Arriva la stretta di Draghi

Dpcm 1° marzo 2021: cosa prevede, quando arriva firma Draghi e durata

Stasera o al massimo domani verrà varato il nuovo Dpcm Draghi con misure anti-Covid restrittive per fermare il pericolo varianti. Entrerà in vigore 6 marzo

Il varo del nuovo Dpcm Draghi con le misure anti-Covid è atteso tra la serata di oggi e la mattinata di domani, con qualche giorno di anticipo rispetto alla sua entrata in vigore per permettere alle varie categorie coinvolte dalle chiusure e dalle restrizioni di organizzarsi.

 

Verranno approvati interventi restrittivi per arginare il diffondersi delle varianti Covid, specialmente la variante inglese che rischia di innescare una terza ondata della pandemia.

 

Il decreto entrerà in vigore il 6 marzo e durerà fino al 6 aprile 2021, Pasqua e Pasquetta compresa, con il divieto di spostamento tra regioni confermato fino a tale data.

 

Cosa prevede il Dpcm 1 marzo di Draghi, quando arriva la firma e quali misure contiene?

 

Dpcm Draghi in arrivo: quando entra in vigore, cosa prevede

Stasera o al massimo domani il nuovo presidente del Consiglio Mario Draghi apporrà la propria firma al suo primo Dpcm per le misure anti-Covid, con interventi che mostrano una certa continuità rispetto a quelli attuati dal governo precedente del Conte bis.

 

Sulla base di quanto si legge nella bozza del Dpcm Draghi gli interventi continueranno ad essere restrittivi visto il pericolo delle varianti Covid che minaccia un’impennata della curva dei contagi, coinvolgendo anche il periodo delle vacanze pasquali.

 

Il nuovo Dpcm Draghi entrerà in vigore il 6 marzo e durerà fino al 6 aprile 2021, Pasqua e Pasquetta compresa che quest’anno cadono il 4 e 5 aprile 2021.

 

Il decreto del presidente del Consiglio dei ministri verrà approvato con qualche giorno anticipo rispetto alla sua entrata in vigore, per permettere alle categorie coinvolte di organizzarsi, mostrando un cambio di passo del nuovo governo rispetto al precedente.

 

Le misure anti-Covid del nuovo Dpcm Draghi: la bozza

Il nuovo Dpcm Draghi confermerà il coprifuoco dalle 22 alle 5 su tutto il territorio nazionale e prorogherà il divieto di spostamento tra regioni fino al 6 aprile 2021 (dal 27 marzo 2021).

 

Vietati gli spostamenti verso le seconde case nelle zone arancione scuro e rosso mentre nelle zone rosse non si potrà più andare a trovare parenti e amici.

 

Nelle zone gialle i ristoranti e i bar continueranno a restare chiusi a cena mentre nelle zone rosse chiuderanno anche parrucchieri e barbieri.

 

Qualche piccolo segnale di allentamento arriva solo per cinema, teatri e sale concerto, che potranno riaprire nelle zone gialle dal 27 marzo 2021 con posti a sedere preassegnati e distanziati mentre i musei e le mostre potranno restare aperti anche sabato e domenica in zona gialla accettando prenotazioni online o telefonicamente.

 

Restano chiuse le piscine e le palestre.

 

Per tutte queste restrizioni si attendono indennizzi immediati, che dovrebbero arrivare contestualmente al Dpcm con il decreto Sostegno.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA