Il Nuovo Dpcm

Coronavirus oggi, Nuovo Dpcm 16 gennaio: cosa prevede e quando arriva

Nuovo Dpcm 16 gennaio quando arriva e cosa prevede zona gialla rafforzata, coprifuoco, divieto spostamenti regioni e comuni zona rossa e arancione, visite

9 gennaio 2021 10:38
Coronavirus oggi, Nuovo Dpcm 16 gennaio: cosa prevede e quando arriva

Attesa per il nuovo Dpcm che sarà quasi certamente accompagnato da un decreto legge come già successo a dicembre, e sarà varato entro il 15 gennaio per essere così in vigore a partire dal 16 gennaio 2021. 

In base alle ultime notizie, il nuovo Dpcm 16 gennaio porterà con sé un rafforzamento delle restrizioni e tante regioni verso la fascia rossa e arancione, visto l’aumento dei casi e la modifica dei parametri Rt diventati più stringenti ma anche più veloci, nel senso che ora sarà più facile uscire o entrare dall’area di colore assegnata in caso di un indice Rt favorevole o meno. Nel nuovo provvedimento ci sarà sicuramente il divieto di spostamento tra regioni anche se in fascia gialla e questo perché, come confermato dal report dell'Istituto Superiore di Sanità e del ministero della Salute, l'epidemia è "in una fase delicata che sembra preludere un nuovo rapido aumento di casi nelle prossime settimane, qualora non venissero definite ed implementate rigorosamente misure di mitigazione più stringenti".

 

Nuovo Dpcm 16 gennaio quando arriva:

Crisi di governo, a parte, il governo Conte comincerà a lavorare sulla bozza di testo del nuovo Dpcm da lunedì 11 gennaio, dallo stesso giorno scattaterà la zona arancione in 5 regioni: Calabria, Emilia-Romagna, Lombardia, Sicilia e Veneto. 

Poi il 13 gennaio ill ministro della Salute Roberto Speranza ne illustrerà in Parlamento e tra il 14 e 15 gennaio ci sarà il varo del provvedimento e la consueta conferenza stampa di Giuseppe Conte. 

 

Nuovo Dpcm 16 gennaio cosa prevede:

Il Corriere della Sera di oggi, afferma che la decisione di prendere introdurre nuove restrizioni a quelle già previste dal sistema delle fasce è già stata presa e sarà messa a punto nei prossimi giorni, quando il governo scriverà il nuovo Dpcm in vigore dal 16 gennaio. 

Il Mattino, invece, puntualizza che con l’arrivo del nuovo Dpcm "tutte le regioni potrebbero essere risucchiate in una grande area arancione mentre alcune di quelle già ieri spinte in questa zona di rischio intermedio potrebbero essere costrette a rivedere al rialzo le restrizioni e avviarsi a nuovo lockdown e zona rossa". 

Tra i punti certi del nuovo Dpcm 16 gennaio c'è il mantenimento del coprifuoco dalle 22 alle 5, la zona gialla rafforzata, il divieto di spostamento tra le regioni ma aci sarà forse anche la zona bianca per le regioni più virtuose. Per quanto riguarda invece la deroga per la visite a parenti una sola volta al giorno rispettando il coprifuoco, potrebbe esserci solo per le zone gialla o all'interno del solo comune se la regione è zona arancione o rossa. A tale proposito Repubblica di oggi dice che: sette casi di contagio tra gli ultimi dieci nella sua zona sono stati provocati da cenoni e veglioni. "Mi viene da piangere. Sa come li chiamiamo? I contagi da Covid-panettone. Quanti sono? Il 70 per cento, almeno. Non c’è telefonata che faccio che non mi dicano: “Ah, sì, eravamo a cena il 24, a pranzo il 25, un tè il 26, ma eravamo pochi e tutti in famiglia”", dice Resi, "Due weekend di shopping selvaggio e poi tutti in famiglia a passarsi il virus. Sono sgomento, pensavo che le persone avessero imparato la lezione".

 

Spostamenti tra regioni:

Nel nuovo Dpcm 16 gennaio i più rigoristi dell’esecutivo chiedo di mettere il divieto agli spostamenti tra regioni anche tra quelle in fascia gialla, fermi restando i motivi di lavoro, salute, urgenza. Stop quindi agli spostamenti verso le seconde case.

 

Comuni e visite parenti:

Nelle regioni a zona arancione dovrebbe essere prevista la deroga per i comuni con massimo di 5.000 abitanti di potersi spostare in un raggio di 30 chilometri e senza andare nei capoluoghi di provincia. Nelle zone rosse il governo sta valutando l’ipotesi di consentire le visite a parenti e amici a due adulti con minori di 14 anni e persone disabili.

 

Ristoranti e bar

Le regole per l’apertura e chiusura di bar e ristoranti sarà decisa in base al colore della Regione, per cui se in zona gialla la chiusura sarà alle 18, dopodiché sarà consentito solo l’asporto di cibi e bevande e la consegna a domicilio. Il tema però è ancora in discussione con le associazioni di categoria.

 

Palestre e piscine

Nei prossimi giorni dovrebbero arrivare le nuove linee guida per piscine e palestre. Il confronto tra il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora e il Cts ha come obiettivo quello di consentire l’apertura almeno per le lezioni individuali.

 

Nuovo Dpcm e nuove regole per 100mila abitanti

Il nuovo Dpcm e il decreto  introdurranno un’importante novità e che riguarda le regole per mandare le regioni in zona rossa e arancione. Se con il Decreto 5 gennaio, infatti, sono stati abbassati i limiti dell'indice di contagio che fanno scattare il passaggio di colore: arancioni con l'Rt a 1 e rossi con l'Rt a 1,25, con il nuovo provvedimento, scrive Repubblica, i tecnici si apprestano a introdurre un nuovo cambiamento, legato all’incidenza di casi per centomila abitanti. Quando una Regione avrà più di 250 casi alla settimana ogni centomila abitanti entrerà direttamente in zona rossa.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA