Cartelle esattoriali

Pagamenti cartelle esattoriali: sospensione fino al 30 aprile 2021

DL Sostegni 2021 sospesi i pagamenti delle nuove cartelle esattoriali fino al 30 aprile ma dal 1° marzo ripresa notifica e pagamento dopo 60 giorni

In base all’ultima bozza di decreto Sostegni 2021 circolata in queste ore all’articolo 4 del Titolo I Sostegno alle imprese e all'economia  è presente il rinvio dell'attività di riscossione per le cartelle esattoriali. Vediamo quindi quali sono i nuovi termini

 

DL Sostegni 2021, sospensioni pagamenti cartelle notificate:

Nella bozza del DL Sostegni 2021 -  Titolo 1 - Art. 4 (Proroga del periodo di sospensione delle attività dell’agente della riscossione e stralcio dei debiti fino a XXX euro affidati agli agenti della riscossione dal 2000 al 2015) – ULF 26/2/2021 17.01 

All’articolo 68 del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27, sono apportate le seguenti modificazioni: 

a) il comma 1 è sostituito dal seguente: “1. Con riferimento alle entrate tributarie e non tributarie, sono sospesi i termini dei versamenti, scadenti nel periodo dall’8 marzo 2020 al 30 aprile 2021, derivanti dalle cartelle di pagamento emesse dagli agenti della riscossione, nonché dagli avvisi previsti dagli articoli 29 e 30 del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122; sono altresì sospesi i termini dei versamenti derivanti da cartelle di pagamento notificate dal 1° marzo al 30 aprile 2021.

I versamenti oggetto di sospensione devono essere effettuati in unica soluzione entro il sessantesimo giorno successivo al termine del periodo di sospensione. Non si procede al rimborso di quanto già versato. Si applicano le disposizioni di cui all’articolo 12, commi 1 e 2, del decreto legislativo 24 settembre 2015, n. 159.”.

Leggi anche le novità sulla pace fiscale 2021 Dl Sostegni.

 

Sospensione pagamenti cartelle fino al 30 aprile 2021:

Il comma 1, lettera a), sostituisce il comma 1 dell’art. 68 del DL n. 18/2020 e, tenendo conto del persistere dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 e dei relativi effetti socio-economici, proroga dal 28 febbraio al 30 aprile 2021 la data finale del periodo di sospensione dei termini di versamento, derivanti da:

- cartelle di pagamento,

- avvisi esecutivi previsti dalla legge, relativi alle entrate tributarie e non.

 

Notifica certelle dal 1° marzo ma pagamenti dopo 60 giorni dalla sospensione

Nel nuovo comma 1 del citato art. 68 viene dunque cancellato al comma 3 dell’art. 12 del D.Lgs. n. 159/2015, il divieto alla notifica delle cartelle di pagamento durante il periodo di sospensione. Pertanto, a partire dal 1° marzo 2021 l’agente della riscossione potrà notificare le cartelle di pagamento, che dovranno essere pagate soltanto una volta trascorsi sessanta giorni dal termine del periodo di sospensione.

I destinatari delle cartelle potranno decidere se adempiere spontaneamente, anche prima di tale ultima data, ma, fino alla medesima data, le stesse cartelle non produrranno oneri aggiuntivi né l’agente della riscossione potrà dare corso ad azioni cautelari ed esecutive di sorta. Fino al termine del periodo di sospensione, quindi, le cartelle notificate avranno mera funzione partecipativa della pretesa e l’intimazione ad adempiere in esse contenute spiegherà i suoi effetti dalla scadenza del termine del periodo di sospensione, tenuto conto che i versamenti oggetto di sospensione dovranno essere effettuati in unica soluzione entro il sessantesimo giorno successivo a tale termine.  Leggi anche la proroga scadenze cartelle Rottamazione Ter e saldo e stralcio.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA