Il Dpcm che verrà

Nuovo Dpcm: cosa cambia dal 7 gennaio. Le ultime novità

Nuovo Dpcm oggi cosa può cambiare dal 7 gennaio al 15 gennaio, le misure e le nuove regole per spostamenti, coprifuoco, la nuova zona bianca. ultime notizie

4 gennaio 2021 15:02
Nuovo Dpcm: cosa cambia dal 7 gennaio. Le ultime novità

L'italia oggi 4 gennaio è zona arancione, domani 5 e 6 gennaio è zona rossa, e questa è una certezza. Ma dal 7 gennaio cosa succede? Come cambiano i colori delle Regioni e di conseguenza le misure che dovremo osservare in base alla fascia? E poi la riapertura delle scuole dal 7 gennaio è confermata oppure ci sono stati ripensamenti? Insomma cosa dobbiamo aspettarci e come dovemmo organizzarci nei prossimi giorni, tutto dipenderà dal nuovo Dpcm o decreto, che arriverà entro il 7 gennaio. Visto che il decreto Natale scade il 6 gennaio e l'ultimo Dpcm scade il 15 gennaio, il governo sta pensando ad un provvedimento ponte 7-15 gennaio che detti le regole fino al 15 gennaio e poi intervenire con un nuovo DPCM dal 16 gennaio in poi.

 

Nuovo Dpcm oggi: cosa può cambiare dal 7 gennaio

In arrivo nelle prossime ore un nuovo Dpcm 7 gennaio o un decreto che prolunghi le misure restrittive contenute nel decreto Natale ma con qualche ritocco. Il premier Conte e il Governo stanno studiando le limitazioni ponte dal 7 gennaio al 15, in modo da avere i nuovi dati dalla cabina di regia e poi pensare alle misure da applicare dal 16 gennaio in poi.

Intanto, oggi, potrebbe essere la giornata decisiva per capire finalmente cosa cambia dal 7 gennaio. Anche se la situazione si è ormai delineati dopo i vari incontri di ieri, tra esecutivo, regioni e Cts, finiti solo a tarda notte.

 

Nuovo dpcm o decreto. Le due ipotesi

Le due ipotesi da inserire in un nuovo Dpcm o un decreto sono le seguenti:

  • Prima ipotesi: proroga delle misure attualmente in vigore fino all’Epifania con Italia arancione nei giorni feriali, e zona rossa nel weekend);

  • Seconda ipotesi: provvedimento-ponte, più soft con: zona gialla il 7 e l’8 gennaio e zona arancione il 9 e il 10 gennaio. Sulla base poi del nuovo monitoraggio verrebbero poi, in un secondo momento, assegnati i nuovi colori alle Regioni.

Le misure del nuovo provvedimento sono state già illustrate dai ministri Boccia e Speranza ieri sera ai governatori. "Il governo non stravolga ancora le regole", ha ribadito il presidente Marsilio. Mentre Bonaccini (Emilia Romagna), ha chiesto "misure comprensibili e il più possibile omogenee".

Il nodo sul nuovo Dpcm si scioglierà solo nelle prossime ore. 

 

Zampa: "Revisione dei criteri per una più rigorosa gestione delle aree di rischio"

"Nei prossimi giorni saranno corretti alcuni dei 21 criteri che sono alla base della suddivisione dell'Italia in fasce di colore e questo ci porterà ad avere una più rigorosa gestione delle aree di rischio'. A dirlo la sottosegretaria alla Salute Sandra Zampa intervistata su Radio Rai 1. 'Nelle prossime settimane - ha aggiunto Zampa - dobbiamo scongiurare un peggioramento dei dati perché siamo ancora molto a rischio. Anche perché sappiamo benissimo che stare molto chiusi in casa come è avvenuto in questi giorni può contribuire a far aumentare i contagi'. La sottosegretaria ha fatto poi l'esempio del Veneto, in zona gialla 'per un Rt di pochissimo inferiore a 1 ma di fatto in una situazione preoccupante'.  Dal 10 al 15 gennaio ogni regione entrerà dunque nella fascia in base all’Rt. Con un indice Rt 1 si va in arancione mente con Rt 1,25 in zona rossa.

 

Riapertura scuole dal 7 gennaio: 

Quello che è certo che le scuole elementari e medie torneranno in presenza dal 7 gennaio 2021, mentre sulla riapertura delle superiori diversi governatori ritengono che sia decisivo aspettare l'esito del monitoraggio, previsto l'8 gennaio.

 

Bar e Ristoranti

Se il governo opta per il provvedimento ponte in vigore dal 7 al 15 gennaio, tornano per i giorni 7 e 8 gennaio le zone rosse, arancioni e gialle. Nel week-end del 9 e 10 gennaio potrebbe essere tutta Italia in zona arancione con conseguente chiusura di bar e ristoranti anche a pranzo. Via libera all’asporto e alle consegne a domicilio.

 

Spostamenti tra Regioni e Comuni:

Dal 7 gennaio fino al 15, data di scadenza dell’ultimo dpcm, potrebbe esserci una stretta per gli spostamenti tra Regioni. Il weekend del 9 e 10 gennaio essendo probabilmente l'Italia in zona arancione, ci sarebbe lo stop degli spostamenti tra Comuni e ammessi solo quelli interni al proprio Comune. Col divieto degli spostamenti rimane l'obbligo dell'autocertificazione per necessità, lavoro o salute.

 

Visite a parenti o amici

Il nuovo provvedimento andrà a proroga fino al 15 gennaio il divieto di ospitare a casa più di due parenti o amici, under 14 e disabili esclusi. È una delle ipotesi emersa ieri durante il vertice tra Conte, capidelegazione della maggioranza, ministri Boccia e Speranza, e il Cts.

 

Coprifuoco rimane dalle 22:00

Ieri era circolata la notiza di una possibile anticipazione del coprifuoco dalle 20:00. Ora pare invece che l'ipotesi sia sfumata. Il coprifuoco rimane dalle 22 alle 5, almeno finora. Per averne certezza occorre attendere il nuovo provvedimento.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA