I guai di Trump

Trump, impeachment: oggi la richiesta dei Dem. Biden frena ancora

Dopo l’assalto a Washington, l'attacco di Schwarzenegger, ma si temono altri scontri prima dell’insediamento di Biden. Trump intanto vola in Messico

11 gennaio 2021 10:39
Trump, impeachment: oggi la richiesta dei Dem. Biden frena ancora

E’ ormai braccio di ferro negli ultimi 9 giorni di presidenza di Donald Trump: da un lato c’è chi, come Nancy Pelosi, invoca l’impeachment per l’ormai ex capo della Casa Bianca. Dall’altra c’è chi frena, come lo stesso Presidente eletto Joe Biden, che teme nuovi scontri dopo l’assalto al Campidoglio del 6 gennaio.

 

Proprio la speaker della Camera con una lettera ha chiesto ai deputati di tornare in aula oggi, nonostante la sospensione dei lavori, per avviare l’iter dell’impeachment, al voto già domani. Il processo, però, potrebbe iniziare solo in primavera per permettere alla nuova Amministrazione di mettersi al lavoro. In un clima ormai rovente, non è ancora esclusa neppure la rimozione immediata di Trump con il ricorso al 25esimo emendamento, anche se Biden frena, a favore di una distensione sociale. A gettare benzina sul fuoco, invece, è l’ex Governatore della California, Arnold Schwarzenegger, mentre Trump domani celebrerà i lavori al confine col Messico.

 

Pelosi decisa: oggi l’impeachment

La speaker della Camera è decisa a fermare definitivamente Trump, tanto da aver lanciato un ultimatum al vice presidente, Mike Pence: o impeachment o rimosione. “Man mano che passano i giorni l’orrore dell’attacco in corso alla nostra democrazia perpetrato da questo Presidente si è intensificato e con esso la necessità immediata di agire”. Per questo la leader dem ha esortato Pence a “rispondere in 24 ore, dopodiché procederemo per presentare la richiesta di un processo politico nel plenum della Camera”.  

Ma Pence, che ha già preso le distanze da Trump, non sembra intenzionato a ricorrere al 25esimo emendamento, così come Biden, poco propenso anche all’impeachment, almeno prima del proprio insediamento e non nei primi 100 giorni del proprio mandato.

 

Le accuse di Schwarzenegger

Chi invece non ha risparmiato un attacco duro al Presidente uscente è stato Arnold Schwarzenegger, di origini austriache ma naturalizzato cittadino statunitense, che in un videomessaggio diffuso sui social ha detto: “Da immigrato in questo Paese vorrei dire due parole ai miei concittadini americani e a tutto il mondo su quello che è successo in questi giorni” ha esordito l’ex Terminator del grande schermo, che ha accusato Trump di “aver cercato un colpo di Stato ingannando le persone con le sue bugie”. 

 

Trump oggi al muro col Messico

Intanto Trump è pronto a tornare in pubblico, dopo giorni di silenzio in seguito ai fatti di Washington e lo farà martedì 12 gennaio per controllare l’avanzamento dei lavori al muro col Messico, cavallo di battaglia del proprio mandato. L’annuncio è arrivato via social, nonostante l’account ufficiale di Trump sia stato bloccato: sarà dunque in Texas per celebrare il 400° miglio del muro, ad alamo, dove nel 1836 l’esecito messicano sconfisse e massacrò Davy Crockett. Il tutto nonostante un sondaggio della tv ABC abbia mostrato come il 56% degli americani pensa che il tycoon debba essere rimosso e il 67% lo ritenga responsabile dell’assalto al Congresso

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA