modalità telematiche.

 

Contribuenti Iva - Adempimenti

I contribuenti Iva devono provvedere al versamento della seconda rata, dell’Iva relativa al 2020 risultante dalla dichiarazione annuale, con la maggiorazione dello 0,33% mensile a titolo di interessi. Il versamento va effettuato utilizzando il modello F24 con modalità telematiche.

 

IVA – Liquidazione periodica – Soggetti mensili

I contribuenti Iva mensili devono versare l’Iva relativa al mese di marzo 2021, utilizzando il mod. F24 ed indicando il seguente codice tributo: 6003 (versamento Iva mensile – marzo).

 

Ritenute alla fonte:

Versamento delle ritenute alla fonte operate nel corso del mese di marzo si tratta ad esempio dei compensi per l’esercizio di arti e professioni – provvigioni per intermediazione – retribuzioni di lavoro dipendente) con utilizzo del mod. F24.

 

Versamento ritenute sugli utili:

Le società di capitali, gli enti pubblici e privati diversi dalle società ed i trust residenti in Italia che hanno per oggetto esclusivo o principale l’esercizio di attività commerciali, devono provvedere al versamento delle ritenute sui dividendi corrisposti nel trimestre precedente, nonché delle ritenute sui dividendi in natura versate dai soci nel medesimo periodo.

 

Locazioni brevi - Versamento ritenuta 21%

I soggetti residenti che esercitano attività di intermediazione immobiliare e quelli che gestiscono portali telematici devono versare la ritenuta del 21% operata sui canoni o corrispettivi incassati o pagati nel mese di marzo relativi a contratti di locazione breve.

 

Sostituti d'imposta - Produttività

I sostituti d’imposta devono versare l’imposta sostitutiva dell’Irpef e delle addizionali regionali e comunali pari al 10%, sulle somme erogate, nel mese di marzo, ai dipendenti del settore privato in relazione a incrementi di produttività, redditività, qualità, efficienza e innovazione.

 

Tobin Tax - Versamenti

Banche, società fiduciarie, imprese di investimento e gli altri soggetti comunque denominati che intervengono nell’esecuzione di transazioni finanziarie, compresi gli intermediari non residenti nel territorio dello Stato, nonché i notai che intervengono nella formazione o nell’autentica di atti riferiti alle medesime operazioni devono versare la “Tobin Tax” relativa ai trasferimenti della proprietà di azioni e di altri strumenti finanziari partecipativi e di titoli rappresentativi dei predetti strumenti effettuati nel mese di marzo.

 

Scadenze fiscali 20 aprile 2021

Attività turistiche - Comunicazione

Gli esercenti commercio al minuto e attività assimilate e le agenzie di viaggio e turismo presso i quali sono stati realizzati, in denaro contante, gli acquisti di beni e dai quali sono rese le prestazioni di servizi legate al turismo, che non effettuano la liquidazione mensile ai fini Iva, devono inviare la comunicazione analitica delle suddette operazioni.

 

Comunicazioni canone Tv

Le imprese elettriche devono comunicare all’Agenzia delle entrate i dati di dettaglio relativi al canone Tv addebitato, accreditato, riscosso e riversato nel mese di marzo.

 

Misuratori fiscali - Trasmissione dati

I fabbricanti di misuratori fiscali e i laboratori di verificazione periodica abilitati devono inviare per via telematica all'Anagrafe tributaria i dati identificativi delle operazioni di verifica periodica effettuate nel trimestre precedente.

 

Regime Iva Moss - Comunicazione

I soggetti passivi domiciliati o residenti fuori dell'Ue, non stabiliti nè identificati in alcuno Stato membro dell'Unione (operatori extracomunitari) che effettuano prestazioni di servizi di telecomunicazione, di teleradiodiffusione o elettronici nei confronti di committenti non soggetti passivi d'imposta domiciliati o residenti nell'Unione europea e che si avvalgono del regime speciale MOSS devono trasmettere, per via telematica, la dichiarazione relativa alle operazioni effettuate nel trimestre precedente e versare l’Iva dovuta. 

 

Scadenze fiscali 26 Aprile 2021

Modello Intrast:

Il 26 aprile scade la presentazione alla Agenzia delle Entrate, degli elenchi riepilogativi Intrastat sulle cessioni di beni e prestazioni di servizi del mese precedente (e primo trimestre 2020) verso i soggetti dell’Unione Europea.

 

Scadenze fiscali 30 Aprile 2021

Dichiarazione IVA 2021:

Entro il 30 aprile va effettuata la presentazione della dichiarazione Iva 2021 per l’anno 2020. Il modello Iva deve essere presentato per via telematica dai titolari di partita Iva che esercitano attività d’impresa, o professionali. 

 

Anagrafe tributaria - Comunicazioni

Ultimo giorno utile per l’invio telematico, esclusivamente tramite i servizi Entratel o Fisconline, di comunicazioni da parte di diversi soggetti.

 

Canone Rai - Esonero pagamento over 75 anni:

I contribuenti di età pari o superiore a 75 anni in possesso dei requisiti per fruire dell'esonero del pagamento del canone Rai 2021 devono presentare la dichiarazione sostitutiva di atto notorio, con allegata copia del documento di identità.

 

Canone Rai - Versamento

I contribuenti obbligati al pagamento del canone RAI ma per i quali non è possibile l'addebito sulle bollette elettriche devono effettuare il pagamento della seconda rata trimestrale (23,93 euro).

 

Dichiarazioni dei redditi – Versamenti acconti

I contribuenti obbligati al pagamento risultante dalle dichiarazioni dei redditi annuali delle persone fisiche, delle società di persone e degli enti ad esse equiparati e dell'Irap (Modelli 730/2020, Redditi Persone Fisiche 2020 e Redditi SP-Società di persone ed equiparate 2020 e dichiarazione Irap 2020), che hanno beneficiato della proroga devono provvedere al versamento della 2° o unica rata delle imposte dovute a titolo di acconto per l'anno 2020.

 

Bollo libri, registri e documenti informatici:

I soggetti obbligati ad assolvere l’imposta di bollo su libri, registri e altri documenti informatici rilevanti ai fini tributari (escluse le e-fatture) devono eseguire il pagamento, in unica soluzione, per quelli emessi o utilizzati nell'anno precedente. Il versamento va fatto tramite modello F24 (per gli enti pubblici, F24-Ep).

 

Enti creditizi – Dichiarazione imposta

Gli enti creditizi che effettuano le operazioni di credito a medio e lungo termine, le operazioni di finanziamento strutturate e le altre operazioni di credito devono presentare la dichiarazione dell'imposta sostitutiva sui finanziamenti relativa all'anno precedente.

 

Enti creditizi – Versamento imposta

Gli enti creditizi devono versare il saldo 2020e la prima rata di acconto 2021 dell’imposta sostitutiva sui finanziamenti.

 

Enti no profit – Rendicontazione

Gli enti non commerciali che effettuano raccolte pubbliche di fondi,  tra cui anche le ASD, le associazioni senza fini di lucro e le associazioni pro-loco, devono redigere, entro 4 mesi dalla chiusura dell'esercizio, il rendiconto.

 

Esterometro – Invio comunicazione

I soggetti passivi Iva residenti o stabiliti in Italia, i residenti e non residenti nel territorio dello Stato che facilitano tramite l'uso di un'interfaccia elettronica le vendite a distanza di telefoni cellulari, consolle da gioco, tablet Pc e laptop, devono inviare l'Esterometro.

 

Imposta di bollo su assegni circolari – Dichiarazione trimestrale

Le banche e gli istituti di credito autorizzati a emettere assegni circolari devono presentare al competente ufficio territoriale dell’Agenzia delle entrate la dichiarazione trimestrale.

 

Imprese assicurative - Versamento

Le imprese di assicurazione, comprese quelle estere che operano in Italia in regime di libera prestazione di servizi che non si avvalgono del rappresentante fiscale, devono provvedere al versamento dell’imposta sui premi e accessori incassati nel mese di marzo.

 

Iva – Rimborsi infrannuali

I contribuenti Iva per i quali sussistono i presupposti di legge per richiedere i rimborsi infrannuali devono presentare, esclusivamente in via telematica, direttamente o tramite intermediari abilitati, la richiesta di rimborso o utilizzo in compensazione del credito Iva infrannuale, utilizzando il modello Iva Tr disponibile sul sito dell’Agenzia delle entrate.

 

Iva intracomunitaria - Versamento

Gli enti non commerciali e gli agricoltori esonerati devono liquidare e versare l’Iva relativa agli acquisti intracomunitari registrati nel mese di marzo, tramite modello F24.

 

Progetti culturali – Comunicazione

Per ciascuno dei beneficiari di erogazioni liberali per progetti culturali ricevute nell’anno d’imposta 2020, il ministero comunica per via telematica all’Agenzia delle entrate: l'ammontare delle erogazioni ricevute, la quota spettante e la conseguente somma da versare all'erario.

 

Società di calcio - Comunicazione

Le società sportive di calcio professionistiche partecipanti ai campionati nazionali di serie A, B e Lega pro devono comunicare all’Agenzia delle entrate: contratti di acquisizione, di trattamento economico e di sponsorizzazioni.

 

Strutture sanitarie - Comunicazione

Le strutture sanitarie private devono comunicare all’Agenzia delle entrate l’ammontare dei compensi complessivamente riscossi nel 2020 in nome e per conto di ciascun esercente la professione medica e paramedica.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA