Conte per le feste

Dpcm 4 dicembre Natale: cosa si può fare e cosa no durante le feste!

Dpcm 4 dicembre Natale 2020 e Capodanno Conte misure ad hoc: niente sci e vacanze neve, spostamenti e divieto di feste e cenone, ricongiungimenti familiari

9 dicembre 2020 10:33
Dpcm 4 dicembre Natale: cosa si può fare e cosa no durante le feste!

Cosa cambia per le feste con il nuovo Dpcm Natale dal 4 dicembre al 15 gennaio, ce lo aveva anticipato il premier Conte in tv. Ma è oggi che si chiude la partita sul nuovo provvedimento che deve entrare in vigore da domani.

 

Il premier, infatti, intervenuto alla trasmissione di Lilli Gruber "Otto e Mezzo" era stato categorico: "A Natale non ripeteremo Ferragosto". Per cui ci saranno nuove misure ad hoc per il Natale, per il cenone e per gli spostamenti, la chiusura degli impianti di sci e il no alle vacanze sulla neve per la classica e tradizionale "settimana bianca".

 

In base alle ultime notizie 7 dicembre, il nuovo DPCM 3 dicembre è entrato in vigore dal 4 dicembre e prevede in particolare le limitazioni agli spostamenti tra Regioni dall 21 dicembre al 6 gennaio e gli spostamenti tra Comuni a Natale, Santo Stefano e Capodanno all'interno dei confini del Comune, con il divieto di raggiungere le seconde case. Ora il DPCM è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

 

Dpcm Natale dal 4 dicembre: le regole di Conte per le feste

Il nuovo Dpcm dal 4 dicembre, in quanto il 4 è stata la data di entrata in vigore del nuovo provvedimento, ci sono le nuove regole di Conte per le feste di Natale 2020 e Capodanno 2021 e che per necessità di cose riguardano il coprifuoco, gli spostamenti, il cenone, le vacanze, lo shopping.

 

In pratica ecco quali sono le nuove regole per gli spostamenti tra regioni e comuni a Natale e Capodanno:

  • No agli spostamenti tra Regioni a Natale 2021 e Capodanno 2021 dal 21 dicembre: gli spostamenti tra Regioni gialle potrebbero essere consentiti solo per far ritorno al proprio luogo di residenza, con una previsione che dovrebbe essere estesa ai luoghi di domicilio. Niente modifoche ai criteri che, fin dal primo Dpcm, definiscono le eccezioni: ci si potrà muovere per "comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute" quindi con autocertificazione coronavirus.

  • Stop agli spostamenti tra Comuni per i giorni del 25 e 26 dicembre e del primo gennaio. 

  • Stop crociere nel periodo natalizio. Dal 7 gennaio possono ripartire i viaggi.

  • stop seconde case: sempre dal 21 dicembre, saranno vietati gli spostamenti tra le Regioni per raggiungere le seconde case;

 

Dpcm Natale 2020, cosa prevede:

Quello di quest'anno, ormai l'abbiamo capito, sarà un Natale diverso a partire dal fatto che nel nuovo Dpcm di Natale in vigore dal 4 dicembre, secondo le ultimissime notizie potrebbero essere inserite le seguenti misure e regole: 

  • no a tombolate, festeggiamenti, veglioni e cenoni;

  • coprifuoco dalle 22 alle 5 anche la vigilia di Natale e fino alle 7 a Capodanno;

  • cenone e veglione solo con i parenti stretti. 

  • posti a tavola: per quanto riguarda le case private ci saranno le raccomandazioni alle cene soltanto con i parenti stretti, e con un numero massimo di persone: 6 o magari 8 ma sempre con il distanziamento.

  • shopping natalizio: allungamento degli orari dei negozi in zona gialla sarà fino alle 21, rispettando il coprifuoco dalle ore 22. 

  • Stop agli spostamenti tra Regioni dal 21 dicembre al 6 gennaio 2021: gli spostamenti tra Regioni dopo quella data potranno avvenire solo per far ritorno alla residenza o domicilio. Possibilità di spostamento solo per comprovate esigenze.

  • Stop agli spostamenti tra Comuni il 25 e 26 dicembre e a Capodanno.

  • Anziani, per le feste non si potranno incontrare i nonni che vivono in Regioni o Comuni diversi dal proprio. Le eccezioni, valide già oggi anche per le Regioni rosse. È possibile recarsi dagli anziani che hanno bisogno di assistenza, visto che si tratt

  • Chiusura dei centri commerciali e dei grandi magazzini nel fine settimana, festivi e prefestivi.

  • Ristoranti e bar zone gialle: rimane la chiusura alle 18 e riapertura a pranzo a Natale e Santo Stefano; zone Rosse e arancioni bar e ristoranti resteranno aperti dalle 5 alle 22 solo per l’asporto. La consegna a domicilio è sempre consentita.

  • Scuola: Dal 7 gennaio ricomincerà la didattica in presenza nelle scuole superiori: nella prima fase rientrerà in classe almeno il 75% degli studenti.

  • Alberghi e hotel: rimangono aperti ma per evitare i veglioni, anche i ristoranti degli alberghi dovranno chiudere alle 18: per i clienti solo servizio in camera.

  • Seconde casedal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 sarà vietato spostarsi nelle seconde case che si trovino in una Regione o Provincia autonoma diversa dalla propria. Il 25 e 26 dicembre 2020 e il 1° gennaio 2021 il divieto varrà anche per le seconde case situate in un Comune diverso dal proprio.

  • Rimane divieto di eventi in piazza o in altri luoghi d'aggregazione, non saranno consentite feste private, soprattutto per Capodanno.

  • Quarantena per chi torna dall’estero: una delle ipotesi prevede di far scattare l’obbligo solto per chi rientra dagli Stati che lasciano aperti gli impianti sciistici.

     

  • Crociere: il nuovo DPCM prevede lo stop alle crociere dal 21 dicembre fino alla Befana. 

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA