L’annuncio

Germania in lockdown, Angela Merkel: “Abbiamo una nuova pandemia”

La cancelliera tedesca Angela Merkel ha annunciato ulteriori misure restrittive nel paese fino al 18 aprile, a causa della diffusione delle varianti Covid

La Germania sarà in lockdown fino al 18 aprile.

La Cancelliera Angela Merkel, al termine di un incontro durato quasi 12 ore con i rappresentanti degli stati federati del Paese, ha reso noto quali saranno le misure restrittive che entreranno in vigore e che interesseranno anche le festività di Pasqua.

 

Covid, Merkel: “La situazione è grave”

"La situazione è grave. Il numero di casi sta aumentando in modo esponenziale e i posti in terapia intensiva si stanno riempiendo di nuovo", ha sottolineato la Merkel, che ha anche parlato di una “nuova pandemia” a causa delle varianti Covid e ha quindi bloccato le progressive riaperture.

 

“Abbiamo un nuovo virus molto più letale, molto più infettivo e contagioso per molto più tempo" ha evidenziato, per poi aggiungere: “Non dobbiamo scoraggiarci per questi passi indietro, al contrario devono darci più forza.”

Il rischio è che un peggioramento della diffusione del virus possa far fallire la campagna vaccinale, che stenta a decollare, e portare al collasso le strutture ospedaliere.
Oltre che del virus, la cancelliera ha anche parlato dei problemi con il vaccino Astrazeneca, dichiarando di appoggiare le pressioni dell’Ue sulla casa farmaceutica.

In particolar modo la Merkel sostiene l’iniziativa, recentemente annunciata da Ursula Von Der Leyen, di vietare le esportazioni del siero dall’Ue nel caso non venissero consegnate le dosi programmate.

 

Germania, lockdown duro a Pasqua

La Germania si prepara quindi a vivere dei giorni di misure ancora più restrittive in occasione delle festività pasquali: la Merkel ha infatti invitato la popolazione a “stare a casa”.
Tra il 1° e il 5 aprile le funzioni religiose saranno sospese: le chiese potranno svolgere le celebrazioni online.

I negozi di alimentari saranno aperti solo il sabato santo e tutti i raduni saranno vietati: anche le visite private saranno interessate da forti limitazioni e i  contatti dovranno essere ridotti al minimo.

Sono sconsigliati tutti i viaggi all'estero e chiunque rientrerà nel Paese in aereo dovrà effettuare un tampone prima del volo.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA